Home > Cultura > Assam, paradiso tutto da scoprire dell’India lungo il fiume Brahmaputra

Assam, paradiso tutto da scoprire dell’India lungo il fiume Brahmaputra

scritto da: Andrea.gentili1a@libero.it | segnala un abuso

Assam, paradiso tutto da scoprire dell’India lungo il fiume Brahmaputra


L'Assam è uno Stato dell'India, il più esteso del NE dell’India verso il sud est dell’Asia, che con una superficie di 78.000 kmq e 31milioni di abitanti sta da tempo evolvendo il suo sviluppo turistico e che, grande piana fluviale si affaccia, per gran parte, sulla valle del fiume Brahmaputra ( dieci chilometri di larghezza nella sua fascia più larga ) un fiume favoloso, situato al più alto livello tra i fiumi del pianeta, che nasce nel Tibet a 5.300 metri di altezza e scorre sui monti dell’Himalaya fino a giungere nell’Assam. Il suo percorso, 2.900 chilometri, è disseminato di meraviglie della natura, dalle lontre che si nutrono dei suoi pesci alle tigri del Bengala ospitate nel parco naturale del Kaziranga si getta nel Sacro Gange e termina il suo percorso nella baia del Bengala ed è caratterizzato da una profondità che in alcuni punti raggiunge i 3.500 metri Lunghe distese di verdissime coltivazioni di tè, parchi naturali, dense ed imponenti foreste costituiscono questa terra veramente molto speciale della quale, per localizzarne la posizione geografica è utile conoscere che confina a nord-est con lo Stato indiano dell'Arunachal Pradesh, a nord-ovest con il Bhutan, ad est con il Nagaland e il Manipur, a sud con il Mizoram, il Tripura e il Meghalaya e ad ovest con il Bengala Occidentale; a sud-ovest e a sud ha due brevi tratti di confine con il Bangladesh. Natura incontaminata, monasteri, culture rimaste isolate per secoli dal resto del mondo costituiscono una immensa attrattiva per il turista al quale consigliamo di visitare il paese nel periodo che va da ottobre a maggio quando, nei mesi estivi il clima è caldo nelle valli più basse e mite più in alto, ma soprattutto colpisce la innata vocazione dei suoi abitanti all’ospitalità; abitanti di varie etnie che con pazienza affrontano ogni anno le piene del Brahamputra che ogni volta distruggono le loro abitazioni, capanne che pazientemente come è nel loro carattere, ricostruiscono consapevoli che le alluvioni costituiscono per i villaggi un sano concime naturale per l’agricoltura. Proprio questa pazienza innata negli assamesi induce il turista alla serenità, anche interiore, donando pace dopo non breve il viaggio che parte da Milano o da Roma con voli diretti di Air India. La cultura di Assam vanta origini antichissime, i suoi templi richiamano una immensità di pellegrini e la loro architettura tende alla valorizzazione delle varie religioni praticate Turisticamente parlando la maggior attrazione sono i suoi cinque parchi, uno dei quali, il Kaziranga, un'ampia prateria di terreni paludosi comprendenti una fitta foresta equatoriale in cui si incrociano, oltre al Brahamputra, altri quattro importanti fiumi ed numerosi fiumi minori, da tempo dichiarato secondo parco al mondo patrimonio dell’umanità, interamente dedicato alle numerose specie autoctone di animali ( ad es. il rinoceronte e la tigre del Bengala ). L’economia è di carattere essenzialmente agricolo; particolarmente attiva è la coltivazione del tè, pianta a carattere endemico al 100% la cui principale varietà è denominata “ Camelia sinensis “, o tè nero, massiccia e con foglie ampie e coriacee ideali per la produzione di tè neri e oolong, cresce nelle vaste pianure bagnate dal grande fiume ad un livello all’incirca pari a quello del mare ( produzione annua: 500 milioni di kg ). Al turista vengono proposti prodotti manufatturieri, particolarmente stoffe in lana o seta lavorate al telaio, ceramiche. Verso la fine del XIX secolo, dopo la firma del trattato di Yandaboo il territorio assamese passò sotto il controllo inglese ed il suo territorio venne annesso alla Presidenza del Bengala, allora “presidence” dell’impero anglo indiano, e questi suoi precedenti storico politici hanno, ed ancora oggi profondamente influenzano la vita e le abitudini culturali della popolazione di questo stato indiano che, per oltre il 60% pratica l’induismo; altre religioni praticate sono l’Islamica ( 30% della popolazione ) e il cristianesimo ( 3% della popolazione ); risultano anche essere praticate religioni minori quali la sikh, il buddhismo, il giainismo. Allo scopo di promuovere la vocazione turistica di questo particolare e forse unico stato, il Governo di Assam ha indetto una conferenza di presentazione per descrivere le caratteristiche di un’area particolarmente affascinante sotto l’aspetto naturalistico, proponendo agli intervenuti filmati e descrizioni particolareggiate delle aree più immediatamente passibili di sviluppo turistico. Dalla presentazione, alla quale hanno partecipato il direttore del Servizio Sviluppo Turistico statale Bhaskar Phukan, l’incaricato del Servizio per lo sviluppo turistico assamese Jayanda Malla Barua, il segretario del dipartimento Affari culturali Sudarshan Thakur, il rappresentante dell’ufficio per le informazioni turistiche di Assam Manorajan Hazarika, è emerso un panorama veramente allettante di questa area geografica fino ad ora poco o nulla conosciuta, dalle tradizioni semplici spesso estrinsecantesi in delicati spettacoli di danza dei quali bellissime danzatrici assamesi hanno fornito applauditissime esibizioni. Ci riserviamo infine di fornire ulteriori e più dettagliate notizie ed informazioni dopo questa prima presa di contatto con i rappresentanti del governo di Assam, particolarmente in ordine ai servizi, ai collegamenti, alle strutture alberghiere delle quali dispone lo stato di Assam, il cui capoluogo è Dispur, sobborgo della città di Guwahati, la maggiore dello stato.

assam | kazirangha | brahamaputra |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Alla scoperta del Paradiso terrestre


Noleggio auto a lungo termine Mercurio Rent


Vincenzo Paradiso: ruoli professionali ricoperti in ambito privato e pubblico


Il graphic journalism di Mirko Orlando con "Paradiso Italia"


MARCIAGRANPARADISO 2014, LA GRANFONDO SI FA “MINI” IN ATTESA DEI GRANDI


La carriera di Vincenzo Paradiso, manager attivo nel settore della sicurezza


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La Grande Storia raccontata ai ragazzi: “Ascolta Israele “ al teatro Cometa Off

La Grande Storia raccontata ai ragazzi: “Ascolta Israele “ al teatro Cometa Off
La Compagnia Teatro A e Valeria Freiberg; raffinata regista, mettono in scena uno spettacolo che l’Associazione “Ariadne” propone dal 28 al 31 gennaio al teatro Cometa Off in occasione della celebrazione del giorno della memoria: “ Ascolta, Israele “, una narrazione documentaristica, un tentativo artistico di trovare un’identificazione della realtà scenica con la realtà storica. Sulla scena sp (continua)

Cocktail per tre, con Franco Oppini al Teatro Marconi di Roma il 23 gennaio

Cocktail per tre, con Franco Oppini al Teatro Marconi di Roma il 23 gennaio
Rientra Franco Oppini con un Giovedì 23 gennaio ’20 alle ore 21.00 al Teatro Marconi debutterà in prima nazionale, rappresentato per la prima volta in Italia lo spettacolo “Cocktail per tre” (nel titolo originale Caprichos) per la regia di Marco Belocchi, tradotto da Pino Tierno. In scena Franco Oppini, Miriam Mesturino e Marco Belocchi. Cocktail per tre (nel titolo originale Caprichos) è una (continua)

Marilù Manzini si presenta anche come regista a Capri Hollywood 2019

Marilù Manzini si presenta anche come regista a Capri Hollywood 2019
Marilù S. Manzini è una scrittrice di successo, pittrice, scultrice, fotografa e, recentemente, regista di un film, in uscita nei prossimi mesi, tratto da un suo noto libro: “Il Quaderno Nero dell’Amore” della Rizzoli che ha costituito un vero e proprio “casus editoriale “ con oltre 100.000 copie vendute; la Manzini è anche autrice di un altro successo editoriale: “Io Non Chiedo Permesso”. Dopo (continua)

"IO SENZA TE...TU SENZA ME" di Mariangela Petruzzelli al Teatro Studio Keiros


Nell’ambito del Festival “ Il teatro che non c’era, ho bisogno di sentimenti” che si svolgerà fino al prossimo 15 dicembre al Teatro Studio Keiros, Mariangela Petruzzelli rappresenterà, in prima nazionale, ( interpreti Carmen Piccolo e Tiziano Ferracci ), la sua ultima fatica: “ IO SENZA TE… TU SENZA ME “. E’ uno spettacolo di parola intimo ed intenso, frutto di una drammaturgia lineare e “senti (continua)

Lanciato il progetto “ Umbria Charme “per una vacanza di lusso in Umbria

Lanciato il progetto “ Umbria Charme “per una vacanza di lusso in Umbria
Il progetto Umbria Charme prende forma dalla volontà di UmbriaBenessere e Umbria Convention & Events Bureau di creare, per il turista più esigente e attento, una casa lontano da casa, dove il concetto di hotel sparisce per lasciare spazio ad un’accoglienza familiare. Attenzione al dettaglio, capacità di emozionare e di offrire un’esperienza davvero irripetibile sono, però, le parole d’ordine delle (continua)