Home > Informatica > Un’azienda aretina ha fatto scuola di e-commerce a Milano

Un’azienda aretina ha fatto scuola di e-commerce a Milano

articolo pubblicato da: marcocavini | segnala un abuso

Un’azienda aretina ha fatto scuola di e-commerce a Milano

Un’azienda aretina in cattedra a Milano per tenere una lezione di e-commerce. La Sintra, specializzata in business digitale e forte di oltre settanta dipendenti, è stata tra le protagoniste dello Shopify Meetup Italia che, nel capoluogo lombardo, ha rappresentato un’importante occasione di approfondimento e di confronto sui più recenti sviluppi del commercio on-line. Questo settore sta registrando una costante crescita in tutta la penisola con sempre più utenti che acquistano e imprese che vendono (nel 2018 è stato registrato un +18% e un fatturato di oltre 41 milioni), dunque l’evento è stato organizzato proprio per presentare le esperienze di alcune delle imprese del settore maggiormente all’avanguardia. Tra queste sono rientrate l’H-Farm di Roncade (Tv), la Qbrico di Amsterdam e la Sintra di Arezzo che, nata nel 2000 e attiva oggi in tutta Europa, è stata la prima realtà italiana riconosciuta come partner della multinazionale canadese di e-commerce Shopify ed è ora impegnata in progetti all’avanguardia tra cui spicca, ad esempio, la realizzazione di una app per la fatturazione elettronica.

L’azienda è stata rappresentata allo Shopify Meetup Italia dal suo responsabile dell’e-commerce Iacopo Pecchi che, davanti ad una platea composta da commercianti e agenzie web, ha tenuto una relazione dal titolo “Omnicanalità e il tesoro del pirata Barbanera” dove ha affrontato la necessità di attuare un sempre maggior collegamento tra strategie on-line e strategie off-line. A parità di prodotto, le aziende con competenze digitali sono in crescita e ottengono migliori risultati: questa constatazione è stata alla base dell’intervento dell’aretino che ha illustrato le evoluzioni del marketing collegate alla possibilità di integrazione tra le tradizionali modalità di vendita, le nuove esperienze d’acquisto e l’utilizzo di innovative tecnologie fornite dal web.

Queste tematiche saranno ora ulteriormente approfondite nel corso della prima edizione di E-commerce Bootcamp Italia che, in programma mercoledì 27 novembre a Milano e organizzato dalla stessa Sintra, configurerà un evento unico nel suo genere a livello nazionale e andrà a proporre una giornata di informazione dove le aziende potranno conoscere tutto ciò che riguarda il commercio elettronico: dalla progettazione al marketing, dalla fiscalità agli adempimenti di legge. «Il peso dell’e-commerce sui fatturati è in costante aumento - ribadisce Pecchi, - dunque per un’azienda è necessario prevedere una sempre più forte spinta verso il digitale. In questo senso, lo Shopify Meetup Italia ha rappresentato una positiva occasione di incontro per condividere esperienze e per confrontarsi sugli sviluppi del business sul web, portando la testimonianza del nostro lavoro quotidianamente svolto ad Arezzo».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Social Commerce: perché è importante per il tuo business in dropshipping?


I Corsi della Scuola del Festival del Verde e del Paesaggio


MARCO BOTTI LANCIA DA AREZZO L'ULTIMO LIBRO DI GIORGIO FERI SUI 7 COLLI DELLA CONCA ARETINA


Un caso reale di successo dell'e-commerce


MailUp e Sevenlike: l’email marketing di MailUp si integra con la piattaforma Magento per l’e-commerce del futuro


Kirivo: quando l'acquisto online diventa funzionale e sicuro


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Aneddoti e ricordi per vivere il borgo di Raggiolo ai tempi del Coronavirus

Aneddoti e ricordi per vivere il borgo di Raggiolo ai tempi del Coronavirus
Una raccolta di storie, ricordi e aneddoti per vivere un piccolo borgo montano nei giorni del Coronavirus. L’iniziativa riguarda Raggiolo in Casentino ed è motivata dall’obiettivo di rompere l’isolamento causato dall’attuale situazione sanitaria attraverso una positiva condivisione di pensieri e di emozioni che è stata promossa dalla Brigata di Raggiolo. Quest (continua)

Stop al campionato: termina la stagione della Union Rugby Arezzo

Stop al campionato: termina la stagione della Union Rugby Arezzo
Stop ai campionati di rugby. La federazione ha reso nota la sospensione definitiva della stagione 2019-2020 e la mancata assegnazione di titoli, promozioni e retrocessioni, dunque la Union Rugby Arezzo archivia la sua prima esperienza nella serie C1 nazionale con un ottavo posto. Quattro vittorie e sette sconfitte è il bilancio di una società che, costituitasi la scorsa estate, avev (continua)

Scuola Basket Arezzo, la stagione sportiva di pallacanestro è terminata

Scuola Basket Arezzo, la stagione sportiva di pallacanestro è terminata
La stagione sportiva 2019-2020 di pallacanestro è terminata. Ad averlo comunicato è stata direttamente la federazione che, a fronte dell’attuale situazione sanitaria, ha optato per la conclusione di tutti i campionati e le manifestazioni organizzate dai comitati regionali, interrompendo ogni attività dal minibasket alla serie C. Giunge al capolinea, dunque, anche la stag (continua)

“Video Chiamiamoci”, la Casa Pia mette in contatto ospiti e familiari

“Video Chiamiamoci”, la Casa Pia mette in contatto ospiti e familiari
La Casa di Riposo “Fossombroni” ha attivato il progetto “Video Chiamiamoci” per mantenere costante il contatto tra gli ospiti e i loro parenti. La necessità di prevenire la diffusione del Coronavirus ha indotto la storica struttura cittadina ad attuare una drastica restrizione agli ingressi dei visitatori che dal 25 febbraio sono stati consentiti esclusivamente per m (continua)

La Sgrevi in campo per evitare il blocco del settore edile

La Sgrevi in campo per evitare il blocco del settore edile
Misure immediate con l’obiettivo di non bloccare il settore edile nonostante il Coronavirus. Ad averle adottate è stata la Sgrevi di Ca’ de Cio, uno dei principali magazzini edili del centro Italia, che negli ultimi giorni ha predisposto tutte le precauzioni necessarie per adeguarsi a quanto previsto dai decreti relativi al contenimento della patologia e per poter così co (continua)