Home > News > L’esperienza della bici per assaporare la ciclicità dello sport come nella vita

L’esperienza della bici per assaporare la ciclicità dello sport come nella vita

articolo pubblicato da: SENSITIVO | segnala un abuso

L’esperienza della bici per assaporare la ciclicità dello sport come nella vita
L’esperienza della bici per assaporare colori e suoni; per perdersi e ritrovarsi; per assaporare la ciclicità dello sport come nella vita, fatta di partenze e arrivi, incontri e congedi, salite e discese. La bici è una metafora della vita, come per la bici c’è la ciclicità della salita e della discesa così nella vita c’è la crisi e soluzione senza darsi per sconfitti ma accettando e cambiando il corso degli eventi con fiducia e resilienza uscendone fuori sempre più rafforzati. Cosa c’è dietro alla salita? Lo sport rende felici nonostante le salite, nonostante la fatica; la bici per comprendere la ciclicità dell'esperienza; per partire e ripartire. Un mondo dietro la bici: salite, fatica e impegno con passione e determinazione; pensieri e dubbi; sfide e sogni da realizzare; prove in allenamento e in gara; gioie e soddisfazione. Nella vita prima o poi la trovi una bici che ti fa mettere in gioco; fa sperimentare benessere e/o performance; permette di far parte di una squadra che segue obiettivi condivisi; fa condividere allenamenti e gare, trasferte e viaggi. In bici, a volte, le sensazioni e le emozioni sono ricche e intense. La bici è uno strumento della palestra dello sport; una modalità per sperimentarsi e mettersi alla prova; un’opportunità per portare a casa tanti insegnamenti, esperienze che fanno crescere e maturare. L’atleta, attraverso l’esperienza con la bici, affronta la salita, gestisce e supera crisi e difficoltà, incrementa la fiducia in sé nello specifico sport praticato, un’autoefficacia che poi si estende in altri contesti di vita e incrementa anche l’autostima generale sperimentando benessere fisico, mentale e relazionale. La vita è fatta di ciclicità: sconfitte e vittorie, infortuni e riprese, offese e complimenti, tristezza e felicità. E’ importante saper stare con quello che c'è con la consapevolezza che non è per sempre e tutto passa, tutto cambia, importante è trovare dentro di noi motivazioni, passioni, interessi, risorse. La bici regala emozioni uniche che ripagano la fatica condivisa partecipando a manifestazioni ed eventi. La bici avvicina persone, culture e mondi; attraverso la bici si conoscono nuove persone, avvengono incontri e confronti. La bici abbatte muri e barriere anche generazionali, la bici rimette al mondo facendo faticare con i più giovani. La salita, i tunnel, le crisi diventano amici dell'atleta; più è lunga e/ ripida la salita, più è lungo e buio il tunnel, più è grande la crisi e più si è riconoscenti quando tutto è finito per aver superato tutto. Tutto passa, tutto cambia; passa la salita, passa la crisi; rimane la consapevolezza che anche questa volta si è riusciti incrementando la forza interiore che aiuta non solo nello sport ma anche nella vita quotidiana lavorativa, familiare, relazionale. Lo sport è un mondo dove si può scaricare tensione; si può sentire il proprio corpo; dove c’è un percorso, un inizio e una fine come è la vita; dove si trovano tanti compagni di viaggio lungo i percorsi e si fanno dei tratti con qualcuno così come succede nella vita; un mondo dove si sperimentano sensazioni ed emozioni quali ansie, tensioni, paure, stanchezza, incredulità, gioia, precarietà ma niente è stabile, niente è per sempre. Bisogna diventare sempre più resiliente e la bici è un buon strumento della palestra dello sport. Nello sport bisogna fare sempre più rete e sapere su chi contare, fidarsi e affidarsi così come nella vita. A volte attraverso lo sport si può sperimentare una rinascita; dopo uno stop, un passo alla volta, con coraggio e attenzione, si può decidere di ripartire in modo diverso con le risorse residue. La mente riesce a guidare il fisico; la mente con l’immaginazione va avanti per perlustrare, per comprendere e poi torna indietro per confrontarsi con il corpo e insieme si decide cosa fare e come fare. Sarebbe bene preservare il fisico con coccole, massaggi, attenzioni. Matteo SIMONE Psicologo, Psicoterapeuta 380-4337230 - 21163@tiscali.it http://www.ibs.it/libri/simone+matteo/libri+di+matteo+simone.html


Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Bici e Accessori Hello Kitty!!!


L’esperienza della bici per assaporare colori, odori e suoni


Gian Luca Di Nunzio: il triathlon è una condizione mentale


Dario Santoro, Campione Italiano Maratona: purtroppo lo sport non mi dà da vivere


Cosa c'è dietro lo sport? Tanta passione, allenamenti, incontri, fatica


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Conosci il Gargano? La 100 km nel Gargano si svolgerà sabato 28 settembre 2019

Conosci il Gargano? La 100 km nel Gargano si svolgerà sabato 28 settembre 2019
L’ultramaratona sarà prova del 17° Grand Prix IUTA 2019 di Ultramaratona Matteo SIMONE http://www.psicologiadellosport.net Conosci la Puglia? Il Gargano? Lo sport diventa un treno che ti porta in giro per continenti, nazioni, città e paesi per sperimentare fatica e condivisione, per incontrare gente e approfondire la conoscenza di se stessi e degli altri. Il treno dello sport a volte passa e (continua)

Educare alla consapevolezza, fiducia in sé e resilienza

Educare alla consapevolezza, fiducia in sé e resilienza
E’ sempre più chiaro che per stare bene e sperimentare benessere occorre sviluppare autoconsapevolezza, cioè la propria personale consapevolezza di come ci si sente, come si sta, cosa si vuole, dove si vuole andare, e anche consapevolezza delle proprie possibilità, capacità, risorse e anche dei propri limiti. Di fondamentale importanza risulta essere la fiducia in sé che si costruisce fin da picc (continua)

“Lo sport delle donne" edito da Prospettiva Editrice

“Lo sport delle donne
L'idea nasce da un suggerimento a iscrivere un libro sullo sport delle donne da parte di Vincenzo Prunelli, ideatore della rubrica “La donna e lo sport” sul suo Nuovo sito Sport Giovani, al quale proponevo degli articoli da pubblicare sul suo sito. Da tempo sono appassionato alla psicologia e allo sport che pratico regolarmente e in entrambi i campi ho cerato di formarmi e migliorare alcuni aspet (continua)

"CorriManfredonia" - Trofeo Madonna S.S. di Siponto, corsa su strada di Km 9


Giovedì 29 agosto 2019 ore 18.00 in Manfredonia Matteo SIMONE Psicologo, Psicoterapeuta Conosci il Gargano? Manfredonia? L 'A.S.D. Gargano 2000 Manfredonia? Giovanni Cotugno? Fine agosto è un buon periodo per trascorrere le vacanze in Puglia, soprattutto nel Gargano dove a Manfredonia ci sono grandi festeggiamenti dal 28 agosto al 1° settembre e per l’occasione l'A.S.D. Gargano 2000 Manfredo (continua)

Marcia Muzzi, corsa: Il mio sogno è fare la maratona di Roma 2020!

Marcia Muzzi, corsa: Il mio sogno è fare la maratona di Roma 2020!
Il ciclo di allenamento è tanto psicologico quando fisico Matteo SIMONE http://www.psicologiadellosport.net Lo sport non è solo allenamento fisico per eccellere nello sport o per ottenere risultati prestigiosi ma anche allenamento alla vita quotidiana, un esercizio quotidiano per apprendere strumenti di gestione dei problemi non solo sportivi ma anche quotidiani personali, familiari, lavorati (continua)