Home > Turismo e Vacanze > La splendida Perugia ancora da scoprire

La splendida Perugia ancora da scoprire

articolo pubblicato da: pivari | segnala un abuso

La splendida Perugia ancora da scoprire

 Sebbene tutti, almeno in Italia, conoscano per rinomanza Perugia, almeno per il fatto che è capoluogo di regione dell’Umbria o semplicemente perché vi ha la sede la Perugina con i suo favolosi Baci, è ancora oggi una meta turistica poco valorizzata rispetto alle sue potenzialità.

Sede universitaria prestigiosa, con una cinta muraria etrusca e una medioevale, la sua Acropoli ha monumenti eccezionali.
Bellissima la piazza IV novembre con il Palazzo dei Priori, la Fontana Maggiore (immaginate l’eccezionalità di far zampillare l’acqua nel medioevo in cima ad un colle) e il Duomo.
Da non perdere il pozzo Etrusco, unico nel suo genera, la Galleria Nazionale dell’Umbria con capolavori del Perugino, Pinturicchio Beato Angelico, Verrocchio e Mantegna, l’affresco di Raffaello e Perugino nella cappella di San Severo e il Collegio del Cambio completamente affrescato dal Perugino.

E’ bello semplicemente camminare nelle vie principali ed infilarsi nei vicoletti medioevali. E’ bello scoprire la cucina umbra. A pochi chilometri la splendida Assisi e non lontane le altre favolose città umbre.
Decidere di trascorrere il capodanno in Umbria può rivelarsi una scelta vincente ed inaspettata.

Da buoni italiani consideriamo ancora le vacanze invernali come montane ma andare dove “vanno tutti” è meno conveniente e il trattamento riservato può rivelarsi più “frettoloso“.



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Blue Panorama Pecci: Tennis Cup Internazionali città di Perugia


Giornata del Mal di Testa


Cosa vedere in Umbria? Un Itinerario etrusco lungo questa regione


Perugia-Assisi 2018, anche Brusciano ha marciato nel nome della Pace e della Fraternità. (Scritto da Antonio Castaldo)


Pinalli apre tre store in Umbria


I Big Data: una opportunità necessaria per una governance della salute 4.0


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Se sei una vera pupa a Bologna centro il Capodanno per te!

Se sei una vera pupa a Bologna centro il Capodanno per te!
 Ovviamente anche se non sei una pupa o un bullo, una femme fatale o un gangster, se non ti vesti con vestitini a minigonna con frange o se non indossi gessati con Borsalino, il Capodanno a Bologna organizzato dallo Jam Club, locale nelle prigioni di palazzo Bentivoglio, tra piazza Maggiore e le le due torri della gaudente& (continua)

Trascorreresti il Capodanno a Prato?

Trascorreresti il Capodanno a Prato?
 In Italia ci sono città che non verrebbe mai in mente di visitare o che nel tempo sono state bollate come “città industriali” o città non consone al turismo. Chi penserebbe mai di trascorrere in queste città il Capodanno? Difficilmente verrebbe in mente di trascorrere il Capodanno in Toscana, figurarsi a Prato! Provate a pen (continua)

Festeggiare il Capodanno in Umbria ad Assisi

Festeggiare il Capodanno in Umbria ad Assisi
 Non c’è niente di più contrastante nella mentalità comune tra il concetto di Capodanno e l’Umbria e soprattutto Assisi. Siate sinceri, avevate mai pensato di trascorrere Capodanno in Umbria e da Assisi? Capodanno è tipicamente considerata una festa “pagana” dove potersi scatenare, divertire, dimenticare il vec (continua)

Toscana meta del turismo invernale

Toscana meta del turismo invernale
 Tuscany è un brand fortissimo in tutto il mondo che rivaleggia direttamente con Italy. Uno straniero probabilmente non conosce altre regioni italiane, non conosce Veneto, Lazio, forse conosce Sicily. Il brand Florence è ugualmente forte e fenomeni come la recente serie televisiva Medici non fanno che rafforzarli. Però il turismo in To (continua)

Arezzo ed il Casentino solo mete estive?

Arezzo ed il Casentino solo mete estive?
 La Toscana è meta di un turismo anche internazionale che non si limita più al periodo estivo e soprattutto per le città d’arte e nello specifico Firenze trascorrere il Capodanno in Toscana è quasi un must. Arezzo e il Casentino sono ancora poco frequentate e da scoprire soprattutto allontanandosi dall’estate. Il Casentino &eg (continua)