Home > Arte e restauro > FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA

FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA

articolo pubblicato da: In arce | segnala un abuso

FORME SFUGGENTI #41 – CASTELLO DI CANOSSA
Forme sfuggenti #41
Castello di Canossa
 
 
Il 28 e il 29 settembre 2019 a Canossa (Reggio nell’Emilia) si è tenuto il 41º appuntamento della serie itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Castello di Canossa.
 
La rassegna è dedicata alle statue lignee create da Erminio Tansini: allestisce sets fotografici che scenarizzano temporaneamente le sculture dell’artista in luoghi come castelli, corsi e specchi d’acqua, foreste, montagne, scogliere e siti archeologici.
 
Iniziata nel gennaio 2018, «Forme sfuggenti» ha toccato varie località in Italia, Svizzera, Francia e Monaco. Alle fine del settembre 2019, per la prima volta, ha raggiunto il territorio reggiano (in Emilia altre tappe si erano già svolte a Parma e a Piacenza).
 
Quattro sono state le locations allestite per il set di Canossa: quella principale è stata selezionata presso la rupe ove sorgono i resti del celebre Castello Matildico (da cui l’evento ha preso il titolo); le altre attorno ai suggestivi Calanchi del Rio Vico, digradanti verso il torrente Enza.
 
Come accaduto in tutte le altre tappe della serie, le sculture di Erminio Tansini sono state rimosse dai siti di posa alla conclusione del servizio fotografico, per essere nuovamente impiegate in altre scenarizzazioni.
 
Organizzata da «In arce», Forme sfuggenti #41 – Castello di Canossa è stata diretta da Davide (figlio dell’artista stesso).
 
 
Dedicato alle sculture di Erminio Tansini, l’evento Forme sfuggenti #41 – Castello di Canossa è stato organizzato da «In arce». La curatela dell’iniziativa è stata affidata a Davide Tansini. L’evento non ha avuto scopo di lucro. Per informazioni: telefono 349 2203693; Facebook www.facebook.com/tansinierminio; email eventi @ inarce.com; Web www.inarce.com/it/eventi/forme-sfuggenti-mostra.html.

Italia | Emilia | Emilia-Romagna | Reggio | Reggio Emilia | Canossa | arte | arte contemporanea | cultura | scultura | fotografia | legno | Forme sfuggenti | Erminio Tansini | Davide | Davide Tansini | Tansini |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

FORME SFUGGENTI #37 – FORTEZZA DELLA BRUNELLA


FORME SFUGGENTI #39 – PALAIS PRINCIER


FORME SFUGGENTI #40 – PONTE NAPOLEONE


Sensazioni visive (scheda)


IL CASTELLO DI PIZZIGHETTONE


PERCORSI D’IMPRESSIONI


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

FORME SFUGGENTI #40 – PONTE NAPOLEONE

FORME SFUGGENTI #40 – PONTE NAPOLEONE
Forme sfuggenti #40 Ponte Napoleone     Dall’11 al 13 settembre 2019 si è tenuta a Lodi (Lombardia) la 40ª tappa della rassegna itinerante «Forme sfuggenti», dal titolo Ponte Napoleone.   La serie è dedicata alle sculture lignee create da Erminio Tansini: predispone sets fotografici temporanei che scenarizzano le statue tansiniane in luog (continua)

FORME SFUGGENTI #37 – FORTEZZA DELLA BRUNELLA

FORME SFUGGENTI #37 – FORTEZZA DELLA BRUNELLA
Forme sfuggenti #37Fortezza della Brunella     L’11 e il 12 agosto 2019 si è svolto ad Aulla (Massa e Carrara – Toscana) il 37° appuntamento della serie itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Fortezza della Brunella.   La rassegna è dedicata alle statue in legno create da Erminio Tansini: allestisce sets fotografici temporanei che s (continua)

FORME SFUGGENTI #39 – PALAIS PRINCIER

FORME SFUGGENTI #39 – PALAIS PRINCIER
Forme sfuggenti #39Palais Princier     Il 25 agosto 2019 si è svolto nel Principato di Monaco il 39º appuntamento della rassegna itinerante «Forme sfuggenti», intitolato Palais Princier.   La serie è dedicata alle sculture in legno create da Erminio Tansini: allestisce sets fotografici temporanei che ambientano le statue tansiniane in luoghi sceno (continua)

SENSAZIONI VISIVE

SENSAZIONI VISIVE
Sensazioni visive     La mostra fotografica Sensazioni visive si svolge a Lodi dal 17 al 28 settembre 2019.   Ospitata nel Palazzo San Filippo, l’esposizione è dedicata all’attività scultorea di Erminio Tansini.   Per la prima volta la città lombarda accoglie una personale del pittore e scultore che da anni concentra la propria ricerca ar (continua)

NAPOLI 1465: LA VENDETTA DEL CONDOTTIERO

NAPOLI 1465: LA VENDETTA DEL CONDOTTIERO
Napoli 1465:la vendetta del condottiero     Un odio insanabile tra due famiglie di condottieri; una feroce corsa al potere nell’Italia del secondo Quattrocento; una congiura ordita per eliminare un personaggio scomodo, una minaccia a un intero sistema politico.   Un complotto del Rinascimento italiano è infatti il tema dello spettacolo Napoli 1465: la vendetta del (continua)