Home > Spettacoli e TV > Sarà un anno strepitoso per Miss Italia pieno di ricordi con tante novità

Sarà un anno strepitoso per Miss Italia pieno di ricordi con tante novità

scritto da: Peppebar | segnala un abuso

 Sarà un anno strepitoso per Miss Italia pieno di ricordi con tante novità


Gran fermento in tutta Italia ed in particolare in Veneto, per la perfetta organizzazione dei particolari atti ad accogliere nel migliore dei modi, il concorso Miss Italia in questa regione che, dopo Salsomaggiore Terme ed una parentesi Montecatiniana, accoglie da anni il concorso di bellezza più amato dagli italiani ed uno dei più noti al mondo. Certo, l’impegno degli organizzatori non è semplice, anche per i tempi strettissimi che porteranno il 6 settembre a conoscere la Miss Italia 2019, una miss di particolare importanza perché eletta direttamente dal popolo, in occasione degli 80 anni che compie questo concorso ed in virtù del ritorno sulla rete primaria tv nazionale di RaiUno, con una serata a lei dedicata che, alle ore 21,15, di venerdì 6 settembre, presentata da Alessandro Greco in diretta dal PalaInvent di Jesolo, proclamerà la reginetta dell’80esima edizione di Miss Italia. Continuano intanto la selezioni con le finalissime regionali su tutto lo Stivale ed anche la Campania avrà la sua miss regionale che verrà eletta il 24 agosto. Al momento infatti tante sono le ragazze già in possesso del passaporto per Mestre dove si svolgeranno le prefinali nazionali all’interno dell’M9, il Museo Novecento Multimediale, avendo conquistato una fascia nelle finali regionali o anche nell’ultima tappa dei territori italiani, la finalissima che ogni regione tiene. Ritornando agli anni di splendore del concorso, quest’anno Patrizia Mirigliani, ha voluto regalare ad ogni regione la possibilità di essere presente, con una propria Miss, sul palco della finale del 6, proprio per valorizzare l’intera Italia. Sono infatti 23 le miss che, pur dovendo essere presenti alle prefinali, hanno già la certezza di essere protagoniste della serata in Tv (21 le miss regionali poiché Emilia e Romagna sono distinte) con l’aggiunta di Miss Venezia e Miss Jesolo, in omaggio alla regione che ospita la manifestazione. Complessivamente arriveranno a Mestre, ospitate al “Leonardo Royal Hotel”, sede dell’organizzazione per le prefinali nazionali di Miss Italia 2019, da tutta Italia, 185 ragazze e tra queste dunque, escludendo le 23 come detto, la giuria selezionerà altre 57 concorrenti per formare le 80 ragazze che, una per ogni anno, ricorderà gli 80 di Miss Italia. Le 80 finaliste subito dopo la loro proclamazione per il round finale, che le vedrà impegnate per contendersi la favolosa corona Miluna Cielo Venezia 1270, e continuare con la prestigiosa fascia per percorrere la strada del successo come le tante bellezze italiane e per ultimo Carlotta Maggiorana, accompagnate da Patrizia Mirigliani, giovedì 29 visiteranno Venezia. Il clou del programma è fissato alle 15,30 sul palcoscenico del Red Carpet della Mostra del Cinema dove le ragazze sfileranno insieme alla patron del concorso. Il giorno dopo le miss si trasferiscono a Jesolo e la sera stessa si presentano alla città: una vera e propria parata, con le bandiere delle regioni, un modo per celebrare, con gli 80 anni della manifestazione, la bellezza dei territori e quanto Miss Italia deve ad essi: collaborazione organizzativa, ma soprattutto un grande legame e tanta simpatia, come è dimostrato dalla partecipazione alle selezioni in corso ovunque. Superate le giornate del Ferragosto avremo la possibilità di conoscere anche tanti altri dettagli di organizzazione dell’evento, compreso i nomi dei giurati che sceglieranno le 80 ed i personaggi che saranno ospiti a Jesolo per la Kermesse dell’anno. Giuseppe De Girolamo

MissItalia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

A Saint Vincent, l’elezione della Miss 365


Miss Italia verso la celebrazione degli 80 anni


La Campania vince e stravince a Miss Italia


I momenti finali del concorso Miss Italia


Miss Campane in partenza per Jesolo


Miss Italia una manifestazione da salvaguardare


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Esposizione di un lenzuolo bianco per la giornata della legalità a Cancello ed Arnone

Esposizione di un lenzuolo bianco per la giornata della legalità a Cancello ed Arnone
23 maggio data simbolo nella lotta contro tutte le mafie e a difesa della legalità. Nella giornata di oggi 23 maggio, davanti la Casa Comunale, verrà esposto un lenzuolo bianco per ricordare la strage di Capaci in cui persero la vita Giovanni Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e gli uomini della sua scorta. Da quel momento, il 23 maggio è diventata la data simbolo nella lotta contro tutte le mafie e a difesa della legalità. L’Amministrazione Comunale guidata (continua)

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni

Il video del “Come fare la pizza a casa?” su Facebook ottiene oltre 500mila visualizzazioni
La pizza napoletana fatta in casa è una delle maggiori delizie di cui si può godere in questi giorni di vita casalinga. Lo ribadisce Francesco Di Ceglie della pizzeria “Il Monfortino”, reduce da successi e riconoscimenti prestigiosi. «Ho iniziato la carriera da pizzaiolo a 14 anni e dopo tanti sacrifici ho aperto con il socio Fabio Russo la pizzeria “Il Monfortino” a Centurano, una frazione di Cas (continua)

Battaglia (UNSA): "Grido di dolore, basta ammalati e morti nella PA" Lettera a Conte e Dadone: "Più controlli e sanzioni, il decreto non basta"

 Battaglia (UNSA):
"Dopo l’ennesima nota sulle inadempienze nel pubblico impiego inviata al Governo nella giornata di ieri, continuano a pervenire segnalazioni di assembramenti negli uffici pubblici". Lo afferma in una nota Massimo Battaglia, segretario generale della federazione Confsal-UNSA. "Il nostro è un grido di dolore e rabbia che aumenta giorno dopo giorno, perché abbiamo notizie di colleghi che continuano (continua)

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus

Lucia Bosé ci ha lasciati colpita da Coronavirus
Il ricordo di chi l’ha intervistata anni addietro Ancora una vittima illustre. Ricoverata all’ospedale di Segovia (Spagna) in seguito Covid -19, si è spenta Lucia Bosé, in una solitudine che certo, più di tanti, non avrebbe mai voluto si verificasse. Il figlio Miguel, dal Messico dove vive con due dei quattro figli, ne ha dato informazione su Twitter scrivendo “è già nel migliore dei posti". La (continua)

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus

Dichiarazioni di Massimo Battaglia e Giuseppe Carbone su Coronavirus
“Paese soffre, ma emergono sacrificio ed eccellenze di Sanità e funzioni centrali” «Mentre l’emergenza Coronavirus non dà tregua, i lavoratori dello Stato, da sempre bistrattati, stanno mettendo in campo le risposte più coraggiose che ci si possa aspettare, con grande spirito di sacrificio, nonostante i rischi e con grande professionalità, senso di responsabilità e dello Stato. Il nostro pensier (continua)