Home > Arte e restauro > L'arte sensoriale di Piergió

L'arte sensoriale di Piergió

articolo pubblicato da: elenagolliniartblogger | segnala un abuso

L'arte sensoriale di Piergió

"Il colore è il mezzo che consente di esercitare un influsso indiretto sull'anima. Il colore è il tasto, l'occhio il martelletto, l'anima è il pianoforte dalle molte corde. L'artista è una mano che toccando questo o quel tasto mette in vibrazione l'animo umano" (Vasilij Kandinskij). In perfetta sinergia con queste autorevoli riflessioni si articola il percorso creativo di PierGió. Per lui ovunque noi siamo rilasciamo vibrazioni e qualsiasi cosa tocchiamo trasferiamo in essa parte di noi stessi e la nostra presenza rimane nel tempo, come ricordo carico di palpitante fremito emozionale. La pittura diventa esperienza sensoriale completa, dove i cinque sensi vengono appagati e stimolati dal comparto emozionale. PierGió interpreta l'arte come emozione a tutto tondo e vuole emozionarsi e fare emozionare lo spettatore con sempre nuovi e incalzanti incipit.

La dottoressa Elena Gollini ha commentato: "Per PierGió la libertà artistica equivale alla libertà morale e intellettuale di uomo e artista che sa stare al passo con i tempi ed è consapevole del proprio ruolo sociale. Le opere contengono un arcobaleno cromatico ricco, corposo, multicolore che si accende di luce, di bagliori luminosi, di vitalità energizzante. Il suo sguardo attento cura ogni dettaglio e particolare trovando soluzioni estetiche molto coinvolgenti, senza però mai tralasciare l'aspetto sostanziale che arricchisce e integra con intelligente calibratura".

PierGió cerca la luce della creatività in se stessa e la trasferisce nelle opere. La sua inclinazione artistica si può accostare a quel movimento culturale vicino alla corrente surrealista che si diffuse in Francia e poi nel resto dell'Europa del Novecento coinvolgendo tutte le arti visive. Il principale teorico André Breton venne influenzato dal saggio "L'interpretazione dei sogni" scritto da Sigmund Freud rivendicando l'importanza del sogno, della componente onirica e della sfera emozionale ed emotiva inconscia all'interno del processo creativo. L'arte di PierGió in linea con queste concezioni è associabile a concetti come parole libere, pensieri e immagini senza freni inibitori, che si sviscerano in modo assolutamente spontaneo e incondizionato. PierGió accoglie la concezione dell'irrazionale perpetrata nel linguaggio surrealista bretoniano e la fa sua, designando ogni libera espressione come fantasia pura, scaturita dall'anima e dal cuore. Secondo PierGió libera espressione è sinonimo anche di libertà da ogni imitazione copiativa ed emulazione pedissequa e si trasmette di rimando nella sfera interiore e spirituale. PierGió è portavoce convinto e fautore di un'arte che sa liberare le pulsioni più profonde, attribuendo particolare rilievo al cammino di evoluzione esistenziale accanto a quello di crescita artistica.

PierGió | pierluigi di michele | artista | artisti | arte | art | italia | italiano | italiana | pittore | pittura | scultore | scultura | opere | opera | mostra | mostre | esposizione | collettiva | collettive | personale | biennale | roma | pescara | architetto | architettura |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Intervista - Riflessioni di Rosanna Gaddoni sull'arte

Intervista - Riflessioni di Rosanna Gaddoni sull'arte
Rosanna Gaddoni è una pittrice e disegnatrice nata a Forlì, ma che da qualche anno vive e lavora nei Paesi Bassi. La sua arte parla di emozioni, vulnerabilità e umanità, e ogni aspetto dell’espressione visuale che include immagini, colori e che comunica emozioni, la attrae. Di seguito l'intervista. D: Quale pittore nella storia dell'arte rispecchia maggiormente l (continua)

Graziano Ciacchini in mostra personale a Bolgheri

Graziano Ciacchini in mostra personale a Bolgheri
Si rinnova l'importante appuntamento espositivo per Graziano Ciacchini che sarà protagonista anche quest'anno di una mostra personale a Bolgheri. L'esposizione verrà allestita presso la sala del Centro Civico in Largo Nonna Lucia 5 con inaugurazione in data Giovedì 1 Agosto dalle ore 19. La mostra resterà in loco fino al 7 Agosto ed è visitabile ad ingresso liber (continua)

Grande attesa per la mostra personale di Graziano Ciacchini

Grande attesa per la mostra personale di Graziano Ciacchini
Grande attesa a Bolgheri nel cuore della Toscana per la mostra pittorica di Graziano Ciacchini che si terrà dal 1 al 7 Agosto 2019 presso la sala del Centro Civico in Largo Nonna Lucia 5. Il vernissage inaugurale è previsto per Giovedì 1 Agosto dalle ore 19.00 con ingresso libero al pubblico. Nell'individuare le componenti distintive della sua pittura la dottoressa Elena Goll (continua)

Il poeta Alessandro Sammarini nel respiro leopardiano dell'anima

Il poeta Alessandro Sammarini nel respiro leopardiano dell'anima
"La poesia malinconica e sentimentale è un respiro dell'anima" (Giacomo Leopardi). Per Alessandro Sammarini la poesia è concepita come flusso emotivo, che si sprigiona e prende vita. Non è possibile isolare le sequenze auliche in fotogrammi singoli, poiché la narrazione si intreccia e si fonde in un unicum con ritmo continuo che resta aperto e senza confini, l (continua)

Importanti partecipazioni e riconoscimenti per l’artista Matteo Fieno

Importanti partecipazioni e riconoscimenti per l’artista Matteo Fieno
Matteo Fieno, conosciuto per i suoi eleganti dipinti dedicati al mondo femminile, sta ottenendo grande riscontro di pubblico e critica, grazie alla partecipazione ad importanti eventi artistici e ai numerosi incontri con noti personaggi dell’arte e della cultura italiana. Di seguito l’intervista all’artista. D: Un tuo resoconto globale sulla recente partecipazione alle grandi mo (continua)