Home > Prodotti per la casa > Illuminazione casa con la domotica: costi e benefici

Illuminazione casa con la domotica: costi e benefici

scritto da: Claudia Marchi | segnala un abuso

Illuminazione casa con la domotica: costi e benefici


 

Si parla sempre più spesso di casa domotica, ma cosa si intende esattamente con questa definizione? Quali sono i costi e i vantaggi di illuminare la casa con un impianto domotico?

 

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale e la domotica hanno rivoluzionato il modo di vivere delle nostre abitazioni. Sempre più connessi tra di noi e ai nostri dispositivi portatili (smartphone, tablet, smartwatch…), ormai pretendiamo che anche la casa sia pensata in modo da interagire attraverso dei comandi vocali o sul cellulare.

La domotica entra in casa, quindi, e noi esseri umani abbiamo dovuto ripensare gli spazi, i complementi d’arredo e persino gli impianti domestici, che devono essere progettati per rispondere a nuove esigenze di efficienza energetica e comfort.

Tra le ricerche più effettuate dagli italiani su internet, troviamo quelle che hanno a che fare con la domotica: sono sempre più apprezzati gli assistenti vocali (Google Home, Alexa), ma anche lampadine wireless, smart TV, lavatrici intelligenti, interruttori e sistemi di sorveglianza WiFi, termostati smart, aspirapolveri robot… tra gennaio e giugno 2019 gli italiani hanno fatto oltre 126 ricerche con queste parole chiave collegate alla domotica! La fonte è l’Osservatorio Smart Home di Trovaprezzi.it, che ha preso a campione 45 prodotti.

La domanda che tutti spesso si fanno è: va bene acquistare prodotti intelligenti, ma quanto costa realmente creare una casa con un impianto elettrico domotico? Un impianto domotico a norma deve essere realizzato da un tecnico specializzato e deve essere pensato e progettato durante la costruzione o ristrutturazione dell’immobile. Farlo in un secondo momento significherebbe sostenere dei costi più elevati rispetto al normale.

Il costo di un impianto domotico base, al quale sarà poi possibile aggiungere in qualsiasi momento tutti gli optional del caso, è legato a 3 caratteristiche dell’abitazione, ovvero: la sua grandezza in metri quadri, il numero dei vani e il numero dei punti luce e delle prese.

Come influiscono queste variabili sul costo di un impianto domotico? Per esempio, un’abitazione di 70 mq con 4 vani probabilmente costa intorno ai 200.000 euro. Un impianto elettrico per una casa di questo tipo ha in media un costo pari a 5.000 euro; realizzare un impianto domotico per una casa di questo tipo costerà appena 2.000 euro in più, ovvero l’1% rispetto al costo totale dell’immobile.

Una spesa più che sostenibile, se si pensa al grandissimo risparmio che ne scaturirà nel tempo: un impianto domotico di base, che permette l’illuminazione di casa in maniera intelligente e a risparmio energetico, è alla portata di una larghissima fetta di popolazione.

illuminazione casa |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Cos'è la domotica?


Guadagnare tempo e risparmiare soldi abitando in una casa domotica


Domotica in parole povere: a Parma un incontro sulle nuove tecnologie per la casa


Ultimo mese per visitare Casa Domotica


Safety Lighting: l’illuminazione di sicurezza in ambito industriale


Illuminare gli spazi con le linee continue


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Logistica di magazzino e trasporto merci: l’importanza del partner giusto

Logistica di magazzino e trasporto merci: l’importanza del partner giusto
Una buona logistica e un trasporto merci efficiente sono aspetti fondamentali per le aziende che producono e spediscono grandi quantità di prodotti sul suolo nazionale: per questo è bene scegliere partner efficienti e che sappiano garantire la qualità del servizio. Una buona logistica e un trasporto merci efficiente sono aspetti fondamentali per le aziende che producono e spediscono grandi quantità di prodotti sul suolo nazionale: per questo è bene scegliere partner efficienti e che sappiano garantire la qualità del servizio. “Cos’è la logistica di magazzino?”. Questa domanda è molto frequente tra le aziende che si ritrovano per la prima volta a dov (continua)

6 consigli per migliorare l'interior design del tuo negozio

Certi negozi sono affollati, mentre altri, dello stesso settore merceologico, sono deserti. Ti è mai capitato di vedere una scena simile? Il mancato studio del comportamento dei tuoi clienti ti può costare tante mancate vendite. E sì, il design degli interni del tuo punto vendita può fare la differenza fra un negozio pieno e un negozio vuoto.  Nelle prossime righe ti diamo qualche drit (continua)

Analisi elementare: focus su uno dei capisaldi della chimica analitica

Analisi elementare: focus su uno dei capisaldi della chimica analitica
L’analisi elementare è una delle attività cardine dei laboratori di chimica. Uno dei suoi scopi è la determinazione della formula minima di un composto. Vediamo insieme alcuni passaggi fondamentali Analisi elementare: facciamo chiarezza In chimica analitica si definisce “analisi elementare” quell’analisi che permette di definire quali composti organici si uniscono per formare una sostanza o un materiale. La presenza di un determinato composto all’interno della sostanza o materiale viene espresso in formato percentuale. Esistono due tipologie di analisi elementare. La prima, di (continua)

Acciai antiusura: facciamo il punto

Acciai antiusura: usi e impieghi Le lamiere di acciaio antiusura e ad alta resistenza sono diffuse per la costruzione di parti di macchine e veicoli  a stretto contatto con materiali ad azione abrasiva, come per esempio, i cassoni dei mezzi per la movimentazione di terra, carbone, sabbia, rottami e detriti vari, o le betoniere, frantumatori, le benne delle scavatrici o i trasport (continua)

Totem interattivi: cosa sono e a cosa servono

Non sai cosa sono i totem interattivi? In questo articolo ti spieghiamo a cosa servono questi strumenti, sempre più diffusi e facili da usare. Ti è mai capitato di partecipare a una fiera, o a un altro evento pubblico, e di trovarti davanti a una colonna su cui era incastonato - o agganciato - uno schermo touch screen? Questa è la definizione più elementare di totem multimediale. In sostanza, un totem è un computer destinato all'uso pubblico. Considerato che questi strumenti possono essere usati da chiunque, il software installat (continua)