Home > Cultura > I volontari di “Un Mondo Libero dalla Droga” distribuiscono opuscoli informativi sulle droghe

I volontari di “Un Mondo Libero dalla Droga” distribuiscono opuscoli informativi sulle droghe

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

I volontari di “Un Mondo Libero dalla Droga” distribuiscono opuscoli informativi sulle droghe


Questa settimana i volontari della Chiesa di Scientology aderenti all’associazione “Un Mondo Libero dalla Droga”, hanno distribuito a Firenze, Lucca, Viareggio ed Empoli centinaia di opuscoli informativi sui pericoli delle droghe. Negli opuscoli, destinati ai giovani e non solo, sono contenute informazioni molto dettagliate sugli effetti negativi delle sostanze stupefacenti. Lo scopo è di far sì che i giovani evitino di cadere nella trappola della droga, e magari di convincere a smettere chi ha già cominciato a farne uso.

Le canzoni, i film, la tv, la radio, i giornali, per non parlare di internet, sono ormai pervasi da una propaganda che tende a far percepire il consumo di certi tipi di droga come “normale”. La commercializzazione in grande stile della “Cannabis light” fa parte di questa strategia globale: far accettare l’uso di cannabis allo scopo di aver pronta una nuova generazione di clienti quando la marijuana verrà legalizzata.

Lo scopo di “Un Mondo Libero dalla Droga” è quello di arrivare a informare i giovani prima che lo facciano gli spacciatori o i loro coetanei che già fanno uso di stupefacenti. Il Celebrity Centre della Città di Firenze, Chiesa di Scientology, sta da anni sostenendo “Un Mondo libero dalla Droga”, organizzando eventi pubblici e lezioni nelle scuole. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

Gli opuscoli mettono anche in guardia sui metodi che usano gli spacciatori per diffondere le sostanze stupefacenti, proponendole come "innocue", "di moda", "curative", ecc.Gli opuscoli mettono anche in guardia sui metodi che usano gli spacciatori per diffondere le sostanze stupefacenti, proponendole come "innocue", "di moda", "curative", ecc.

Tutti gli opuscoli sono consultabili anche sul sito it.drugfreeworld.org

La Chiesa di Scientology, fin dalla sua fondazione negli anni ’50 del secolo scorso, ha subito riconosciuto che la droga e l’alcol fossero una delle principali cause della spirale discendente che sta portando il pianeta alla degradazione. Il suo fondatore, L. Ron Hubbard, ha spesso condannato l’uso di droga nei suoi scritti, spiegando in dettaglio quali siano gli effetti invariabilmente negativi sul corpo e sulla mente degli individui.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard


Fonte notizia: http://it.drugfreeworld.org


Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | Celebrity Centre della Città di Firenze Chiesa di Scientology | Firenze | Lucca | Empoli | Viareggio | L Ron Hubbard |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

La verità sulla DROGA


26 giugno 2020 - Giornata mondiale contro il consumo e il traffico illecito di droga


Positivo il bilancio della campagna sociale “La verità sulla Droga” dello scorso anno


DISTRIBUZIONE DI OPUSCOLI INFORMATIVI SULLA DROGA A CESENA


Doppia celebrazione per Roma


CONTINUA A PADOVA LA CAMPAGNA INFORMATIVA PER DIRE NO ALLA DROGA!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Peculato e droga a Collesalvetti

Peculato e droga a Collesalvetti
Nel comune Toscano di Collesalvetti una sindacalista ha sottratto quasi 700.000 euro all’economato per acquistare droga e giocare online. Si sa che la droga costa, e che i tossicodipendenti ricorrono spesso al crimine per procurarsi i soldi necessari per acquistare dagli spacciatori le sostanze tossiche di cui ormai non riescono più fare a meno. Il caso avvenuto a Collesalvetti ha fatto scalpore perché la protagonista è una insospettabile sindacalista, dipendente comunale, che negli anni ha sottratto dalla casse dell’economa (continua)

Lo spaccio di droga vera travestito da cannabis light

Lo spaccio di droga vera travestito da cannabis light
A Bologna, in un distributore di cannabis light di una tabaccheria, si poteva acquistare la droga vera e illegale. Tabaccaio o spacciatore? Probabilmente entrambi, perché nel distributore di “cannabis light” della sua tabaccheria non c’erano solo sostanze legali, ma anche la “roba buona”. E lo dimostrava l’intenso via via di persone che acquistavano dal distributore! Evidentemente la notizia della facile disponibilità di sostanze illegali si era diffuso tra i tossicodipendenti della zona, che approfittava (continua)

La campagna di prevenzione alla droga della Chiesa di Scientology nel 2020

La campagna di prevenzione alla droga della Chiesa di Scientology nel 2020
Nel 2020 le campagne sociali della Chiesa di Scientology hanno necessariamente cambiato forma, ma non è certo diminuito l’impegno dei volontari che le hanno realizzate. La Chiesa di Scientology, ormai da alcuni decenni, porta avanti campagne sociali di prevenzione sulla droga, per il rispetto dei diritti umani e per un rinnovato impegno comunitario in varie forme di volontariato. Nel 2020 le campagne sociali della Chiesa di Scientology hanno necessariamente cambiato forma, ma non è certo diminuito l’impegno dei volontari che le hanno realizzate. Una delle (continua)

Biscotti alla marijuana: due fidanzati all’ospedale

Biscotti alla marijuana: due fidanzati all’ospedale
La marijuana è una sostanza tossica, e bisogna trattarla come tale; la propaganda che la posiziona come “naturale” e “curativa” mette in pericolo la salute delle persone. A Bologna uno studente universitario, dopo aver acquistato dei biscotti per strada da uno sconosciuto, li ha consumati e li ha offerti alla fidanzata, minorenne. Successivamente entrambi hanno accusato forti dolori gastrointestinali, e sono stati ricoverati al pronto soccorso. Il ragazzo ha poi confessato che i biscotti avevano la marijuana tra gli ingredienti. Per fortuna la quantità di so (continua)

Aumentano i ricoveri al pronto soccorso per avvelenamento da marijuana

Aumentano i ricoveri al pronto soccorso per avvelenamento da marijuana
Un nuovo studio statunitense rileva un deciso aumento dei giovani che vengono ricoverati in ospedale dopo aver abusato di marijuana. La marijuana è una droga e in quanto tale è una sostanza tossica. La propaganda criminale che la tenta di posizionarla come “naturale”, “innocua” o addirittura “curativa” ha causato non solo un aumento nel suo uso, ma anche una maggiore inconsapevole leggerezza in chi si avvicina a questo stupefacente. Uno studio pubblicato nel 2017 dal “National Insitute of Health” degli Stati Uniti, di H (continua)