Home > News > Ufficialmente nominati in Campidoglio gli Ambasciatori del Doc Italy

Ufficialmente nominati in Campidoglio gli Ambasciatori del Doc Italy

articolo pubblicato da: peppebar | segnala un abuso

Ufficialmente nominati in Campidoglio gli Ambasciatori del Doc Italy
La Campania grande protagonista insieme a tutte le regione d’Italia Di successo in successo, gli eventi che l’ANDI realizza, stanno ottenendo risultati al di sopra d’ogni aspettativa per promuovere il Doc Italy, non solo in Italia, ma nel mondo intero. Dopo il grande successo del Premio Doc Italy Roma Capitale del 19 maggio a Palazzo Rospigliosi, un nuovo evento memorabile ha reso Roma Capitale delle Eccellenze. Il 21 maggio sarà una data da ricordare in cui la “Città Eterna” ha accolto i Maestri del Fare, del Sapere e del Dare di tutta Italia nella storica e emblematica cornice della sala Protomoteca in Campidoglio. Interventi sentiti da parte di tutti gli Ambasciatori, hanno accompagnato un intero pomeriggio, con una magistrale conduzione a cura della Giornalista Rai Camilla Nata e del Conduttore Anthony Peth. Alla presenza di rappresentanti illustri dalla Corea all’India, i volti e il cuore del vero Made in Italy, sono andati in scena e hanno sintetizzato la filosofia e la Mission di Doc Italy. Gli “Ambasciatori Doc Italy”, nel ricevere la pergamena di riconoscimento, hanno espresso il loro impegno nel prodigarsi per assolvere il mandato ricevuto con parole arricchite da accenti e dialetti patrimonio dei loro territori. La presidente dell’Associazione Nazionale Doc Italy Tiziana Sirna, dopo aver omaggiato tutti i presenti “grazie ai quali un sogno stava diventando realtà”, ha ribadito le caratteristiche che accomunano gli Ambasciatori Doc Italy, la filosofia e l’alto compito per la quale sono stati scelti. Gli Ambasciatori Doc Italy sono stati insigniti di questo ruolo per il loro Amor Patrio, per la Passione, la Dedizione, l’Impegno con cui svolgono il proprio lavoro “ognuno nel settore di propria competenza”. La loro Mission è svolta istintivamente, essendo loro “MODELLI” di comportamento caratterizzati da straordinarie carriere, altissimo spessore e grande umiltà. Un esempio per noi tutti e la speranza per un futuro pregno d’”ECCELLENZA”. La loro Etica, la loro Morale, l’attaccamento ai propri territori e le loro tradizioni li porta “NATURALMENTE” con le loro vite a promuovere il Made in Italy, le sue Eccellenze e la propria identità Nazionale. La Presidente Sirna ha ribadito che: “Con o senza il supporto delle istituzioni il percorso Doc Italy, partito nel 2013, proseguirà con la stessa tenacia e volontà al fine di rendere l’Italia il “Primato Mondiale dell’Eccellenza”, non solo sulla carta, ma anche nei numeri, promuovendo le migliaia di tesori che la rendono nota al mondo. Questa tappa, se pur importante, è solo l’inizio di un cammino a tutela e promozione del Made in Italy e dei suoi più illustri rappresentanti”. Una sala gremita di Ambasciatori Doc Italy, giornalisti e personaggi di spicco dell’Italia, ha messo in luce le potenzialità di un gran numero di persone che amano la loro nazione e con abnegazione, dedizione, impegno, grande volontà di vederla sempre più emergere ed essere protagonista della scena mondiale, dedicano volontariamente e senza scopo di lucro, impegnando gratuitamente il loro tempo, anche quello che potrebbe essere necessario al rilassarsi, per perseguire in ogni occasione gli obiettivi dell’Associazione Nazionale Doc Italy. Insieme a storici Ambasciatori del Doc Italy, che hanno ricevuto la pergamena ufficiale di nomina dal sodalizio, come i due conduttori che da sempre hanno presentato gli eventi organizzati dalla Sirna, Camilla Nata Ambasciatrice Doc Italy per il Piemonte e Anthony Peth Ambasciatore Doc Italy per la Sardegna, in Campidoglio ha ricevuto la stessa onorificenza il giornalista enogastronomo Giuseppe De Girolamo, che in qualità di Ambasciatore del Doc Italy per la regione Campania, sin dalla nascita dell’Andi, è stato interpellato dalla Presidente del Doc Italy per proporre i nomi di prestigiose persone anch’esse volenterose del seguire gli obiettivi che l’ANDI si propone e dopo una attenta valutazione della commissione di nomina all’incarico altri personaggi di spicco campani sono stati chiamati a portare avanti la nobile “Mission”. Gli Ambasciatori dell’Associazione Nazionale Doc Italy che hanno ricevuto l’attestato fra i 101 che per rispettivi impegni nella professione nella quale operano sono stati scelti dalla presidente Tiziana Sirna per rappresentare in Italia e nel mondo il Doc Italy e sempre nella grande sala Protomoteca del Monte Capitolino hanno ricevuto il riconoscimento sono: per la Pizza Campania il Maestro Gino Sorbillo, per le Pizzerie Centenarie il Maestro Salvatore Grasso, per la Innovazione nella pizza per Caserta il Maestro Giuseppe Vitiello, per l’Accoglienza Campania il Maître Dario Duro, per le pizze fritte Napoli la Maestra pizzaiola Lella Gallifuoco, per la Pasticceria Campania il Maestro pasticciere Dario Santarelli. Inoltre fra i tanti Ambasciatori nominati, non mancano altri nomi che, anche se residenti in altre regioni, vantano origini campane come l’Ambasciatrice del Bere Doc Italy Roma, Sommelier Chiara Giannotti e numerosi altri, vanto di un ampio panorama di professionisti che l’Andi possiede come rappresentanti in ogni campo del Doc Italy. Dall’enogastronomia, all’Arte, alla musica e per la Comunicazione Salvatore Vaccaro, per la Santa Romana Chiesa Mons. Luigi Francesco Casolini Di Sersale, per Artigiani della Bellezza internazionale Anna Brunella e Luca Barile, per la Solidarietà Maria Grazia Passeri, per i Giovani Imprenditori Gianluca Moras, per la Recitazione ricordiamo Fioretta Mari, per la Bellezza Nazionale Nadia Bengala, per l’Accoglienza nazionale Luca Vissani, per il Gusto il Maestro pasticciere Ciro Chiazzolino, per l’Olio Mauro Marciani, per l’Internazionalizzazione Silvia Landucci, per l’Etica il Conte Giuseppe Quirini, per la Cultura il Maestro Marco Orlandi. Tanti ancora i nomi per i vari settori e per le varie regioni che hanno ricevuto il significativo e importante attestato e fra questi vogliamo ricordare quello della giornalista Ivana Cretier Ambasciatrice Doc Italy per la Valle D’Aosta in rappresentanza di tutti avendo, come in altre occasioni condotto le interviste a tutti i premiati, per la realizzazione del video documentazione di evento che Tiziana Sirna fa produrre in ogni manifestazione che realizza. Altre info su: http://www.associazionenazionaledocitaly.it/site/2017/01/ambasciatori-doc-italy/ www.associazionenazionaledocitaly.it. Joseph Peppebar

DocItaly |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I vini veneti si raccontano in enoteca": un viaggio nel territorio fra degustazioni delle eccellenze enogastronomiche regionali, arte, sport, cultura


ADF Award 2020: premiato Arnistil di DOC Ofta per il packaging più innovativo in farmacia


La Campania protagonista a Doc Italy


Gran successo al Palazzo Rospigliosi a Roma per la 7a edizione del Premio Internazionale Doc Italy assegnato dall’ANDI


Quer pasticciaccio brutto de via Peio che Marino ha ignorato


Il mondo del vino si riunisce a Viticoltura Enologia


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni
La pizza napoletana fatta in casa è una delle maggiori delizie di cui si può godere in questi giorni di vita casalinga. Lo ribadisce Francesco Di Ceglie della pizzeria “Il Monfortino”, reduce da successi e riconoscimenti prestigiosi. «Ho iniziato la carriera da pizzaiolo a 14 anni e dopo tanti sacrifici ho aperto con il socio Fabio Russo la pizzeria “Il Monfortino” a Centurano, una frazione di Cas (continua)

Battaglia (UNSA): "Grido di dolore, basta ammalati e morti nella PA" Lettera a Conte e Dadone: "Più controlli e sanzioni, il decreto non basta"

 Battaglia (UNSA):
"Dopo l’ennesima nota sulle inadempienze nel pubblico impiego inviata al Governo nella giornata di ieri, continuano a pervenire segnalazioni di assembramenti negli uffici pubblici". Lo afferma in una nota Massimo Battaglia, segretario generale della federazione Confsal-UNSA. "Il nostro è un grido di dolore e rabbia che aumenta giorno dopo giorno, perché abbiamo notizie di colleghi che continuano (continua)

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus
Il ricordo di chi l’ha intervistata anni addietro Ancora una vittima illustre. Ricoverata all’ospedale di Segovia (Spagna) in seguito Covid -19, si è spenta Lucia Bosé, in una solitudine che certo, più di tanti, non avrebbe mai voluto si verificasse. Il figlio Miguel, dal Messico dove vive con due dei quattro figli, ne ha dato informazione su Twitter scrivendo “è già nel migliore dei posti". La (continua)

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus
“Paese soffre, ma emergono sacrificio ed eccellenze di Sanità e funzioni centrali” «Mentre l’emergenza Coronavirus non dà tregua, i lavoratori dello Stato, da sempre bistrattati, stanno mettendo in campo le risposte più coraggiose che ci si possa aspettare, con grande spirito di sacrificio, nonostante i rischi e con grande professionalità, senso di responsabilità e dello Stato. Il nostro pensier (continua)

Portici si è arricchita di una pizzeria dalle radici storiche

Portici si è arricchita di una pizzeria dalle radici storiche
In piazza San Ciro, “Da Tonino Salvo”, troviamo la storicità della Pizza La pizza nasce da ingredienti semplici e da insegnamenti antichi che nel tempo, tramandarsi di generazione in generazione, solo dalle nostre parti, hanno saputo divenire scuola. Ad esempio Antonio e Sebastiano Salvo, rappresentano la quarta generazione di una attività di pizzaioli in espansione, i due maestri pizzaioli affer (continua)