Home > Altro > su facebook i gruppi sull’animazione turistica, non sono molto utili è il risultato di un Test di Animandia

su facebook i gruppi sull’animazione turistica, non sono molto utili è il risultato di un Test di Animandia

articolo pubblicato da: animandia | segnala un abuso

su facebook i gruppi sull’animazione turistica, non sono molto utili è il risultato di un Test di Animandia

Tutti noi naviganti di internet, sappiamo che il social network Facebook, consente la creazione di gruppi di utenti, uniti da un comune interesse, lo scopo di tali gruppi è quello di confrontarsi, promuovere la propria attività, conoscere e farsi conoscere tra quanti a diverso titolo, condividono un comune interesse, nel nostro caso quello dell’animazione turistica… Dunque per tali motivazioni sono sorti negli anni, diversi gruppi su FB operanti nel settore dell’animazione turistica, alcuni nati allo scopo di favorire la ricerca di personale animazione ( l’intento dell’ideatore era quello di mettere in comunicazione diretta, chi cerca lavoro in animazione con chi invece lo offre) altri gruppi invece, esistono per denunciare soprusi e comportamenti poco professionali da parte di agenzie di animazione e animatori turistici, altri ancora, sono dedicati a mercatini di compravendita di articoli, prodotti e materiali utili per animatori, feste, eventi ecc.

Orbene, tutti questi gruppi da qualche anno ormai, hanno perso il vero obiettivo per il quale sono sorti, ovunque a prescindere quindi dagli argomenti trattati, si assiste ad una vera e propria pubblicazione indiscriminata di locandone ed annunci per le selezioni di animatori turistici, inviti di partecipazione a stage, corsi, foto di vendita di articoli per animatori, messaggi promozionali di artisti vari, locandine per sponsorizzare eventi, feste e quant’altro… Nulla di male si dirà, se non per il fatto che l’invasione è ormai totale e spazia indipendentemente dai temi trattati su ogni gruppo di animazione presente su facebook.

Oggi secondo quanto rilevato da anni di frequentazione, in ogni gruppo su Facebook non si rispetta lo scopo per il quale è nato, non si confronta sulle tematiche in esso trattate, bensì si assiste alla continua e indiscriminata pubblicazione di tali locandine pubblicitarie inserite a “raffica” qua e là, sopra e sotto, con la sola logica dell’ “apparire sempre, comunque ed ovunque”. Questo comportamento una volta censurato e criticato dagli altri membri dei gruppi interessati, da qualche tempo ormai, ha preso il sopravvento, adesso quasi nessuno critica più tali comportamenti o comunque quasi nessuno contesta “l’invasione” indiscriminata di annunci e locandine ben poco attinenti con le singole argomentazione trattate da un gruppo.

Ormai noi utilizzatori di Facebook ci siamo rassegnati alla presenza di questi maleducati “smanettoni” e delle loro inserzioni a tappeto, anzi i maleducati che utilizzano questo sistema, nel tempo abbiamo notato che sono aumentati esponenzialmente. Adesso in questi gruppi su Facebook quasi non ci si confronta più, non ci si può informare, conoscere, approfondire temi di comune interesse, ma si assiste impotenti ad una sfilza di “post” invasivi intervallati qua e là da altri post.

Ebbene noi di Animandia abbiamo fatto una riflessione, ci siamo chiesti se alla fine, il pubblicare indiscriminatamente locandine pubblicitarie qua e là, invadendo senza alcun criterio, i gruppi di interesse comune, sia poi redditizio per l’azienda che li pubblica, se dia i risultati sperati in termini di pubblicità, di visibilità… ebbene rispondiamo per esperienza di NO… questi furbetti dalla “locandina facile” non ottengono alcun beneficio pubblicitario, non aumentano la loro visibilità e notorietà ma anzi, il risultato di questa loro attività invasiva, di questa non richiesta forma di pubblicità, da una nostra osservazione fatta, ottiene nella maggioranza dei casi la totale indifferenza ( i loro post vengono semplicemente ignorati completamente e si passa avanti) oppure ricevono per di più commenti poco lusinghieri o ancora peggio, su di loro si sofferma il “polemico” di turno che non commenta la pubblicità in questione, bensì ingiuria o ironizza prendendo di mira direttamente l’autore del post pubblicitario, il quale a sua volta, risponde alla critica fattagli, dando vita così ad una sequela di interventi di altre persone..che sfociano spesso e volentieri in vere e proprie risposte e contro risposte zeppe di offese a livello personale… insomma chi si sofferma sui commenti pubblicati legge solo una sequela di parolacce ed insulti di vario tipo.

E’ ormai una sparuta minoranza chi risponde in maniera attinente al post pubblicato. A rifletterci su, ecco cosa si ottiene oggi a pubblicare annunci pubblicitari fuori luogo, in questi gruppi di animazione turistica nati su face book : critiche, ingiurie,sberleffi, e poche risposte intelligenti. C’è anche da dire infatti che ormai, tali luoghi di aggregazione non sono frequentati da vecchi o nuovi iscritti interessati all’argomento di un gruppo, la maggioranza di questi vecchi e nuovi iscritti sono solo tipi amanti del battibecco, della polemica a tutti i costi, è il loro passatempo preferito quello di sbirciare e commentare con ironia e poca educazione questo o quell’altro post.

Ma gli amministratori di tali gruppi cosa fanno? Facebook dà la possibilità all’ideatore di un gruppo di censurare, eliminare, espellere chi si comporta in maniera poco educata o chi, pubblica annunci e locandine non coerenti con le finalità di un gruppo stesso, ma noi di Animandia pensiamo che ormai sono tanti e tali gli abusi di questo tipo che anche gli amministratori stessi si sono stufati e hanno lasciato il gruppo da loro ideato in balia di questi personaggi…

A questo punto la domanda sorge spontanea, ci piacerebbe chiedere a questi “smanettoni” dalla pubblicità facile e invasiva che senso ha intasare i gruppi e pubblicare offerte pubblicitarie se poi alla fine, la maggior parte delle volte passano inosservate e si rischia anche di beccarsi una serie infinita di critiche, sberleffi e ingiurie. Inoltre c’è da notare che sono sempre più o meno gli stessi a pubblicare e quelli che invece passano il loro tempo a criticare in questi casi come dice il motto “Ve la suonate e ve la cantate solo voialtri”.

Insomma per concludere dalla nostra esperienza ormai i gruppi su face book hanno ben poco da dare, noi di Animandia continueremo comuque a frequentarli ad essere spettatori di questo degrado, perché fa parte del nostro lavoro, ma allo stesso tempo da osservatori neutrali, non possiamo che provare pena e sconforto per il degrado ed il basso livello cui sono caduti questi Gruppi di Animazione sorti a suo tempo con intenti e scopi ben diversi da quelli che invece sono diventati adesso.

facebook e animazione turisticam gruppi di animazione turistica su facebook | animatori turistici su facebook | l animazione turistica sul socielnetwork Facebook |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Siamo noi di Animandia i navigators dell’animazione turistica.. ecco perchè


Animandia: il mercatino di annunci dedicato all’animazione


animandia si rinnova, tanti nuovi servizi grazie al mercatino di annunci gratuiti, dedicati al settore animazione


vuoi lavorare come animatore turistico? Animandia ti spiega come fare


su Animandia tante assunzioni di ambosessi per animazione turistica


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

oggi più di ieri per le società di animazione turistica occorrono investimenti pubblicitari

oggi più di ieri per le società di animazione turistica occorrono investimenti pubblicitari
Iin questi ultimi anni, vista la scarsità di personale animazione su scala nazionale, oggi anche le grosse compagnie di navigazione stanno avendo problemi nel reclutare animatori su navi da crociera, come i tour operators e rinomate società del settore animazione sono in difficoltà nel reperire candidati, le domande sono in drastico calo rispetto a un decennio fa e che certame (continua)

Siamo noi di Animandia i navigators dell’animazione turistica.. ecco perchè

 Siamo noi di Animandia i navigators dell’animazione turistica.. ecco perchè
Il navigator è una figura professionale prevista nel decreto del Reddito di Cittadinanza 2019 (RdC) allo scopo di aiutare i cittadini a trovare un lavoro, se lo sopo è quello di aiutare i disoccupati a trovare lavoro allora anche noi di Animandia ci accostiamo alla figura dei navigators, perché da oltre 18 anni sosteniamo e favoriamo il lavoro nel settore specifico dell&rsquo (continua)

Animandia: il mercatino di annunci dedicato all’animazione

Animandia: il mercatino di annunci dedicato all’animazione
Animandia si può considerare come un punto d’incontro, tra quanti operano nel campo dell’animazione, in tutti i suoi aspetti. Il sito nasce oltre 18 anni fa dall’esigenza di dedicare uno spazio a tutti gli utenti per favorire la compravendita, lo scambio,il noleggio di tutti qui prodotti che in qualche modo trovano collocazione nel campo dell’animazione e dello spet (continua)

su Animandia tante assunzioni di ambosessi per animazione turistica

su Animandia tante assunzioni di ambosessi per animazione turistica
su Animandia è continua la ricerca, da parte delle aziende associate e su tutto il territorio Nazionale di animatori vari ruoli anche alla prima esperienza. Il lavoro si svolge presso: strutture turistiche , tour operator, aziende di servizi turistici e organizzazioni vacanze dislocate su tutto il territorio. E’ gradita ma non indispensabile precedente esperienza nel settore per il (continua)

vuoi lavorare come animatore turistico? Animandia ti spiega come fare

vuoi lavorare come animatore turistico? Animandia ti spiega come fare
Nella stagione estiva, le strutture turistiche offrono tantissime opportunità lavorative stagionali, una di queste professioni che nasconde ancora un certo fascino ed attrae ogni stagione, migliaia di candidati è quella dell’animatore turistico. La figura dall’animatore turistico, si interessa di gestire ed organizzare una serie di attività ludico ricreative, allo (continua)