Home > News > Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani

Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani

scritto da: Affaripubblicipadova | segnala un abuso

Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani


 I volontari di Scientology di Senigallia sabato pomeriggio si riverseranno sul lungo mare di Senigallia per diffondere la conoscenza dei 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

La Chiesa di Scientology e gli scientologist supportano “Uniti per i Diritti Umani”, un movimento internazionale con oltre 150 sezioni e il suo materiale educativo, tradotto in 27 lingue, porta il messaggio dei diritti umani in 195 nazioni. Gli annunci di pubblica utilità di Gioventù per i Diritti Umani e il film didattico “La Storia dei Diritti Umani” vengono trasmessi ogni anno in decine di paesi da centinaia di stazioni televisive. Inoltre mettono a disposizione gratuitamente il materiale informativo. Lo fanno in molti modi e in ogni dove con molte iniziative, come quella che si svolgerà a Senigallia questo fine settimana.

Di educare al rispetto tramite i diritti umani se ne è parlato alle Nazioni Unite nel 16° Summit Internazionale di “Gioventù per i Diritti Umani”, che si è tenuto dal 27 al 29 giugno, presso la sede delle Nazioni Unite, a New York. Presenti delegati di 45 nazioni, 7 dall’Italia.

Il summit ha riunito giovani delegati in rappresentanza di 45 nazioni con ambasciatori dell'ONU e leader della società civile per sostenere la loro missione e consentire di realizzare obiettivi per un futuro in cui rispetto, dignità e pace siano valori fondanti della società.

Presenti 7 italiani in rappresentanza di 3 associazioni di promozione e tutela dei diritti umani e dei giovani attivi nel farli conoscere.

Beth Akiyama, direttrice dell'ufficio per le questioni di competenza nazionale della Chiesa di Scientology di Washington DC, nel suo intervento finale ha detto: “Ecco che cosa può fare l'educazione con i materiali informativi di Gioventù per i Diritti Umani incentrati sulla Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Nell'ultimo anno il curriculum completo sui diritti umani è stato fornito a 4.566 insegnanti. Otre 5.800 scuole hanno ottenuto e consegnato il materiale per l'educazione sui diritti umani di Gioventù per i Diritti Umani. Oltre 774.000 giovani hanno ricevuto opuscoli che descrivono gli articoli della Dichiarazione Universale.”

Speranza e realizzazione erano i temi comuni di cui si è parlato durante la sessione di apertura del sedicesimo summit, trasmesso in diretta dal 27 giugno nella sala delle conferenze della sede delle Nazioni Unite, a New York. Il programma, organizzato da Gioventù per i Diritti Umani International, è stato patrocinato dalla Missione permanente di El Salvador delle Nazioni Unite, con l’aiuto delle missioni permanenti delle Nazioni Unite del Ghana, Moldova, Gambia e Sierra Leone.

Nel suo messaggio video ai giovani delegati, il premio Nobel per la pace José Manuel Ramos-Horta, ex presidente di Timor Est, li ha esortati a continuare la loro missione per rendere i diritti umani una realtà.

Durante il Summit è stato consegnato il premio “Eroe per i Diritti Umani” a coloro che, grazie alla loro iniziativa e coraggio, hanno divulgato in modo significativo e fatto applicare i diritti umani nelle rispettive nazioni e comunità.

Elena Martini, presidente dell’associazione “Arte e Cultura per i Diritti Umani” ha ricevuto l’ambito premio per l’importante contributo dato alla divulgazione dei principi della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani in centro Italia. Grazie al suo lavoro più di 20.000 studenti hanno assistito a conferenze educative sul tema dei diritti umani con risultati davvero incoraggianti.

I giovani delegati e gli ambasciatori che partecipano al summit annuale vengono selezionati in base ai risultati concreti nel risolvere i conflitti, promuovere la parità dei sessi, affrontare il traffico di esseri umani e altre violazioni nei loro paesi.

Il summit ha offerto ai giovani l'opportunità di entrare in contatto con coetanei di altre nazioni e di trarre beneficio dall'esperienza di funzionari e ONG di tutto il mondo che condividono il loro impegno nel promuovere i diritti umani.

Toccante è stata la manifestazione tenuta nella stazione centrale di NY dove i giovani delegati hanno distribuito opuscoli e letto i 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

Negli ultimi 16 anni il summit si è trasformato in una piattaforma per stabilire partnership e amicizie internazionali con i delegati di oltre 70 paesi.

Gioventù per I Diritti Umani International (YHRI) è la componente giovanile di Uniti per i Diritti Umani (UHR). È un'organizzazione mondiale no-profit fondata nel 2001 con lo scopo di insegnare ai giovani la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani per ispirarli a diventare sostenitori del rispetto tra le persone di ogni etnia, razza, sesso, fede religiosa ed età.

Per informazioni visita il sito: www.youthforhumanright.org



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


Che cosa c’è di terribile nella società?


Apprendere i Diritti Umani - SERVIZI ON-LINE PER L’ISTRUZIONE


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

COME USARE I CORRETTI PROCOLLI RIDUCE IL RISCHIO CONTAGIO

MATERIALE INFORMATIVO DISPONIBILE AL CENTRO DELLE RISORSE PER LA PREVENZIONE Ognuno di noi può fare la differenza anche in questa situazione di pandemia, bisogna continuare a mantenere le corrette azioni di prevenzione individuale.Ecco un video tutorial da visionare e condividere, dal titolo Come mantenersi in buona salute Per il bene di chi ci circonda bisogna continuare a prendersi cu (continua)

LA VERITA SULL'ECSTASY: la droga è droga come la morte è morte!

Anche se la MDMA produce effetti dannosi, ciò che oggi viene chiamata ecstasy può contenere un grande miscuglio di sostanze: da LSD, cocaina, eroina, anfetamine e metanfetamine, a veleno per topi, caffeina, sostanze per eliminare parassiti intestinali dai cani, ecc. Continuare senza sosta prevenzione alla droga; ecco l’impegno dei volontari Mondo libero dalla droga della Romagna che anche mercoledì saranno in centro a Rimini per una distribuzione a tappeto di copie degli opuscoli La verità sull’ecstasy. Sull'ecstasy sono stati condotti moltissimi studi. Essi dimostrano che: l'assunzione di Ecstasy può provocare un'insufficienza epatica, come nel c (continua)

Come Affrontare le Difficoltà di Studio?

Come Affrontare le Difficoltà di Studio?
Strumenti efficaci per studenti, insegnanti e genitori. Nel 2020 gli studenti italiani, e non solo, hanno dovuto approcciarsi ad una nuova modalità: quella della didattica a distanza.  Ma che ripercussioni ha avuto la DAD sugli studenti?Il 28% degli studenti dichiara infatti che almeno un loro compagno di classe dal lockdown della scorsa primavera ad oggi avrebbe smesso di frequentare le lezioni (tra questi, un quarto ritiene che siano add (continua)

VOLONTARI IN AZIONE: PULIZIA DELLA PINETA DI ZADINA

Prendersi cura dell’ambiente è uno dei precetti de La via della felicità che da anni ispira i volontari romagnoli ad impegnarsi in attività di bonifica di spiagge libere e aree verdi delle principali località. Per riprendere l’attività, lunedì18 gennaio, i volontari “La via della felicità -Amici di L. Ron Hubbard” si ritroveranno a Zadina armati di sacchi e guanti, (continua)

L’importanza di far conoscere e rispettare i Diritti Umani specie in questo particolare momento storico.

Continua la campagna informativa Uniti per i diritti umani a Cervia La confusione generata dalla situazione attuale sta mettendo a dura prova la stabilità sociale. Molte scelte, sanitarie o economiche che stiamo vivendo per far fronte alla pandemia, sembrano ledere alcuni diritti per tutelarne altri. Quindi cos’è la cosa più giusta da fare? La dichiarazione Universale dei diritti uma (continua)