Home > Cultura > La Chiesa di Scientology celebra il 69° anniversario della pubblicazione di “Dianetics”

La Chiesa di Scientology celebra il 69° anniversario della pubblicazione di “Dianetics”

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

La Chiesa di Scientology celebra il 69° anniversario della pubblicazione di “Dianetics”


Pubblicato il 9 maggio del 1950 per la prima volta, il libro “Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo”, è più volte apparso nelle classifiche dei best-seller, ed è il lavoro che costituisce la base della religione di Scientology. Si tratta infatti del resoconto di 12 anni di studio indipendente sulla mente umana effettuato da L. Ron Hubbard.

La rivista Publishers Weekly ha definito Dianetics “forse il libro non cristiano più venduto di tutti i tempi in occidente” e ha conferito a Dianetics il suo prestigioso Century Award per essere apparso per più di cento settimane sulla sua lista dei best-seller.

Dianetics (dal greco dia, attraverso, e nous, mente o anima) è la scienza della mente. Molto più semplice della fisica o della chimica, è a queste paragonabile per la precisione e per l’applicabilità pratica delle sue leggi. Contiene i principi del funzionamento della mente, che spiegano la sorgente nascosta di tutte le malattie psicosomatiche e dell’aberrazione umana.

Alla fine del 1950 erano sorti spontaneamente 150 i gruppi di Dianetics ed erano state avviate sei fondazioni di Dianetics, il cui compito era quello di sostenere L. Ron Hubbard nel suo progresso nel suo campo di ricerca, la mente umana.

Mentre i governi degli Stati Uniti e di altre nazioni del mondo cercavano di carpire i segreti del funzionamento della mente per biechi scopi di controllo sociale al fine di manipolare le menti dei soldati e dei cittadini, Dianetics offriva a tutti un modo semplice e pratico per migliorare se stessi e gli altri.

Benché persone di ogni credo e classe sociale avessero contribuito a decretare il successo "sul campo" di Dianetics sin dai primi tempi, mettendo in pratica il manuale stesso, la cosiddetta comunità scientifica (che a quel tempo premiava con un Nobel l'inventore della lobotomia, lo psichiatra E. Moniz), non accettò mai di confrontarsi con L. Ron Hubbard e con le tesi descritte nelle oltre 500 pagine di testo.

Pratiche denunciate da Hubbard come disumane e criminali quali ad esempio la lobotomia prefrontale, non si fermarono. Dovettero passare altri 4 o 5 anni, e forse 10.000 individui lobotomizzati (basti ricordare che Walter Freeman da solo ne praticò circa la metà). Per non parlare dell'elettroshock che è ancora in uso anche in Italia e bandito solo in alcune regioni.

Dianetics è disponibile in 51 lingue ed è distribuito da New Era Publications. Esiste anche come audiolibro e vi sono anche film descrittivi in formato DVD.

"E' una scienza del pensiero organizzata, fondata su ben precisi assiomi: affermazioni di leggi naturali dello stesso ordine di quelle delle scienze fisiche." L. Ron Hubbard


Fonte notizia: https://www.dianetics.org


Dianetics | Scientology | L Ron Hubbard | salute mentale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Una Nuova Chiesa di Scientology apre nel Cuore di Mosca


La Chiesa di Scientology di Melbourne : prima Chiesa ideale di Scientology sotto la Croce del Sud


Dianetics: La Forza del Pensiero sul Corpo compie 65 anni


L. RON HUBBARD FONDATORE - PREMI E RICONOSCIMENTI


69° Anniversario di Dianetics: la forza del pensiero sul corpo


SCIENTOLOGY E' ...


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Biscotti alla marijuana: due fidanzati all’ospedale

Biscotti alla marijuana: due fidanzati all’ospedale
La marijuana è una sostanza tossica, e bisogna trattarla come tale; la propaganda che la posiziona come “naturale” e “curativa” mette in pericolo la salute delle persone. A Bologna uno studente universitario, dopo aver acquistato dei biscotti per strada da uno sconosciuto, li ha consumati e li ha offerti alla fidanzata, minorenne. Successivamente entrambi hanno accusato forti dolori gastrointestinali, e sono stati ricoverati al pronto soccorso. Il ragazzo ha poi confessato che i biscotti avevano la marijuana tra gli ingredienti. Per fortuna la quantità di so (continua)

Aumentano i ricoveri al pronto soccorso per avvelenamento da marijuana

Aumentano i ricoveri al pronto soccorso per avvelenamento da marijuana
Un nuovo studio statunitense rileva un deciso aumento dei giovani che vengono ricoverati in ospedale dopo aver abusato di marijuana. La marijuana è una droga e in quanto tale è una sostanza tossica. La propaganda criminale che la tenta di posizionarla come “naturale”, “innocua” o addirittura “curativa” ha causato non solo un aumento nel suo uso, ma anche una maggiore inconsapevole leggerezza in chi si avvicina a questo stupefacente. Uno studio pubblicato nel 2017 dal “National Insitute of Health” degli Stati Uniti, di H (continua)

La marijuana è una medicina? Una pericolosa bugia

La marijuana è una medicina? Una pericolosa bugia
La propaganda sulla marijuana è infarcita di notizie del tutto false, soprattutto riguardo al fatto che tale droga abbia un uso medico. La marijuana non è una medicina. È un termine gergale per una pianta della famiglia della cannabis che contiene più di 60 diverse sostanze cannabinoidi e oltre 80 composti biologicamente attivi. Usare il termine “marijuana” al posto del THC (la sostanza tossica che dà lo “sballo) sarebbe come usare l’albero del salice al posto dell'acido “acetilsalicilico” (il principio attivo dell'aspirina). (continua)

In Scozia si muore per droga 4 volte di più che nel resto del Regno Unito

In Scozia si muore per droga 4 volte di più che nel resto del Regno Unito
La quantità delle morti per overdose in Scozia è incredibilmente superiore a qualsiasi altra parte d’Europa. Le morti per overdose di droga avvengono in tutto il mondo, ma ci sono alcune zone dove si concentrano particolarmente. La Scozia è una di quelle: oltre 1200 vittime l’anno scorso, che equivalgono a 315 morti per milione di abitanti. Questi numeri sono incredibilmente alti, soprattutto se rapportati a quello globale del Regno Unito, 76 per milione, o a quello dell’Italia, 9 per milione. Una v (continua)

Una famiglia all’ospedale avvelenata dalla cannabis light

Una famiglia all’ospedale avvelenata dalla cannabis light
In seguito all’ingestione di una torta confezionata con la “marijuana light” come ingrediente, una famiglia della provincia di Ferrara è finita al pronto soccorso. Mentre i negozi di cannabis light sono ormai ampiamente diffusi in tutta Italia, c’è chi ancora crede alla favola che tale sostanza non sia una droga. E purtroppo ci sono anche degli irresponsabili che somministrano la cannabis light ad altri a loro insaputa, per fare uno scherzo di cattivo gusto. È quello che è successo in provincia di Ferrara: una 25enne invitata a pranzo dalla famiglia (continua)