Home > Lavoro e Formazione > L’Istituto Agrario ospita l’ultimo Open Day dei percorsi Its di agribusiness

L’Istituto Agrario ospita l’ultimo Open Day dei percorsi Its di agribusiness

articolo pubblicato da: marcocavini | segnala un abuso

L’Istituto Agrario ospita l’ultimo Open Day dei percorsi Its di agribusiness

L’Istituto Agrario di Firenze ospita l’ultimo Open Day dei nuovi percorsi di formazione Its dedicati all’agribusiness. L’appuntamento è fissato per le 16.00 di giovedì 17 ottobre quando la scuola in via delle Cascine sarà sede della presentazione dei corsi Farmer 4.0 e Gastronomo che favoriranno l’inserimento nel mondo del lavoro di cinquanta giovani tra i 18 e i 29 anni all’interno di aziende agrarie, agroalimentari e agroindustriali. Queste due proposte didattiche, promosse dalla Fondazione Its Eat - Eccellenza Agroalimentare Toscana in collaborazione con enti e imprese dell’intera regione, termineranno con il conferimento dei diplomi di Tecnico Superiore capace di valorizzare le eccellenze del made in Tuscany attraverso una maggior competitività nei mercati internazionali.

Nello specifico, Farmer 4.0 fornirà le competenze per occuparsi dell’innovazione delle produzioni e trasformazioni agrarie, agroalimentari e agroindustriali, acquisendo le competenze per lavorare nella programmazione e gestione della produzione, nel controllo di qualità, nella ricerca e sviluppo, e nell’applicazione dell’agricoltura di precisione. Gastronomo, invece, formerà tecnici capaci di valorizzare le filiere di qualità della Toscana, con competenze nella comunicazione del consumo alimentare e nella promozione di prodotti e territori, ponendosi al servizio di realtà alberghiere, Grande Distribuzione Organizzata e, in generale, ristorazione collettiva. Entrambi i percorsi Its potranno fare affidamento sul supporto delle imprese del settore primario che saranno prima coinvolte nelle 1.200 ore di lezioni in aula e che poi saranno sede delle 800 ore di tirocinio che permetteranno ad ogni allievo di mettersi alla prova direttamente sul campo.

La bontà dell’offerta formativa è confermata dal fatto che l’85% dei ragazzi che hanno frequentato i percorsi della Fondazione Its Eat sono oggi impegnati in aziende agrarie, agroalimentari e agroindustriali, dunque i nuovi progetti hanno meritato il cofinanziamento del MIUR e della Regione Toscana a valere sul POR FSE 2014-2020, e sono stati inseriti nell’ambito del progetto GiovaniSì della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani. Il termine ultimo per le iscrizioni è fissato per sabato 19 ottobre e, nel frattempo, sarà possibile ottenere ulteriori informazioni partecipando all’Open Day o visitando il sito www.fondazione-eat.it. «Terminiamo a Firenze il ciclo di Open Day che, negli ultimi due mesi, ci ha visti impegnati in decine di conferenze e appuntamenti in tutta la Toscana - ricorda Paola Parmeggiani, direttrice di Its Eat. - Ogni incontro è stato motivato dalla volontà di presentare le future professioni dell’agribusiness con il doppio obiettivo di assicurare un futuro lavorativo a tanti giovani e di formarli in ruoli innovativi volti alla valorizzazione del made in Tuscany e alla crescita delle imprese del settore. Queste finalità saranno presentate anche all’Istituto Agrario nell’ultima tappa prima dell’avvio delle lezioni previsto entro la fine di ottobre».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Centric Software firma un contratto con il suo primo cliente australiano


Centric Software celebra una doppia vittoria con Lotto Sport e Stonefly


IMAX, azienda produttrice per Max Mara, sceglie Centric Software


Shoes For Crews sceglie Centric PLM


Inferriate di sicurezza: solidità e bellezza di grate per porte e finestre per sentirsi più sicuri.


Native advertising: un nuovo modo di fare webmarketing


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

“Narrabo”, una serata di gregoriano e polifonia nella chiesa di San Michele

“Narrabo”, una serata di gregoriano e polifonia nella chiesa di San Michele
Tra polifonia e gregoriano, la chiesa di San Michele ospita un viaggio nella storia della musica corale sacra. A proporlo è il coro femminile Vocinsieme che venerdì 22 novembre, alle 21.00, canterà in un concerto ad ingresso gratuito dal titolo “Narrabo” che permetterà di vivere un clima di raccoglimento, di ascolto e di preghiera tra autori e generi diversi (continua)

“Le stelle del ring”, una notte di kickboxing a Castiglion Fiorentino

“Le stelle del ring”, una notte di kickboxing a Castiglion Fiorentino
  Dodici dei maggiori atleti italiani di kickboxing combattono a Castiglion Fiorentino per la diciottesima edizione de “Le stelle del ring”. L’evento è in programma dalle 18.30 di domenica 17 novembre al palazzetto dello sport “Fabrizio Meoni” e si svilupperà attraverso sei incontri professionistici di una disciplina che, tra spettacolo e adren (continua)

“In farmacia per i bambini”: le Farmacie Comunali a sostegno del Thevenin

“In farmacia per i bambini”: le Farmacie Comunali a sostegno del Thevenin
Le Farmacie Comunali di Arezzo rinnovano il loro impegno annuale a favore del Thevenin. Mercoledì 20 novembre torna l’appuntamento di solidarietà “In farmacia per i bambini” che, per l’intera giornata, proporrà una raccolta di prodotti per neonati e di farmaci da banco ad utilizzo pediatrico che saranno poi donati allo storico istituto aretino come for (continua)

Le novità del Gruppo Menci alla fiera SoluTrans di Lione

Le novità del Gruppo Menci alla fiera SoluTrans di Lione
Nuovi mezzi e nuovi progetti: il Gruppo Menci parte alla volta della Francia per partecipare al SoluTrans di Lione, la fiera internazionale per professionisti del trasporto stradale. Il colosso di Castiglion Fiorentino ha vissuto un 2019 di grande fermento che, tra il lancio di modelli di semirimorchi all’avanguardia e un’espansione dell’attività in ulteriori settori, volg (continua)

Olio e tecnologia: a Monte San Savino nasce il primo frantoio 4.0

Olio e tecnologia: a Monte San Savino nasce il primo frantoio 4.0
L’Oleificio Morettini ha inaugurato il primo frantoio 4.0 della provincia di Arezzo. La raccolta delle olive attualmente in corso ha rappresentato un momento importante per la storia dell’azienda di Monte San Savino che, forte di quasi settant’anni di attività, ha completato e iniziato ad utilizzare un innovativo frantoio ad alta tecnologia dedicato alla produzione di olio (continua)