Home > Cultura > Il 35° anniversario della fondazione della Associazione Internazionale degli Scientologist

Il 35° anniversario della fondazione della Associazione Internazionale degli Scientologist

articolo pubblicato da: Scientology Brescia | segnala un abuso

Il 35° anniversario della fondazione della Associazione Internazionale degli Scientologist

A Villa Mazzucchelli Venerdì sera si riuniranno gli scientologist bresciani ed i loro ospiti per celebrare il 35° anniversario della fondazione della Associazione Internazionale degli Scientologist che si tenne nel 1984 a Saint Hill nel Sussex in Inghilterra, ancora oggi sede ufficiale della associazione e dimora di L. Ron Hubbard, il Fondatore di Scientology negli anni 60.

Si tratta di una della maggiori occasioni di riunione della comunità bresciana. L'evento prevede un riepilogo della maggiori iniziative e vittorie ottenute per le attività sociali a livello internazionale. In tutto il mondo infatti le chiese locali sostengono con azioni di volontariato azioni di prevenzione dalle droghe, denuncia degli abusi nel campo della salute mentale, promozione dei valori morali e della carta internazionale dei diritti umani.

L'evento che verrà presentato si è tenuto dal vivo proprio a Saint Hill l'11 Ottobre con ospiti provenienti da oltre 65 nazioni. In un riepilogo della serata, il leader ecclesiastico della religione di Scientology, David Miscavige, ha affermato: “Proprio come uniamo, promuoviamo, sosteniamo e proteggiamo la religione di Scientology, dobbiamo fare la stessa cosa per tutta l’umanità. Perché in senso letterale, se non assiomatico, ogni volta che nel mondo qualcuno soffre, ci rimpiccioliamo. Mentre al contrario, ogni volta che qualcuno si avvale del nostro aiuto e ha successo, riceve soccorso, sostegno, sollievo e illuminazione, ci ingrandiamo”.

Sorta nel 1984, la nascita della IAS ha segnato il momento in cui un pugno di coraggiosi si radunarono a Saint Hill, impegnandosi ad unirsi con incrollabile impegno per il bene dei popoli di ogni credo e di ogni nazione, e quindi conseguire le Mete di Scientology. A riprova di questo impegno, David Miscavige ha presentato un anno di solidarietà e aiuto, dimostrati dalla IAS, nei luoghi in cui l’umanità ne ha maggiormente bisogno.

Come ogni anno anche in questa occasione, saranno premiati, con la medaglia per la libertà, i tre maggiori sostenitori delle campagne sociali nel mondo. Quest'anno sono stati premiati una coppia di pionieri Ucraini che hanno denunciato senza sosta gli abusi psichiatrici nella loro nazione, in Messico, un'altra coppia che ha utilizzato La Via della Felicità per la riabilitazione dei carcerati e in Africa orientale, il primo Ministro Volontario di Scientology della sua nazione che usa gli strumenti di Scientology per emancipare la comunità imprenditoriale, le chiese, le prigioni, le scuole e i gruppi comunitari in tutto il Kenya occidentale.

Molti sono stati i bresciani che hanno preso parte all'evento di Saint Hill in rappresentanza dell'intera comunità locale. 
La serata sarà anche occasione per coinvolgere sempre più volontari nel sostegno alla attività sociali della Chiesa, in modo da continuare ad essere sostegno disinteressato per la comunità di Brescia e provincia come nella migliore tradizione della IAS.

La serata prevede anche la presentazione di un nuovo documentario di un'ora e 22 minuti, sul tema dell'elettroshock dal titolo emblematico: "Terapia o tortura". Saranno disponibili copie in DVD da poter utilizzare per sensibilizzare professionisti ed istituzioni sul tema.

La serata sarà conclusa con un saluto alla comunità riunita.

 

Hubbard | Scientology | Anima | Mente |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

NAPOLI CITTÀ DELLA CONVERSAZIONE


I bresciani a Saint Hill Manor


KAOHSIUNG, TAIWAN - INAUGURATA LA PRIMA CHIESA DI SCIENTOLOGY IN ASIA


La Fonadazione Bruno Kessler sceglie il VoIP "open" con snom


Incontra uno Scientologist - Elisa Parrino


La ricorrenza della Associazione Internazionale degli Scientologist.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Scientology celebra i Diritti Umani con altre religioni

Scientology celebra i Diritti Umani con altre religioni
Il 9 dicembre alcune religioni si incontreranno presso la sede di Scientology a Brescia per celebrare l'anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani del 10 Dicembre 1948. Ogni rappresentante potrà esporre ai partecipanti come i principi della propria fede, vanno a sostenere tali diritti. Le religioni e i Diritti Umani sanciti nel Dicembre del 1948 dalle Nazioni Unite. La (continua)

Combattere la diffusione delle droghe

Combattere la diffusione delle droghe
A Rezzato è stata effettuata la distribuzione di opuscoli informativi sulla droghe. Duecento copie di "La verità sulla Droga" sono state distribuite nelle case. Si tratta di una iniziativa di prevenzione, per continuare a combattere la piaga della droga. La diffusione delle droghe cresce. I volontari di "Mondo libero dalla Droga", hanno distribuito oltre 200 opu (continua)

Scientology celebra la Giornata contro la violenza sulle donne

Scientology celebra la Giornata contro la violenza sulle donne
Presso la Chiesa di Scientology bresciana, martedì 26 alle 21, si sono riuniti i rappresentanti di diverse fedi per condividere le rispettive scritture contro la violenza sulle donne. A fronte delle continue tragiche notizie di episodi di violenza maschile sulle donne, la Chiesa di Scientology ha deciso di condividere le scritture del fondatore con alcuni rappresentanti di altre (continua)

I valori religiosi e la Giornata della violenza sulle donne

I valori religiosi e la Giornata della violenza sulle donne
Presso la Chiesa di Scientology bresciana, martedì 26 alle 21, si incontreranno le religioni per condividere le proprie scritture sul tema della violenza sulle donne di cui la cronaca non manca di darci tristi notizie. Le cronache di questi anni riportano, purtroppo in modo estremamente frequente, episodi di conflitti che scaturiscono in facile violenza maschile sulla donna. Spes (continua)

Quello che il pusher non ti ha detto

Quello che il pusher non ti ha detto
Una distribuzione di opuscoli informativi sulla Cocaina è stata effettuata a Desenzano. Duecento copie di "La verità sulla Cocaina" sono state distribuite nella zona centrale e in alcuni locali che sostengono l'iniziativa. Si tratta di una iniziativa di prevenzione, per raccontare quello che il pusher non dirà mai hai tuoi figli. Presentiamo la Cocaina per prevenzio (continua)