Home > Cibo e Alimentazione > La chianina in festa per la “La valle del Gigante Bianco”

La chianina in festa per la “La valle del Gigante Bianco”

articolo pubblicato da: marcocavini | segnala un abuso

La chianina in festa per la “La valle del Gigante Bianco”

Due fine settimana dedicati alla chianina nella sua zona d’origine. Da venerdì 24 a domenica 26 maggio e da venerdì 31 maggio a domenica 2 giugno si terrà la quindicesima edizione de “La valle del Gigante Bianco” che, con sede principale a Bettolle ma dislocata tra varie località della Valdichiana aretina e senese, proporrà un ricco calendario di appuntamenti tra rievocazioni storiche, visite agli allevamenti, percorsi cicloturistici, convegni e, ovviamente, degustazioni. L’intero programma sarà animato dalla volontà di far scoprire e valorizzare la razza bovina più nota al mondo che rappresenta un volano per lo sviluppo economico e turistico della vallata. La rassegna è organizzata dagli Amici della Chianina in collaborazione con il comune di Sinalunga e con il Consorzio di Tutela del Vitellone Bianco dell’Appenino Centrale, con il coinvolgimento di tante associazioni, enti e istituzioni delle due provincie interessate.

I primi tre giorni saranno caratterizzati da due iniziative principali: il sabato sera è in programma la quarta edizione della cena di degustazione “100 bistecche di Chianina - Limited Edition” dedicata al taglio più pregiato del bovino, mentre il giorno successivo tornerà il raduno “Auto e moto vintage” e la ciclo-pedalata “Borghi & Chianina” che porterà alla scoperta turistica degli antichi borghi fortificati e delle fattorie monumentali di Sinalunga. Il secondo fine settimana, invece, sarà caratterizzato per tutti i tre giorni da un appuntamento atteso e partecipato quale “Stalle di chianina aperte” che proporrà una visita ai principali allevamenti di razza chianina dislocati in Valdichiana tra Arezzo e Siena con possibilità di degustazioni in loco. Sabato 1 giugno, alle 15.00, è in calendario una tavola rotonda dedicata ai 150 anni dalla nascita del professor Ezio Marchi, il padre dell’odierno allevamento della chianina, che sarà seguita dal momento formativo tra diversi tagli di carne de “La grande disfida della chianina” e dalla cena di gala “Chianina in tavola” presso la dimora Il Casato. L’ultimo evento sarà la decima rievocazione storica del matrimonio contadino in Valdichiana con una vera e propria ricostruzione in abiti d’epoca della tipica cerimonia nuziale agricola, dei cortei e dei balli degli anni ‘50. Tutti i sei giorni de “La valle del Gigante Bianco”, inoltre, proporranno concerti, spettacoli, laboratori e tante altre attività per grandi e piccoli, oltre alla possibilità di provare i piatti dell’Osteria della Chianina e il cibo di strada dello Streetfood del Gigante Bianco. «La Valdichiana è conosciuta in tutto il mondo come la zona d’origine della chianina - commenta Giovanni Corti, presidente degli Amici della Chianina, - e questa razza bovina è stata un importante motore per lo sviluppo socio-economico dell’intero territorio. “La valle del Gigante Bianco”, dunque, tornerà ad essere un’occasione per riscoprire questo stretto legame attraverso tante iniziative legate alla valorizzazione dell’enogastronomia, della storia, della cultura e delle tradizioni locali».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Enogastronomia, bici e motori: al via “La valle del Gigante Bianco”


Enogastronomia e arte: tanti eventi collaterali per La Chianina 2019


Chianinavalley.eu, nasce il portale per la valorizzazione della Valdichiana


GRAN FINALE PER LA COPPA EUROPA. NOMI DI SPICCO A PILA, LA THUILE E COURMAYEUR


FINALI DI COPPA EUROPA 2012 IN VALLE D’AOSTA: MENO DI UN MESE AL GRAN FINALE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il raduno nazionale VespArezzo verso un’edizione virtuale

Il raduno nazionale VespArezzo verso un’edizione virtuale
Il raduno nazionale VespArezzo 2020 si appresta a vivere una speciale edizione virtuale. L’attuale situazione sanitaria ha motivato il Vespa Club Arezzo a modificare la formula dell’ormai celebre appuntamento dell’1 maggio che si ripete ininterrottamente dal 2002 e che, per la prima volta, non si terrà su strada ma sul web. L’obiettivo è infatti di tenere un (continua)

Donazioni e affetto: una rete di solidarietà intorno alla Casa Pia

Donazioni e affetto: una rete di solidarietà intorno alla Casa Pia
Una rete di solidarietà intorno alla Casa di Riposo “V. Fossombroni”. Lo storico istituto cittadino, conosciuto come Casa Pia, sta ricevendo donazioni quotidiane da parte di associazioni, aziende e privati che hanno scelto di far sentire la loro vicinanza agli ospiti e agli operatori in un momento di particolare isolamento. Questo moto di generosità ha permesso alla strut (continua)

Aneddoti e ricordi per vivere il borgo di Raggiolo ai tempi del Coronavirus

Aneddoti e ricordi per vivere il borgo di Raggiolo ai tempi del Coronavirus
Una raccolta di storie, ricordi e aneddoti per vivere un piccolo borgo montano nei giorni del Coronavirus. L’iniziativa riguarda Raggiolo in Casentino ed è motivata dall’obiettivo di rompere l’isolamento causato dall’attuale situazione sanitaria attraverso una positiva condivisione di pensieri e di emozioni che è stata promossa dalla Brigata di Raggiolo. Quest (continua)

Stop al campionato: termina la stagione della Union Rugby Arezzo

Stop al campionato: termina la stagione della Union Rugby Arezzo
Stop ai campionati di rugby. La federazione ha reso nota la sospensione definitiva della stagione 2019-2020 e la mancata assegnazione di titoli, promozioni e retrocessioni, dunque la Union Rugby Arezzo archivia la sua prima esperienza nella serie C1 nazionale con un ottavo posto. Quattro vittorie e sette sconfitte è il bilancio di una società che, costituitasi la scorsa estate, avev (continua)

Scuola Basket Arezzo, la stagione sportiva di pallacanestro è terminata

Scuola Basket Arezzo, la stagione sportiva di pallacanestro è terminata
La stagione sportiva 2019-2020 di pallacanestro è terminata. Ad averlo comunicato è stata direttamente la federazione che, a fronte dell’attuale situazione sanitaria, ha optato per la conclusione di tutti i campionati e le manifestazioni organizzate dai comitati regionali, interrompendo ogni attività dal minibasket alla serie C. Giunge al capolinea, dunque, anche la stag (continua)