Home > Altro > Le Pmi hanno grande fiducia nel Digital Workplace

Le Pmi hanno grande fiducia nel Digital Workplace

scritto da: Ricoh Italia | segnala un abuso


Da una nuova ricerca Ricoh emerge come la maggior parte dei manager delle Pmi italiane consideri l’agilità e la capacità di reagire velocemente ai cambiamenti requisiti fondamentali per cogliere nuove opportunità. La trasformazione digitale è fondamentale per raggiungere questi obiettivi.

Il miglioramento dell’agilità e della flessibilità è in cima all’agenda dei manager delle Pmi europee che vorrebbero innovare grazie al Digital Workplace. La maggior parte (86%) dei manager del campione d’indagine coinvolto in un nuovo studio commissionato da Ricoh afferma che il focus principale di quest’anno è appunto la flessibilità. In Italia la percentuale sale al 90%.

Nel nostro Paese il 41% del campione (una percentuale più bassa della media europea che si attesta al 51%) sta introducendo in azienda tecnologie che permettono di cogliere nuove opportunità e il 50%, in linea con la media del resto d’Europa, è convinto che senza innovazione tecnologica la propria azienda sia destinata al fallimento entro 5 anni.

A quali tecnologie dare la precedenza?
I manager italiani delle Pmi danno priorità alle tecnologie che rispondono alle esigenze dei dipendenti. Sono convinti che l’automazione (76% del campione italiano; media europea: 72%), i data analytics (72% in Italia; media europea: 64%), il document management (83% in Italia; media europea: 62%) e le tecnologie per la collaboration tra cui la videoconferenza (64% in Italia; media europea: 56%) avranno un impatto molto positivo sul business.

Le Pmi europee puntano molto in alto. Come conseguenza del contesto di mercato, i manager vogliono assolutamente identificare nuove opportunità e sfruttare al massimo i trend del momento. Sono consapevoli del fatto che la flessibilità sia un requisito fondamentale per competere, fronteggiare i cambiamenti e utilizzare al meglio le tecnologie. Risulta chiaro come la flessibilità venga considerata dai manager delle Pmi una priorità assoluta e non una prerogativa delle grandi aziende.

Grande fiducia nel Digital Workplace
La produttività e l’innovazione tipiche del Digital Workplace sono fattori chiave per il successo del business. L’89% delle Pmi italiane (la media europea è del 70%) afferma che la tecnologia è alla base della capacità di crescere ed espandersi e questo indica una grande fiducia nei confronti della trasformazione digitale.  

I manager delle Pmi non sono attratti da tecnologie come realtà virtuale o blockchain, ma danno priorità agli investimenti con un impatto diretto e chiaro sulla bottom-line. È opportuno considerare con attenzione in che modo la tecnologia possa permettere ai dipendenti di lavorare più velocemente e in modo più smart, rendendo così l’azienda agile e flessibile. In caso contrario, il rischio è quello di causare il fallimento del business mentre il resto delle imprese si espande ulteriormente nel mercato.

 

 

 

 



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ricoh: il Digital Workplace che accelera l’innovazione


Perché le Pmi dovrebbero puntare all’innovazione


UK Ministry of Defence Selects ATLAS Consortium to Transform the Defence Information Infrastructure (DII)


Innovazione e Pmi: un percorso che parte da oggi


DIGITAL WORKPLACE


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Il lavoro in team nell’era del remote working

Il lavoro in team nell’era del remote working
Come collaborare al meglio e ottenere risultati pur non essendo fisicamente nello stesso luogo? In che modo i manager possono agevolare le nuove modalità lavorative? Il punto di vista di Ricoh.  A cura di Nicola Downing, COO di Ricoh Europe  La gestione di un team rappresenta una grande sfida per tutti i manager, includendo aspetti come la condivisione efficace delle strategie di bu (continua)

I rigorosi test di sicurezza effettuati da Keypoint Intelligence promuovono i multifunzione intelligenti di Ricoh

 Il superamento delle valutazioni attesta la capacità di Ricoh di offrire soluzioni in grado di proteggere le informazioni e il business delle aziende.    Keypoint Intelligence - Buyers Lab, organizzazione indipendente che valuta le soluzioni hardware per il document imaging, ha effettuato rigorosi testi di sicurezza sui multifunzione e i dispositivi di stampa di differenti (continua)

Sodexo sceglie Ricoh e la pausa pranzo diventa smart

Sodexo sceglie Ricoh e la pausa pranzo diventa smart
L’azienda leader nel settore della ristorazione collettiva sceglie gli Smart Locker refrigerati di Ricoh per offrire ai propri dipendenti il servizio Lunchbox. Fondata nel 1966 da Pierre Bellon e oggi presente in 67 Paesi in cui ogni giorno serve 100 milioni di consumatori, Sodexo è leader mondiale nei servizi che migliorano la qualità della vita. In Italia sin dal 1974, Sodex (continua)

L’innovazione di Ricoh premiata da Buyers Lab

 Ricoh IM C300, multifunzione intelligente a colori A4, è stato premiato da Keypoint Intelligence - Buyers Lab come “Outstanding Colour MFP for Mid-Size Workgroups”.   I riconoscimenti BLI Picks vengono assegnati due volte all’anno ai prodotti e ai sistemi per l’ufficio che hanno registrato le migliori prestazioni durante i rigorosi test di laboratorio co (continua)

Intelligenza Artificiale e Robotica: la carta vincente è l’integrazione con le competenze delle persone

 Da una nuova ricerca Ricoh emerge come la maggior parte dei dipendenti delle aziende europee mostri grande ottimismo nei confronti dell’innovazione tecnologica. IA e Robotica sono protagoniste della trasformazione degli ambienti di lavoro, a patto che l’uomo resti al centro.    Le nuove tecnologie stanno profondamente cambiando le aziende. La ricerca Ricoh “The (continua)