Home > Altro > 10 lavori rischiosi per l'udito: Starkey ci dice quali sono quelli più pericolosi

10 lavori rischiosi per l'udito: Starkey ci dice quali sono quelli più pericolosi

scritto da: PressMilano | segnala un abuso

10 lavori rischiosi per l'udito: Starkey ci dice quali sono quelli più pericolosi


Milano, settembre 2019 - Quando si intraprende un nuovo lavoro o si impara una professione, difficilmente capita che si pensi ai danni che l’attività in questione può provocare all’udito. In realtà, da questo punto di vista, molti lavori sono considerati “a rischio”: attività che comportano il superamento della fatidica soglia degli 85 decibel, oltre la quale possono subentrare problemi uditivi. 

 

Ecco le principali 10 professioni che comportano maggiori rischi per l’udito.

  1. Parrucchiere

Il più insospettabile dei lavori: si pensa che tra shampoo e lozioni la giornata trascorra tranquilla, anche dal punto di vista dell’udito. Al contrario, il rumore provocato da più asciugacapelli utilizzati simultaneamente oltrepassa spesso gli 85 decibel e, con il passare del tempo, i parrucchieri possono andare incontro a disturbi uditivi anche gravi.

  1. Incaricati consegne a domicilio (moto o bicicletta)

Sempre più diffusi, soprattutto nelle nostre città, i driver che effettuano consegne a domicilio attraversando i quartieri in motorino corrono un grave rischio a livello uditivo. Tra il rumore del motore e quello del traffico e del vento, infatti, si possono raggiungere in un batter d’occhio i 103 decibel.

  1. Musicista e affini

Musicisti, dj, tecnici del suono e personale che lavora nei locali notturni dove la musica è alta – e supera con facilità i 115 decibel – sono categorie di lavoratori molto a rischio. Indossare cuffie e tenersi lontani dagli altoparlanti, nel caso di questi professionisti, è di assoluta necessità per preservare la propria salute uditiva.

  1. Insegnante

Fare l’insegnante è un lavoro molto gratificante. Ma, a volte, un po’ pericoloso. Soprattutto per quanto riguarda l’udito. Quando si insegna, in particolare, alla scuola materna, le urla e gli schiamazzi dei bambini possono portare al superamento della soglia critica di decibel, causando talvolta l’insorgenza di disturbi uditivi.

  1. Giardiniere

I giardinieri sono un’altra categoria a rischio per quanto riguarda la possibile insorgenza di disturbi uditivi: tosaerba, decespugliatori e altri attrezzi del mestiere, infatti, provocano un rumore tale da poter compromettere, con il passare del tempo e la prolungata esposizione, la salute uditiva. Anche in questo caso, per prevenire eventuali problemi all’udito, è necessario indossare le dovute protezioni.

  1. Falegname

Un mestiere affascinante, quello del falegname. Peccato però che, tra trapani e seghe elettriche, l’esposizione a rumori assordanti possa essere molto pericolosa per l’udito.

  1. Minatore

La figura del minatore è indispensabile per garantire progresso e sviluppo economico. Nel corso della storia, tuttavia, i rischi cui si sono esposti questi professionisti sono stati molteplici. Tra gli altri, i minatori hanno maggiori possibilità di subire danni all’udito a causa del rumore provocato dagli utensili e dai macchinari impiegati, che spesso supera abbondantemente gli 85 decibel.

  1. Muratore

Come per molti lavori manuali, anche quello del muratore comportare rischi a livello di salute uditiva. Per rendersene conto, basta pensare che il rumore di un martello pneumatico riesce a raggiungere i 130 decibel.

  1. Personale aeroportuale

Quando si prende un aereo, in quei pochi momenti che occorrono per salire a bordo dalla scaletta, ci si rende conto del livello di rumore che c’è nelle piattaforme di atterraggio e decollo. Il rumore di un aereo, infatti, può arrivare a 140 decibel. Va da sé che il personale aeroportuale rappresenti una categoria particolarmente a rischio di subire danni all’udito. Addirittura, il controllore del traffico aereo è in assoluto il lavoro peggiore per la salute uditiva.

  1. Pilota

Guardare in TV o, se si è fortunati, direttamente dagli spalti un gran premio di formula uno o di moto è un’esperienza elettrizzante e indimenticabile. L’ultima cosa a cui pensano tifosi e spettatori è quindi a quanto rumore c’è nei circuiti. E a quanto possa fare male ai piloti. Oggi, fortunatamente, nelle corse di livello professionistico (ma in realtà anche nella quasi totalità di quelle dilettantistiche) i piloti indossano le protezioni adeguate in modo da prevenire i possibili danni uditivi. Senza i dovuti accorgimenti, infatti, il frastuono delle auto o delle moto da corsa, che arriva fino a 135 decibel, potrebbe compromettere in anche modo permanente l’udito di chi si trova alla guida. 



Fonte notizia: https://www.starkey.it


starkey |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Safety Partner: scopri cosa possiamo fare per te

Safety Partner: scopri cosa possiamo fare per te
La società di consulenza lombarda, specializzata in salute, sicurezza, formazione e medicina del lavoro, offre un’ampia gamma di servizi alle aziende, avvalendosi di un team di professionisti altamente qualificati.Milano, luglio 2020 – Safety Partner, società di consulenza milanese nata nel 2003 che si occupa di salute e sicurezza sul lavoro, formazione e medicina del lavoro, si impegna ogni giorn (continua)

Poltrona relax? Gli esperti di Mondoflex spiegano come non sbagliare acquisto

Poltrona relax? Gli esperti di Mondoflex spiegano come non sbagliare acquisto
Mondoflex, azienda leader per la produzione e la vendita di materassi di diverse tipologie, reti, cuscini e affini, illustra le caratteristiche delle poltrone relax di qualità, per aiutare i clienti a scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Milano, Giugno 2020 – Comfort, estetica e funzionalità: questo è ciò che vogliono le persone che intendono acquistare una poltrona relax, un oggetto che può rivelarsi utile in diverse occasioni e che, in molti casi, rappresenta un ausilio medico che agevola la gestione di persone anziane o con ridotta capacità motoria da parte di chi se ne prende cura.Per guidare i clienti nella scelta del prodott (continua)

Tutto quello che c'è da sapere su allergie e test allergologici su Politerapico.it

Tutto quello che c'è da sapere su allergie e test allergologici su Politerapico.it
I professionisti di Politerapico, centro polispecialistico di Monza, fanno chiarezza su cosa si intende per visita allergologica, spiegando l’importanza di rivolgersi solo a medici qualificati.Milano, giugno 2020 – Tra i servizi medici offerti da Politerapico, prestigioso centro polispecialistico di Monza, è inclusa anche la visita allergologica. Si tratta di un controllo importante, soprattutto c (continua)

Renord: al via diverse collaborazioni con gli influencer per festeggiare i suoi 50 anni di attività

Renord: al via diverse collaborazioni con gli influencer per festeggiare i suoi 50 anni di attività
Grazie alla collaborazione con i più seguiti influencer del settore automotive, Renord presenta le sue auto tramite video, foto e stories, per festeggiare il suo 50esimo compleanno anche via Instagram.Milano, giugno 2020 – Il successo di un’azienda risiede anche nella capacità di sapersi adattare, di stare al passo con i tempi. Per questo Renord, concessionaria milanese rivenditore ufficiale dei b (continua)

Mondoflex è tornata! L'azienda leader nel settore reti e materassi ha riaperto i propri showroom

Alcune regole da rispettare, un nuovissimo servizio per visionare i prodotti a distanza e la passione di sempre: Mondoflex è pronta per una grande ripartenza Gli showroom e i punti vendita di Mondoflex hanno riaperto i battenti: dopo lo stop forzato, Mondoflex si è subito attivata per riaprire le porte e trovare soluzioni innovative per andare incontro alle esigenze dei clienti, sempre garantendo la loro incolumità. Da ora è dunque possibile far visita regolarmente agli showroom e testare i prodotti Mondoflex, grazie alle norme igieniche e alle se (continua)