Home > Musica > “Duo together”, Saggese e Tampalini in concerto per l’Arezzo Guit Fest

“Duo together”, Saggese e Tampalini in concerto per l’Arezzo Guit Fest

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

“Duo together”, Saggese e Tampalini in concerto per l’Arezzo Guit Fest


Due dei migliori chitarristi classici italiani suonano insieme ad Arezzo. Sabato 19 ottobre, alle 21.15, il teatro Virginian in via de Redi ospiterà il concerto “Duo together” che riunirà sul palco gli strumenti del veronese Christian Saggese e del bresciano Giulio Tampalini, andando a proporre un percorso nella storia della chitarra attraverso i brani di alcuni grandi compositori a partire dal diciottesimo secolo. La serata rappresenterà il momento di punta della prima edizione dell’Arezzo Guit Fest, il festival di chitarra classica organizzato dalla scuola Proxima Music, e vuole proporre un’occasione per far scoprire alla cittadinanza i virtuosismi e le suggestioni regalate dalle semplici vibrazioni delle sei corde.

I protagonisti di “Duo together” sono due artisti che hanno suonato in tutto il mondo e che vantano la vittoria di decine di concorsi di livello internazionale: Saggese è stato indicato dal quotidiano spagnolo El Pais come uno tra i migliori chitarristi d’Europa, mentre Tampalini ha oltre venticinque dischi all’attivo. Il cuore del concerto sarà un omaggio al compositore Mario Castelnuovo Tedesco a cinquant’anni dalla scomparsa, con la versione per due chitarre di una delle sue più celebri opere, poi il repertorio proporrà un viaggio tra Alessandro Marcello, Giovanni Battista Pergolesi, Manuel Ponce, Miguel Llobet, Pierre Petit, Gioachino Rossini e Mauro Giuliani. «Il concerto di Saggese e Tampalini - commenta Alessandro Bertolino, direttore generale di Proxima Music, - rappresenta un evento senza precedenti perché, in ambito chitarristico, mai si sono esibiti due artisti di questo calibro insieme nella nostra città. Per tutti gli appassionati di musica, dunque, si prospetta un appuntamento da non perdere».

L’Arezzo Guit Fest proseguirà poi dalle 15.00 di domenica 20 ottobre, sempre al teatro Virginian, con una mostra di liuteria ad ingresso libero che farà ammirare e provare gli strumenti realizzati a mano da artigiani italiani provenienti da più città: da Bologna a Livorno, da Milano a Perugia. La conclusione del festival sarà infine affidata alla grossetana Carlotta Dalia che, dopo la vittoria ad inizio ottobre del “Premio per la giovane promessa” al Convegno Internazionale di Chitarra a Milano, si esibirà in una prova acustica alle 17.30 in cui presenterà il suo nuovo disco con musiche di Weiss, Scarlatti e Bach, edito per Suonare News. «L’Arezzo Guit Fest - continua Bertolino, - nasce con l’obiettivo di consolidare in città una cultura musicale legata al suono della chitarra classica, proponendo l’ascolto di alcuni dei maggiori interpreti di questo strumento e favorendo la costituzione di un pubblico di appassionati che potrà partecipare alle varie iniziative proposte nel corso del fine settimana. Questa edizione zero del festival è solo la prima fase di un progetto più ampio per fare della nostra città un vero centro chitarristico di alta formazione e di spettacolo a livello internazionale».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tre chitarristi di calibro internazionale per il primo Arezzo Guit Fest


SKY ATLANTIC AL FIANCO DEL ROMA WEB FEST: LA RIVOLUZIONE DELLE WEB SERIE


LUCA BERTI E LA SOCIETA' STORICA ARETINA INTERVENGONO SULLA QUESTIONE INDUSTRIALE AD AREZZO


MARCO BOTTI LANCIA DA AREZZO L'ULTIMO LIBRO DI GIORGIO FERI SUI 7 COLLI DELLA CONCA ARETINA


In arrivo FOREST SUMMER FEST 2014!


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un sostegno all’Aipd per la ripartenza post-Covid19

Un sostegno all’Aipd per la ripartenza post-Covid19
Un sostegno per la ripartenza post-Covid19 dell’Aipd - Associazione Italiana Persone Down di Arezzo. Ad averlo stanziato è la Fondazione Graziella - Angelo Gori che, per il secondo anno consecutivo, ha previsto un intervento a favore dell’associazione cittadina che opera per favorire l’inclusione e la formazione delle persone con sindrome di Down. La recente emergenza sanitaria ha imposto un l (continua)

Uno spettacolo itinerante tra i luoghi di sepoltura di Raggiolo

Uno spettacolo itinerante tra i luoghi di sepoltura di Raggiolo
Uno spettacolo itinerante tra gli antichi luoghi di sepoltura di Raggiolo. Alle 21.15 di venerdì 7 agosto prende il via la sesta edizione della rassegna teatrale “Il crinale - Parole come pietre” che, promossa da La Brigata di Raggiolo e dall’associazione culturale Noidellescarpediverse, proporrà una serie di serate dove il teatro si sposa con gli angoli più belli del piccolo borgo casentine (continua)

Il Jazz On The Corner Festival chiude con i ritmi di “Totem”

Il Jazz On The Corner Festival chiude con i ritmi di “Totem”
Il contrabbasso di Ferdinando Romano chiude il Jazz On The Corner Festival. L’ottava edizione della rassegna volge al termine alle 21.15 di giovedì 6 agosto con un concerto che, ospitato dall’Arena Eden e inserito nel cartellone del Festival delle Musiche, proporrà la presentazione del disco “Totem” dove sarà possibile apprezzare le sonorità di un jazz contemporaneo ispirato ai misteri ancest (continua)

Una guida per visitare e scoprire il borgo di Raggiolo

Una guida per visitare e scoprire il borgo di Raggiolo
Una guida per visitare e per scoprire Raggiolo. Questo importante strumento di valorizzazione turistica e territoriale sarà presentato alle 21.15 di mercoledì 5 agosto, nel suggestivo scenario dell’antico Sepolcreto, nel corso di una serata che rappresenterà un’occasione per conoscere il piccolo borgo casentinese tra curiosità, storia, arte e natura. Il progetto è stato promosso da La Brigat (continua)

Doppio titolo regionale per il Tennis Giotto con Ciurnelli e De Vizia

Doppio titolo regionale per il Tennis Giotto con Ciurnelli e De Vizia
RidiCasentino 2020 premia Iacopo Bianchi. Lo scrittore fiorentino si è imposto per il secondo anno consecutivo nel concorso nazionale di letteratura comica promosso dall’associazione Noidellescarpediverse e, con il suo racconto “Il calcio di un tempo”, è riuscito a bissare il successo già ottenuto nel 2019. La finale di RidiCasentino è stata ospitata a Raggiolo e ha rappresentato l’apice di u (continua)