Home > News > Proponiamo prevenzione alle droghe ai giovani di Brisighella

Proponiamo prevenzione alle droghe ai giovani di Brisighella

articolo pubblicato da: affaripubblicipadova | segnala un abuso

 

Lo slogan è: una comunità libera dalle droghe!

La droga non solo mette a repentaglio la salute, ma anche la capacità di apprendere, il modo di fare e di pensare, la personalità e la consapevolezza spirituale. Infatti, in seguito a un’indagine retrospettiva sugli effetti dell’ uso dilagante di droga fra i giovani di New York, L. Ron Hubbard cominciò a parlare di questa epidemia di sostanze stupefacenti come di un cataclisma sociale devastante. In questo aveva ragione, se consideriamo le conseguenze dell’età psichedelica fra cui il consumo dilagante di cocaina ed eroina e la violenza che lo accompagna.

Per combattere questi effetti, da mercoledì 24 ottobre i volontari del gruppo Mondo libero dalla droga e della Chiesa di Scientology metteranno a disposizione gratuitamente per la comunità di Brisighella gli opuscoli informativi di prevenzione alle droghe.

Lo slogan è: una comunità libera dalle droghe!

Tutti gli opuscoli sono scritti per la gioventù usando il loro stesso linguaggio e includono testimonianze di coetanei.

Ad oggi più di 50 milioni di tali opuscoli sono stati distribuiti in tutto il mondo, in 17 lingue fino ad oggi.

Tutto questo viene fatto perché l’unica speranza che ci resta è l’informazione, un metodo non violento ma efficace che permette ai nostri giovani di tracciare la loro strada facendo scegliere il percorso più sano e costruttivo per il futuro!

Il sito disponibile per qualsiasi informazione o contatto è: www.drugfreeworld.org oppure www.noalladroga.it



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

MISURE DI PREVENZIONE: LA PERICOLOSITA’ PASSA AI SUPREMI GIUDICI


Doppia celebrazione per Roma


Grandi vini in degustazione a Milano Marittima


GF VENA DEL GESSO E RALLY DI ROMAGNA, A RIOLO TERME (RA) SI FA SUL SERIO


ALBANA DEI 2015 A BERTINORO, BRISIGHELLA E DOZZO


Albana Dèi e vini in anfora alla Rocca di Dozza


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Ripristinare i valori e il buon senso nella vita: oggi è vitale più che mai!

  Oggi siamo a conoscenza di tanti problemi sociali, e ci chiediamo: da dove provengono? oppure: che cosa avrei dovuto fare per evitare questo o quello? Si chiama La Via della felicità, e in realtà il libretto racchiude tanto buon senso che se usato nella quotidianità ci risparmia molti dispiaceri e la vita scorre per il verso giusto. Questo sarà l’opuscol (continua)

Venezia: prevenzione alla droga

Continua costante l’attività di prevenzione alla droga anche a Venezia, dove gli opuscoli della campagna La verità sulla droga, vengono lasciati a disposizione dei negozianti e vengono distribuiti ai cittadini e turisti che affollano in ogni stagione “La Regina dell’Adriatico”. Sembra strano ma gli spacciatori e la droga, non guardano in faccia neanche l&rsqu (continua)

Perché gli scientologist sostengono un importante campagna internazionale di prevenzione alla droga?

  Un po’ di storia… Benchè L. Ron Hubbard fosse già da tempo conscio della potenziale influenza della droga sul deterioramento morale delle persone, fu la cosiddetta “rivoluzione psichedelica” degli anni Sessanta a dare impulso al suo più intenso impegno su questo fronte. Il suo ragionamento era semplice: nessuno può essere spiritualmente (continua)

Nella realtà: chi è l’originatore di una lite?

  Informazioni vitali per risolvere un conflitto apparentemente irrisolvibile! Sembra che le persone spesso abbiano dei problemi ad andare d’accordo. Le famiglie litigano, i vicini vengono alle mani, le nazioni si scagliano bombe una contro l’altra. E’ questo il modo in cui devono andare le cose? Antropologi, sociologi, psicologi ed altri ancora sono di questo parere. D (continua)

Prodotti psichedelici: fatti

  Le droghe psichedeliche includono DMT, LSD, PCP, mescalina e psilocibina. Non ci interessa fare un discorso moralistico e per questo parliamo attraverso i FATTI:: Dall’1 al 7 PER CENTO degli studenti, dai 15 ai 16 anni, delle scuole dei 24 stati membri dell’Unione Europea e della Norvegia, hanno utilizzato funghi allucinogeni 4,2 PER CENTO degli europei tra i 15 e i 24 a (continua)