Home > Cultura > Gioventù per i Diritti Umani celebra nel Palazzo di Vetro il 70esimo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU

Gioventù per i Diritti Umani celebra nel Palazzo di Vetro il 70esimo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Gioventù per i Diritti Umani celebra nel Palazzo di Vetro il 70esimo della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani dell’ONU


Il 70 ° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo (UDHR) è stato il tema del 15 ° Vertice Annuale Internazionale sui Diritti Umani, che si è tenuto dal 5 al 7 luglio 2018. I primi due giorni del programma si sono svolti nella Camera del Consiglio Economico e Sociale presso il quartier generale delle Nazioni Unite a New York, con la sessione di apertura trasmessa in diretta su ONU TV. Il vertice è stato sponsorizzato dalla Missione Permanente del Costa Rica presso le Nazioni Unite e co-sponsorizzato dalle Missioni Permanenti di Cipro, Australia e Romania e da altre 17 organizzazioni non governative (ONG).

Hanno partecipato 94 delegati e ambasciatori della gioventù in rappresentanza di 57 paesi, selezionati per i loro risultati stellari nel campo dei diritti umani (gli ambasciatori della gioventù sono ex delegati che continuano a difendere i diritti umani). Erano presenti ambasciatori e diplomatici delle Nazioni Unite provenienti da 35 paesi. In tutto, oltre 400 funzionari, diplomatici, rappresentanti delle ONG e attivisti per i diritti umani di 73 paesi.

Il programma prevedeva due icone dei diritti umani come relatori principali: Luis Almagro, segretario generale dell'Organizzazione degli Stati americani e il generale di brigata Alberto Sepúlveda Riaño dell'esercito nazionale della Colombia. Entrambi si impegnano a garantire i diritti umani nella loro nazione e sono aperti sostenitori dell'iniziativa educativa di Gioventù per i Diritti Umani come mezzo per conseguire questo obiettivo.

Nella sua presentazione, Almagro ha sottolineato l'importanza dei diritti umani: "Vi invito a diventare un autentico ambasciatore dell'umanità e una rappresentazione della diplomazia etica", ha detto. “I diritti umani in tutto il mondo trarranno beneficio da una nuova generazione di diplomatici guidati incondizionatamente da principi e valori, guidati dalla nozione basilare della nostra condizione di esseri umani e dall'universalità dei diritti inalienabili a cui tutti abbiamo diritto. È davvero un piacere essere con voi in questa bellissima camera e rivolgermi a questo giovane pubblico che, per me, rappresenta la promessa di una nuova generazione che aprirà la strada al governo della diplomazia etica”.

I delegati della gioventù hanno presentato le loro attività in materia di diritti umani, azioni che hanno valso loro l'onore di rappresentare i loro paesi al vertice.

Il terzo giorno dell'evento è stata una celebrazione multiculturale ospitata dal Community Center della Chiesa di Scientology ad Harlem. Il seminario per i delegati è stato seguito da una evento aperto al pubblico per i diritti umani. I delegati e gli ambasciatori sono stati accolti ad Harlem dalla regina madre Dr. Delois N. Blakely, sindaco onorario della comunità di Harlem. Il programma prevedeva presentazioni di delegati e dignitari giovanili ed esibizioni di talenti locali.

I delegati e gli ambasciatori della gioventù si sono quindi organizzati in otto squadre che si sono recate nei quartieri per parlare con gli altri dei loro diritti, ispirati dai video promozionali di Gioventù per i Diritti Umani e dall’articolo 29 della Dichiarazione Universale, “Responsabilità”, che invita tutte le persone ad assumersi la responsabilità di educare gli altri sui diritti umani.

I giovani sono tornati a casa ispirati, eccitati e dotati di materiali e abilità per attuare pienamente l'educazione ai diritti umani nei loro paesi.

“Uniti per i Diritti Umani” e “Gioventù per i Diritti Umani” sono programmi sostenuto dalla Chiesa di Scientology, fondata da L. Ron Hubbard. Sono attivi a livello internazionale organizzando convegni (il più recente a New York nel Palazzo di Vetro della Nazioni Unite) e lezioni sui Diritti Umani nelle scuole elementari, medie e superiori, allo scopo di diffondere la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo approvata dall’ONU nel 1948.

Il fondatore della Chiesa di Scientology, L. Ron Hubbard, ha affermato: “I Diritti Umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".


Fonte notizia: https://www.humanrights.com/


Scientology | Diritti Umani | ONU | L Ron Hubbard | Gioventù per i Diritti Umani | New York |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cesena: Far conoscere i Diritti Umani – in formato cartaceo o attraverso i servizi On-Line


La Chiesa di Scientology per l’educazione sui Diritti Umani


Uniti per i diritti umani: la conoscenza ci rende liberi


Apprendere i Diritti Umani - SERVIZI ON-LINE PER L’ISTRUZIONE


Che cosa c’è di terribile nella società?


UNITI PER I DIRITTI UMANI - Speciale presentazione tenuta presso la Chiesa di Scientology di Milano


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa

Il Motogiro Nazionale di “Dico no alla droga” fa tappa a Firenze e Pisa
Firenze e Pisa saranno le prime tappe del Primo Motogiro Nazionale “Mettiamoci in moto per un Italia Libera dalla Droga” organizzato dall’associazione Dico No alla Droga. A Firenze il Motogiro si fermerà a Piazzale Michelangelo, lunedì 30 agosto alle 16:30 circa, dove riceverà il saluto del Consigliere Comunale Federico Bussolin. La tappa di Pisa sarà effettuata in collaborazione con l’associazione Gruppo Il Ponte San Patrignano, e con la Pubblica Assistenza Litorale Pisano che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.Nel dettaglio il Motogiro passerà da Pia (continua)

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo

Reggere bene l’alcool è una predisposizione all’alcolismo
Molti si vantano di “reggere bene l’alcool”, ma questa capacità porta a bere di più e quindi a maggiori rischi per salute, incidenti e alcolismo. Le persone che bevono alcolici regolarmente, alle feste, al bar o a casa, spesso si vantano della loro capacità di “reggere l’acool”. Sia che facciano per “essere dei duri” o che siano orgogliosi reggerlo più dei loro amici, queste persone spesso faranno sfoggio del fatto gli ci vogliono più drink per ubriacarsi, o che sono in grado di consumare abbondanti quantità di alcol senza soffrire di (continua)

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli

Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli
Bambini nati tossicodipendenti da madri inconsapevoli Un numero crescente di bambini nasce già dipendenti dalle droghe, e non sempre la causa è una madre tossicodipendente. Il quotidiano di Nashville “The Tennessean” ha recentemente pubblicato un rapporto su una preoccupante tendenza: sempre più bambini nascono nell'inferno della “sindrome da astinenza neonatale”, una condizione che si verifica quando una madre usa antidolorifici oppiacei (farmaci legali prescritti ma simili all’eroina e alla morfina) durante il corso della gravidanza. Il bambino diventa dipende (continua)

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari

Prevenzione alla droga negli stabilimenti balneari
I volontari dell’associazione Mondo Libero dalla Droga hanno visitato 14 bagni del litorale di Tirrenia e Marina di Pisa distribuendo materiale informativo sui pericoli delle droghe. La droga non va in vacanza e chi ne abusa continua a cercarla anche durante il soggiorno nelle località balneari. Gli spacciatori lo sanno, e durante l’estate si spostano sulla costa per rifornire i vacanzieri che cercano lo ‘sballo’ a tutti i costi o che altrimenti andrebbero in crisi di astinenza. I volontari dell’associazione internazionale “Mondo Libero dalla Droga” si sono mobilitati (continua)

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana

L'abuso di farmaci è secondo solo alla marijuana
Nel mondo della tossicodipendenza, l’abuso di farmaci è ormai come diffusione al secondo posto dietro alla marijuana I farmaci prescritti fanno parte della vita di milioni di persone, negli Stati Uniti il 48% delle persone assume almeno un farmaco con regolarità, mentre l'11% assume cinque o più farmaci ogni mese. Particolarmente comune tra questi farmaci è il Vicodin, un antidolorifico oppiaceo che ora è il farmaco più comunemente prescritto negli Stati Uniti. Solo nel 2010 sono state scritte più di 130 mi (continua)