Home > News > Il lunedì cagliaritano si tinge dei colori dei Diritti Umani

Il lunedì cagliaritano si tinge dei colori dei Diritti Umani

articolo pubblicato da: ignazio deriu | segnala un abuso

Il lunedì cagliaritano si tinge dei colori dei Diritti Umani

 

 

 

 

        Il bello della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani è che la sua bandiera è la bandiera di ogni paese del mondo e che i suoi colori politici sono quelli di ogni persona che abbia a cuore la società stessa. L'atteggiamento di chi li rispetta è quello di chi non considera le persone con un punto di vista preconfezionato, ma le vuole conoscere e sperimentare.

        Cagliari è una città in cui questi ingredienti in molti casi non mancano ma dove “vivi e lascia vivere” troppo spesso sconfina nell'ignorare che, poiché ci sono persone che non vivono la serentià che ognuno dovrebbe avere, finiscono per lasciare che il tempo corroda le giornate e le vite di troppi i cui diritti sono calpestati, ignorati, o che semplicemente non godono di parità di trattamento. Non conta se si tratta di immigrati o sardi, se le persone siano di un credo o un altro, alla gente tutto questo non importa veramente, importa solamente che tutti possano essere trattati con dignità e soprattutto che la stessa dignità sia concessa vicendevolmente.

        I volontari locali di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology, per incentivare coloro che per natura hanno rispetto degli altri e allo stesso tempo contribuire al miglioramento culturale di quelli che si fermano alle apparenze e alle dicerie di chi vuole far pensare che l'ambiente sia pericoloso, distribuiranno per le vie del centro, nella serata di lunedì 22 luglio, centinaia di libretti informativi all'interno dei quali questo favoloso documento dell'ONU viene spiegato in ognuno dei suoi 30 articoli.

        Quando il filosofo e umanitario L. Ron Hubbard disse che “I diritti umani devono essere resi una realtà non un sogno idealistico”, il mondo ancora non viveva l'era tecnologica che sta sperimentando. Lo disse ad un mondo ancora poco informato e dove le telecomunocazioni non avevano certo la velocità di oggi. Le persone non hanno colto veramente il messaggio che porta con se la dichiarazione universale dei diritti dell'uomo e nell'era della tecnologia ancora ci si ritrova a sdegnarsi perché dei folli, con delle scariche elettriche violano l'innocenza dei bambini per lucrare strappandoli dalle braccia dei genitori. Se si vuole dire “basta” a questo genere di barbarie, se si vuole veramente fare in modo che i nostri giovani possano farci ri-sperimentare la floridezza di una rinascita culturale, dobbiamo essere tutti a conoscenza dei 30 articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


In tutto il mondo si celebra la Dichiarazione Universale Dei Diritti Umani


Senigallia: educare al rispetto tramite i diritti umani


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


Organizzazioni sui Diritti Umani


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Stesso autore

Gli adolescenti sono il nostro futuro. I volontari di Quartu S. Elena diffondono “la verità sulla droga”

Gli adolescenti sono il nostro futuro. I volontari di Quartu S. Elena diffondono “la verità sulla droga”
                       La droga ogni giorno miete migliaia di vite umane, e la maggior parte di loro sono giovanissimi. Coloro che dovrebbero essere la parte di società da tutelare perchè sono il nostro futuro, sono i più esposti e i meno protetti.     &n (continua)

Il mercatino serale di Carbonia si illumina con la Via della Felicità

Il mercatino serale di Carbonia si illumina con la Via della Felicità
                  Non possiamo non notare quanto i valori etici e morali negli ultimi decenni si siano degradati nella nostra società. Il consumo di droghe più o meno “leggere” e l’abuso di alcol stanno dilagando tra le giovani generazioni, coinvolgendo ragazzini di 11/12 anni, e talv (continua)

POLTU QUADU frontiera anti droga della Gallura

 POLTU QUADU frontiera anti droga della Gallura
    Nel quartiere popolare Poltu Quadu di Olbia, non potevano mancare le azioni di prevenzione dei volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology che nella mattinata di mercoledì 21 agosto, hanno distribuito centinaia di libretti informativi “la verità sulla Cocaina e sull’abuso di alcol” nei locali commerciali e (continua)

I DIRITTI UMANI a Is Mirrionis per ridare dignità al quartiere.

I DIRITTI UMANI a Is Mirrionis per ridare dignità al quartiere.
               Distribuire i libretti sui Diritti Umani a Is Mirrionis, il quartiere simbolo del degrado sociale e ambientale di Cagliari, significa andare a toccare una delle piaghe -aperte del capoluogo sardo. Lo faranno nel pomeriggio di mercoledì 21 agosto, i volontari di Uniti per i Diritti Umani e della Chiesa di Scientology, s (continua)

A San Michele si vuole voltare pagina: NO ALLA DROGA

A San Michele si vuole voltare pagina: NO ALLA DROGA
           Nell'afoso pomeriggio di mercoledì 21 agosto i volontari di Fondazione per un Mondo Libero dalla Droga e della Chiesa di Scientology distribuiranno centinaia di libretti contenenti “la verità sulla cocaina e sulla marijuana” nei negozi di San Michele. La voglia di cambiamento traspare chiaramente dai volti di (continua)