Home > Economia e Finanza > Immobiliare Puglia, la crescita del mercato incoraggia l’edilizia

Immobiliare Puglia, la crescita del mercato incoraggia l’edilizia

scritto da: Webmasterdeslab | segnala un abuso

Immobiliare Puglia, la crescita del mercato incoraggia l’edilizia


 

Continua la crescita del mercato immobiliare in Puglia e con essa crescono le aspettative di ripresa anche per il settore edilizio. La conferma arriva dai dati dell’Agenzia delle Entrate rielaborati da Senaf (specializzata nell’organizzazione di fiere e convegni) in vista di SAIE Bari – la fiera biennale delle tecnologie per l’edilizia e l’ambiente costruito 4.0 – in programma dal 24 al 26 ottobre 2019, alla quale l’agenzia immobiliare a Taranto Cambio Casa guarda con particolare interesse.

Nel 2018 le compravendite di abitazioni stipulate in Puglia sono state 33.608, segnando un aumento del +4,5% rispetto al 2017. Una crescita significativa con vantaggi notevoli anche per l’intera filiera edile, incentivata a riqualificare gli immobili residenziali esistenti. In linea di massima, sono tutte le provincie pugliesi a registrare un incremento del numero di compravendite. La prima è la Città metropolitana di Bari con 14.367 unità, seguita da Lecce (6.086), Foggia (5.406), Taranto (4.568) e Brindisi (3.182).

Sotto l’aspetto del tasso di crescita la classifica appare quasi invertita, secondo le stime di Abitare.Co (società di intermediazione immobiliare): Foggia (+6,1%), Taranto (+5,8%), Bari (4,4%), Lecce (+3,7%) e Brindisi (+2,5%).

Ma il mercato immobiliare non è l’unico ad alimentare le speranze di crescita dell’edilizia. Una spinta significativa, infatti, potrebbe arrivare anche dalle opere in cantiere sul territorio. Si pensa ad esempio all’autostrada Bari-Matera, i cui lavoro sono già iniziati, o alla linea ferroviaria ad alta velocità Bari-Napoli. Insomma, per le imprese edili le aspettative per questo 2019 sembrerebbero buone, ma diventa fondamentale essere aggiornati sui cambiamenti di mercato e sulle tecniche di costruzione. E SAIE Bari sarà proprio l’occasione per focalizzare l’attenzione su innovazione tecnologia, digitalizzazione, sostenibilità e sicurezza sismica.

In definitiva, il mercato immobiliare pugliese gode di una buona salute, e abbiamo visto come anche la provincia di Taranto abbia avuto una crescita esponenziale nel corso degli ultimi anni. A contribuire a questo sviluppo è stata anche la professionalità e la competenza di Immobiliare Cambio Casa, l’agenzia in grado di soddisfare le richieste di domanda e offerta proponendo tante soluzioni interessanti e vantaggiose: appartamenti in vendita a Taranto e in provincia, ville, capannoni e locali commerciali, senza dimenticare le soluzioni personalizzate di locazione.


Fonte notizia: http://cambiocasasrl.biz


agenzia immobiliare a Taranto | appartamenti in vendita Taranto | agenzie immobiliari a Taranto |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Investire a Dubai, tutte le opportunità con Sergio Alberti Real Estate


Cerchi un modo sicuro per comprare o vendere casa?


BLOG IMMOBILIARE: UN NUOVO SPAZIO ON LINE INCENTRATO SUL MONDO DEGLI IMMOBILI


12.09.2012: arriva sul mercato Piattaforma Immobiliare, il nuovo strumento dedicato agli agenti che vogliono far crescere il proprio business, stando al passo con i cambiamenti che oggi il mercato richiede.


Come mettere in sicurezza le strutture scolastiche


Introduzione all'edilizia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Termite Formosa: dall’Asia un nemico del legno devastante

Termite Formosa: dall’Asia un nemico del legno devastante
Le Termiti Formosa, la specie divoratrice del legno che resiste a qualsiasi trattamento antitarlo tradizionale. Una specie invasiva ed estremamente distruttiva per la vegetazione e gli ambienti in cui vive l’uomo. Dopo il nuovo coronavirus in grado di generare una pandemia a livello globale, dal continente asiatico un curioso parassita sta minacciando il legno di milioni di case nel mondo: la Termite Formosa, un piccolo parassita resistente a qualsiasi trattamento antitarlo tradizionale.Originario di F (continua)

Donne e lockdown: il dramma “fantasma” della violenza domestica

Donne e lockdown: il dramma “fantasma” della violenza domestica
Covid-19: isolamento e limitazione agli spostamenti hanno aumentato i casi di violenza domestica sulle donne in tutto il mondo. Il lockdown delle ultime settimane imposto dall’emergenza sanitaria non ha avuto solo ripercussioni economiche e sociali. L’obbligo di restare in casa e le limitazioni agli spostamenti, infatti, non hanno mai fermato un fenomeno che, di contro, ha continuato a mietere vittime nel silenzio più assordante: quello della violenza sulle donne. In tutto questo periodo di isolamento migliaia di donn (continua)

Prezzi, preferenze e digitalizzazione: come cambia l’immobiliare con il Coronavirus

Prezzi, preferenze e digitalizzazione: come cambia l’immobiliare con il Coronavirus
Immobiliare: con gli effetti del Coronavirus cambiano gli scenari del mercato e il ruolo di intermediazione degli agenti immobiliari. Con la fine del lockdown e l’inizio della Fase 2, riparte l’attività dei professionisti del settore immobiliare, seppur nel rispetto delle nuove misure anti-Covid. E riparte più decisa che mai anche Immobiliare Cambio Casa, l’agenzia immobiliare a Taranto vicina alla sua clientela anche durante il periodo di chiusura, grazie ai sui servizi di consulenza online. Ma quali scenari si intravedono (continua)

Infissi ed edilizia: in arrivo misure straordinarie per la ripartenza

Infissi ed edilizia: in arrivo misure straordinarie per la ripartenza
Con l’avvio della “Fase 2” e il ritorno all’operatività per migliaia di attività economiche, è tempo di far ripartire l’economia del Paese. Per farlo, è necessario pensare a misure strategiche in grado di contrastare gli effetti devastanti derivanti dal lockdown, a cominciare da un settore chiave, l’edilizia, che insieme al suo indotto fornisce un contributo essenziale al Pil nazionale. Indot (continua)

Meccanica agricola e Covid-19: gli scenari per il 2020 sono poco rassicuranti

Meccanica agricola e Covid-19: gli scenari per il 2020 sono poco rassicuranti
L’impatto Covid-19 sul comparto della produzione dei macchinari per agricoltura avrà effetti devastanti per i prossimi mesi dell’anno. A lanciare il grido d’allarme è la CAI – Confederazione Agromeccanici e Agricoltori Italiani – per bocca del suo presidente Gianni Della Bernardina, il quale prevede un calo delle immatricolazioni di trattrici e mietitrebbiatrici da parte delle imprese agromec (continua)