Home > Informatica > WhatsApp si scopre vulnerabile, a rischio milioni di utenti

WhatsApp si scopre vulnerabile, a rischio milioni di utenti

articolo pubblicato da: Elygiuliano | segnala un abuso

WhatsApp si scopre vulnerabile, a rischio milioni di utenti

In questi giorni WhatsApp ha confermato ufficialmente una vulnerabilità dell’app che avrebbe permesso l’installazione di uno spyware in grado di mettere a rischio i propri utenti.

Sfruttando questo malware eventuali criminali avrebbero potuto accedere ai dati delle vittime utilizzando un semplice messaggio vocale e, terminate le proprie attività, uscire dal sistema infettato senza lasciare tracce.

Dopo aver analizzato la vulnerabilità, Facebook ha immediatamente rilasciato un aggiornamento per risolvere la problematica su WhatsApp, esortando al tempo stesso tutti gli utenti ad applicarlo per proteggere la propria privacy.

Adesso resta da verificare quali siano i danni prodotti dalle eventuali violazioni e quanti utenti ne siano stati vittima, senza dimenticare di identificare l’autore dello spyware, che stando alle prime indagini potrebbe essere un’azienda di sicurezza informatica israeliana.

Le versioni interessate dalla vulnerabilità sono WhatsApp per Android precedente alla v2.19.134, WhatsApp Business per Android precedente alla v2.19.44, WhatsApp per iOS precedente alla v2.19.51, WhatsApp Business per iOS precedente alla v2.19.51, WhatsApp per Windows Phone precedente alla v2.18.348 e WhatsApp per Tizen precedente alla v2.18.15.

ESET Italia invita tutti gli utenti, sia Apple che Android, ad aggiornare quanto prima WhatsApp e controllare il proprio dispositivo con una valida soluzione antimalware.

 

Per ulteriori informazioni su ESET è possibile visutare il link www.eset.it

ESET | Whatsapp |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Terna primo trimestre 2014, salgono Utile e Ebitda


Come aggiornare e formare con efficacia un datore di lavoro RSPP


Regole e normative sui corsi antincendio in azienda


Terna Trimestrale 2014 chiuso primo trimestre con un utile netto in crescita


Apple e il mito dell'ecosistema inespugnabile


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Nuovo importante accordo siglato dalla Polizia di Stato per combattere la criminalità informatica

Nuovo importante accordo siglato dalla Polizia di Stato per combattere la criminalità informatica
ESET Italia è orgogliosa di poter condividere sulle pagine del proprio blog i dettagli dell’ultimo accordo tra Polizia di Stato e la Commissione nazionale per le società e la Borsa (Consob), una convenzione che certamente porterà enormi benefici nella protezione di aspetti fondamentali nell’economia del nostro paese. Di seguito il comunicato integrale ripreso da (continua)

Industria Felix premia Future Time – ESET Italia come Migliore Piccola Impresa del Lazio

Industria Felix premia Future Time – ESET Italia come  Migliore Piccola Impresa del Lazio
Future Time Srl, distributore esclusivo delle soluzioni ESET in Italia, è orgogliosa di aver ricevuto il prestigioso riconoscimento del magazine Industria Felix come Migliore Piccola Impresa del Lazio. Future Time – ESET Italia è stata scelta tra oltre 9800 società di capitali con sede legale nel Lazio e fatturati compresi tra i (continua)

Adolescenti e tecnologia: come evitare la dipendenza dei più piccoli

Adolescenti e tecnologia: come evitare la dipendenza dei più piccoli
Lo smartphone è ormai una presenza costante nella vita di ogni individuo, ma soprattutto fra i più giovani rischia di diventare una vera e propria dipendenza. Con la sua immediatezza, la Rete offre molteplici vantaggi legati a diversi aspetti della vita quotidiana, dall’apprendimento all’informazione passando per la connessione fra coetanei. Ma come per ogni aspetto, (continua)

ESET: nuova campagna di spam estorsivo ai danni degli utenti italiani

ESET: nuova campagna di spam estorsivo ai danni degli utenti italiani
I ricercatori di ESET, il più grande produttore di software per la sicurezza digitale dell’Unione europea, hanno rilevato una nuova ondata di email fasulle che tentano con l’inganno di estorcere denaro ai destinatari: il criminale informatico nel messaggio dichiara di aver hackerato il sistema operativo e di aver ottenuto l’accesso completo all’account dell’u (continua)

GlobalCoin: in arrivo la valuta made in Facebook

GlobalCoin: in arrivo la valuta made in Facebook
Dopo le voci dei mesi passati, la possibilità per Facebook di creare la propria criptovaluta sembrerebbe ormai realtà. Il progetto era nell’aria da tempo, l’idea di Mark Zuckerberg di creare una moneta virtuale a disposizione dei suoi quasi due miliardi e mezzo di utenti starebbe quindi prendendo corpo. Nessuna conferma dal diretto interessato ma secondo la BBC che ha (continua)