Home > Cultura > La Chiesa di Scientology celebra il 69° anniversario della pubblicazione di “Dianetics”

La Chiesa di Scientology celebra il 69° anniversario della pubblicazione di “Dianetics”

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

La Chiesa di Scientology celebra il 69° anniversario della pubblicazione di “Dianetics”


Pubblicato il 9 maggio del 1950 per la prima volta, il libro “Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo”, è più volte apparso nelle classifiche dei best-seller, ed è il lavoro che costituisce la base della religione di Scientology. Si tratta infatti del resoconto di 12 anni di studio indipendente sulla mente umana effettuato da L. Ron Hubbard.

La rivista Publishers Weekly ha definito Dianetics “forse il libro non cristiano più venduto di tutti i tempi in occidente” e ha conferito a Dianetics il suo prestigioso Century Award per essere apparso per più di cento settimane sulla sua lista dei best-seller.

Dianetics (dal greco dia, attraverso, e nous, mente o anima) è la scienza della mente. Molto più semplice della fisica o della chimica, è a queste paragonabile per la precisione e per l’applicabilità pratica delle sue leggi. Contiene i principi del funzionamento della mente, che spiegano la sorgente nascosta di tutte le malattie psicosomatiche e dell’aberrazione umana.

Alla fine del 1950 erano sorti spontaneamente 150 i gruppi di Dianetics ed erano state avviate sei fondazioni di Dianetics, il cui compito era quello di sostenere L. Ron Hubbard nel suo progresso nel suo campo di ricerca, la mente umana.

Mentre i governi degli Stati Uniti e di altre nazioni del mondo cercavano di carpire i segreti del funzionamento della mente per biechi scopi di controllo sociale al fine di manipolare le menti dei soldati e dei cittadini, Dianetics offriva a tutti un modo semplice e pratico per migliorare se stessi e gli altri.

Benché persone di ogni credo e classe sociale avessero contribuito a decretare il successo "sul campo" di Dianetics sin dai primi tempi, mettendo in pratica il manuale stesso, la cosiddetta comunità scientifica (che a quel tempo premiava con un Nobel l'inventore della lobotomia, lo psichiatra E. Moniz), non accettò mai di confrontarsi con L. Ron Hubbard e con le tesi descritte nelle oltre 500 pagine di testo.

Pratiche denunciate da Hubbard come disumane e criminali quali ad esempio la lobotomia prefrontale, non si fermarono. Dovettero passare altri 4 o 5 anni, e forse 10.000 individui lobotomizzati (basti ricordare che Walter Freeman da solo ne praticò circa la metà). Per non parlare dell'elettroshock che è ancora in uso anche in Italia e bandito solo in alcune regioni.

Dianetics è disponibile in 51 lingue ed è distribuito da New Era Publications. Esiste anche come audiolibro e vi sono anche film descrittivi in formato DVD.

"E' una scienza del pensiero organizzata, fondata su ben precisi assiomi: affermazioni di leggi naturali dello stesso ordine di quelle delle scienze fisiche." L. Ron Hubbard


Fonte notizia: https://www.dianetics.org


Dianetics | Scientology | L Ron Hubbard | salute mentale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Una Nuova Chiesa di Scientology apre nel Cuore di Mosca


La Chiesa di Scientology di Melbourne : prima Chiesa ideale di Scientology sotto la Croce del Sud


Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo compie 65 anni


L. RON HUBBARD FONDATORE - PREMI E RICONOSCIMENTI


69° Anniversario di Dianetics: la forza del pensiero sul corpo


Scientology e'..


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Anche a Washington si combatte per i Diritti Umani

Anche a Washington si combatte per i Diritti Umani
Travis Ellis diffonde la conoscenza dei 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Il tasso di omicidi della capitale USA, Washington, è più che raddoppiato in soli quattro anni, spingendo i leader cittadini a definire la situazione come "emergenza". Tuttavia, l'arresto dei trasgressori non è sufficiente, dato che la metà di quelli che vengono rilasciati finisce di nuovo dietro le sbarre entro tre anni. Questi ex carcerati spesso non riescono a trovare un alloggio o un lavo (continua)

Il 16esimo Summit Internazionale per i Diritti Umani 2019

Il 16esimo Summit Internazionale per i Diritti Umani 2019
Il vertice annuale sui diritti umani di Youth for Human Rights International si tiene a New York nel Palazzo di Vetro dell’ONU, accogliendo delegazioni di giovani da tutto il mondo. Speranze e risultati concreti sono stati i temi comuni che sono stati trattati nella sessione di apertura del 16° Vertice Internazionale Annuale sui Diritti Umani, trasmesso in diretta dalla Conference Room 4 del quartier generale delle Nazioni Unite a New York. Hanno partecipato ospiti provenienti da 78 nazioni, il vertice è durato tre giorni e si è concentrato sulle comunità che lavorano pe (continua)

I diritti umani in viaggio per i sette mari con Maersk

I diritti umani in viaggio per i sette mari con Maersk
La compagnia di navigazione danese Maersk ha deciso di educare i propri dipendenti sui diritti umani. Maersk spedisce in 121 paesi del mondo, ognuno con la sua diversa situazione politica e sociale, ecco che i diritti umani sono diventati una delle principali aree di interesse dell'azienda. È una società danese di trasporto e logistica internazionale, la più grande compagnia di spedizioni di container al mondo sia per dimensioni della flotta che per capacità di carico, lavora in 343 porti d (continua)

Alla Camera dei Deputati il premio “Eroi per i Diritti Umani”

Alla Camera dei Deputati il premio “Eroi per i Diritti Umani”
Il premio Youth for Human Rights Hero Awards onora persone che cambiano la vita degli altri attraverso l’istruzione sui diritti umani. Arte e Cultura per i Diritti Umani in Italia, ha organizzato un evento presso la Camera dei Deputati italiana, una delle tante attività educative per le quali al gruppo è stato conferito il premio “Youth for Human Rights Hero”. Negli anni scorsi migliaia di giovani hanno firmato le bandiere dei diritti umani che lo scomparso alpinista Daniele Nardi ha poi portato sulle montagne più alte nelle (continua)

Perché un tossicodipendente non ascolta

Perché un tossicodipendente non ascolta
Avete mai avuto l’impressione che una persona vi stava guardando ma eravate come «trasparente» e non ascoltava una sola parola di quello che dicevate? La principale arma che si ha per far sì che un tossicodipendente accetti di essere aiutato è la comunicazione, o meglio “vera comunicazione”. Tutto ciò che include accuse, imposizioni, ricatti, recriminazioni, aggressività, sarcasmo, ironia, frecciatine, mancate risposte, afflizione, mutismo, ecc. non è vera comunicazione! Sarà solo uno scontro che avrà come unico effetto far allontanare la p (continua)