Home > Internet > Qual è la migliore alternativa a Facebook per promuovere il tuo negozio in dropshipping?

Qual è la migliore alternativa a Facebook per promuovere il tuo negozio in dropshipping?

articolo pubblicato da: simonafer | segnala un abuso

Qual è la migliore alternativa a Facebook per promuovere il tuo negozio in dropshipping?

 Il 68% degli adulti americani usa Facebook e le sue pubblicità generano revenue per oltre $16 miliardi di entrate all’anno. Ma cosa c’entra questo con la tua azienda?

Oggi la competizione online è sempre più elevata, le campagne pubblicitarie sono sempre più care ed è sempre più difficile attirare l’attenzione di clienti bombardati da ogni dove.

Di conseguenza, nonostante il grande numero di utenti di Facebook, questo non può più essere l’unico posto dove pubblicizzare la tua attività in dropshipping. Allora, quali alternative hai?

Continua a leggere per conoscere la migliore alternativa agli annunci di Facebook per il 2020. Tu (e il tuo budget aziendale) sarete contenti di averlo fatto.

Non tutto il traffico è creato uguale

La maggior parte degli utenti di Facebook è su questa piattaforma in cerca di intrattenimento, non per comprare qualcosa. Di conseguenza, molte pubblicità cadono inascoltate nonostante siano ben scritte ed ottimizzate.

Lo stesso vale per altre forme di pubblicità sui social media .Le persone visitano ed interagiscono su queste piattaforme principalmente per aspetti ludici e sociali, per entrare in contatto con amici e familiari o per guardare belle foto. Quando un utente usa un Social Media non ha un intento commerciale.

Pensa, invece al tuo comportamento sui motori di ricerca. Sai cosa vuoi e stai cercando la risposta migliore alla tua esigenza del momento. Vuoi sapere il nome di una canzone, vuoi trovare un ristorante in una certa area della città oppure stai cercando un prodotto…

Se hai intenzione di comprare qualcosa, probabilmente la tua carta di credito è a portata di mano e quando un motore di ricerca riceva una query per prodotti con altro intento commerciale è pronto a mostrare risultati che pensano possa essere di tuo interesse.

Ad esempio, quando cerchi “scarpe da corsa Nike”, deduce che sei pronto per acquistare un nuovo paio e di conseguenza tenta di mostrarti quello che cerchi.

La migliore alternativa a Facebook

Fai finta di voler comprare un nuovo vestito da cocktail. Cosa fai? Vai su Google e cerchi “red cocktail dress”. Una delle prime cose che vedi è un elenco orizzontale di prodotti popolari se uno di questi attira la tua attenzione,  ci clicchi sopra e se ti piace in tutti i suoi dettagli finisci per acquistarlo.

Ora capovolgi questo esempio: vendi diversi modelli di vestiti da cocktail sul tuo store in dropshipping, perchè quindi non mostrarli in queste ricerche, sai già di sicuro che la persona che ha scritto quella query ha un intento commerciale, quindi che è pronta a comprare un vestito… proprio ora. 

Crea annunci per prodotti listati con Google Ads (PLA).

Per far visualizzare i tuoi prodotti in quell’elenco orizzontale di cui parlavamo prima devi utilizzare i Google Ads. 

Le PLA di Google sono unici perché mostrano informazioni dettagliate sui tuoi prodotti e tendono ad essere convenienti perché utilizzano un pagamento basato sul costo per clic (CPC). Ciò significa che non paghi nulla a meno che qualcuno non faccia clic sulla tua scheda prodotto.

Gli annunci PLA sono come AdWords, tranne che:

  •     Non si concentrano sulle parole chiave
  •     Contengono immagini di prodotti che si distinguono nei risultati dei motori di ricerca
  •     Sono gestiti utilizzando il Google Merchant Center

Best practice per l’utilizzo di Google PLA

Iniziare con le PLA di Google può essere complicato, soprattutto se questo tipo di pubblicità è nuova per te, ma se seguirai questa lista di best practice siamo sicuri che avrai successo.

Acquisisci familiarità con il Google Merchant Center

Per gestire le campagne Google PLA dovrai prima di tutto caricare e gestire le informazioni relative ai tuoi prodotti all’interno del Google Merchant Center . 

Per utilizzare al meglio questo tool, devi capire e rispettare il formato richiesto da Google perchè poi le informazioni caricate genereranno automaticamente i tuoi annunci e di conseguenza se non vengono trasmesse bene le tue campagne possono risultare gradevoli o poco efficaci.

Quindi, presta attenzione agli attributi richiesti e mantieni sempre aggiornato il tuo feed di dati.

Gestisci il tuo product feed

La gestione del tuo feed dipende dal numero di prodotti che hai e dal tuo budget. Una campagna di successo si basa su prezzi competitivi, quantità e varietà di prodotti e informazioni sempre aggiornate.

Le tecniche di gestione comuni includono:

  •     Utilizzo di Excel o Fogli Google e aggiornamento manuale
  •     Servizi di terze parti che si sincronizzano automaticamente con il tuo sito Web
  •     Esternalizzazione a un appaltatore
  •     Altri software di gestione dell’inventario

Usa immagini di alta qualità – Nessuna eccezione

Le immagini sono ciò che distingue gli annunci basati sulle schede prodotto e sono anche l’unico modo in cui i consumatori possono conoscere e vedere la tua merce. Un’immagine scadente non aiuterà la tua attività, perché non potrà mai competere con quelle più professionali presenti negli altri annunci che compariranno accanto al tuo e inoltre daranno una cattiva impressione della tua azienda.

Utilizza descrizioni e titoli accurati, ricchi di parole chiave

I PLA di Google non utilizzano parole chiave specifiche per il posizionamento degli annunci. Ma nonostante questo, è fondamentale utilizzare parole chiave nei titoli e nelle descrizioni dei prodotti che devono essere ben scritte, fluire naturalmente ed essere principalmente descrittive.

L’utilizzo, poi delle categorie di prodotto possono aiutarti a determinare la pertinenza, dei tuoi articoli. L’obiettivo non è battere il sistema o fregare google, ma fornire una descrizione accurata dei tuoi prodotti in modo che il motore di ricerca sappia quando è meglio mostrarli.

Comprendi come utilizzare i gruppi di annunci

I gruppi di annunci ti consentono di organizzare i tuoi prodotti. Quindi se vendi solo pochi articoli non ne avrai bisogno, ma se vendi centinaia di prodotti i gruppi di annunci possono aiutarti a fare ordine.

La cosa più logica da fare è quella di iniziare la divisione dei propri prodotti basandosi sulle categorie che già si usano all’interno del proprio sito web, ma può essere anche utile raggruppare gli articoli in base al margine di profitto in modo da poter fare offerte con facilità.

Nota: A Google non interessano i gruppi di annunci né influiscono sul posizionamento delle schede prodotto.

Ottimizza le tue offerte in base ai margini di profitto e alla concorrenza

Le campagne legate a categorie ed industrie ad alta concorrenza avranno un prezzo elevato. Ma, se gli annunci vengono eseguiti correttamente, il denaro che guadagni supererà quello che paghi per la campagna pubblicitaria.

L’idea è di fare offerte intelligenti che:

  •     Non vadano ad annullare i tuoi margini di profitto
  •     Permettano posizionati al di sopra della concorrenza
  •     Possano generare vendite
  •     Generino un ROI positivo

Di conseguenza è efficace utilizzare i gruppi di annunci per dividere i prodotti in base al margine di profitto perché questo ti permette di semplificare l’ottimizzazione delle offerte in base a quanto puoi permetterti di pagare per una certa categoria di prodotto.

Automatizza la tua attività di dropshipping, oggi

L’uso di Google PLA come alternativa a Facebook è solo l’inizio. Dopo aver generato degli ordini, bisogna spedirli e per farlo è necessario un fornitore affidabile, un regolare processo di evasione e un valido metodo gestione del flusso delle tue spedizioni.

Il modo migliore per ottenere tutto questo è affidarsi ai servizi di Yakkyofy? Yakkyofy ti aiuta a reperire i tuoi prodotti in Cina e ad acquistarli direttamente dalle fabbriche a prezzi B2B. Ti fornisce scatole ed etichette personalizzate e spedizioni rapide per recapitare i tuoi pacchi nella gran parte dei paesi UE e del Nord America entro 3-12 giorni.

Grazie alla sua integrazione con Shopify e Woocommerce, Yakkyofy ti aiuta a gestire ed ad automatizzare completamente il processo di evasione dei tuoi ordini, a vendere in dropshipping prodotti brandizzati con il tuo logo e ad inviare automaticamente i numeri di tracciamento ai clienti finali non appena uno dei tuoi ordini viene spedito.

Automatizzare il tuo business, ti concede il tempo e la libertà per dedicarti alle cose che contano di più per te. 

Yakkyofy conosce il valore di questo servizio ed è per questo cha si è impegnata a sviluppare l’unica app in grado di connettersi con il tuo store ed automatizzare completamente tutto il processo di evasione dei tuoi ordini. Allora, cosa stai aspettando?

ISCRIVITI GRATUITAMENTE

e inizia subito!

Dropshipping | eCommerce | facebook | google ads |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il dropshipping è legale? Ecco la risposta


Come Iniziare a Vendere in Dropshipping con WooCommerce


Come aprire un negozio online in dropshipping con Shopify


App di Shopify gratuite: le 6 migliori per il tuo dropshipping business.


Dropshipping su Ebay, tutti i pro e i contro.


Come automatizzare il tuo business in dropshipping


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Drop shipping: 5 prodotti da evitare a tutti i costi

Drop shipping: 5 prodotti da evitare a tutti i costi
 Oltre il 50 percento dei consumatori americani afferma di preferire lo shopping online perchè non ha tempo per andare ad acquistare i prodotti di cui ha bisogno in negozi fisici. Di conseguenza, la straordinaria popolarità dello shopping online ha portato a un forte aumento delle attività commerciali basate sull’e-commerce. Molte persone sono però (continua)

Ban di Facebook: come evitarlo quando si fa dropshipping

Ban di Facebook: come evitarlo quando si fa dropshipping
 Stai pensando di avviare un’attività in dropshipping e ti piacerebbe provare a sponsorizzarla sui social media, ma hai paura che il ban di Facebook possa colpire la tua attività e mettere fine ai tuoi affari? Fai bene a considerare questo aspetto e speriamo questo articolo possa aiutarti a fare chiarezza. Nel 2018, Facebook ha iniziato a bannare gli account pubblici (continua)

Cosa sono gli Incoterms

Cosa sono gli Incoterms
 Incoterms, è la contrazione del nome “international commercial terms” e sta ad indicare la nomenclatura internazionale utilizzata nel campo delle importazioni ed esportazioni, valida in maniera universale e che definisca in maniera univoca i diritti e i doveri di tutti i soggetti coinvolti in una operazione di importazione. Di solito questi soggetti sono: Spedizion (continua)

8 idee per eCommerce: ecco come avere successo nel 2019

8 idee per eCommerce: ecco come avere successo nel 2019
 Le previsioni di mercato ci dicono che nel 2021 le vendite globali collegate all’eCommerce raggiungeranno i  4.8 trilioni di dollari,  1.4 trilioni di dollari in più rispetto alle vendite previste nel 2019. Questo è il momento giusto per agire e se sei il proprietario di uno o più store eCommerce, forse ti starai chiedendo come aumentare le tue vend (continua)

Yakkyofy accetta la sfida di WooCommerce

Yakkyofy accetta la sfida di WooCommerce
  Roma, 18 Febbraio 2019 - Yakkyofy, la startup che permette ad un ecommerce di vendere un prodotto senza possederlo fisicamente, grazie alla tecnica del dropshipping, lancia oggi un’integrazione per WooCommerce che gli permetterà di offrire servizi completamente automatizzati a coloro che utilizzano Wordpress come piattaforma per il loro store online. Già presente su Sh (continua)