Home > Sport > Tre atleti dell’Accademia Karate Casentino convocati al raduno della nazionale

Tre atleti dell’Accademia Karate Casentino convocati al raduno della nazionale

scritto da: Marcocavini | segnala un abuso

Tre atleti dell’Accademia Karate Casentino convocati al raduno della nazionale


Due quinti posti ai Campionati Italiani Esordienti e ben tre convocazioni per il raduno della nazionale giovanile di karate. L’Accademia Karate Casentino sta vivendo un periodo particolarmente ricco di soddisfazioni e sta registrando tanti bei risultati con i bambini e i ragazzi che, dalla palestra di Rassina, si stanno affermando tra le maggiori promesse tricolori. La crescita di questo movimento sportivo è testimoniata proprio dalla scelta della federazione di confermare Laura Abenante del 2007, Andrea Cherubini del 2002 ed Elisa Liguri del 2004 nella ristretta cerchia di atleti di tutta la penisola che saranno presenti alla collegiale azzurra in programma sabato 23 e domenica 24 novembre a Cosenza. I tre casentinesi, allenati da Luca Boldrini e da Filippo Oretti, hanno già partecipato a precedenti raduni della nazionale di karate e potranno nuovamente vivere un allenamento di alto livello sotto la guida dei tecnici federali, per monitorarne la crescita in vista delle future gare internazionali.

Tra i convocati, la più giovane è Abenante che è reduce da un’ottima prestazione ai Campionati Italiani Esordienti A di Lido d’Ostia dove è arrivata fino alla finale per il bronzo nei -37kg, rimediando una sconfitta per giudizio arbitrale dopo un incontro terminato 0-0 contro la campionessa italiana del 2018 e chiudendo così la prova al quinto posto. Nella stessa posizione si è fermata anche Iris Bernacchi nei -57kg che è stata protagonista di un bel cammino in cui ha inseguito a lungo il sogno della medaglia, mentre a completare la squadra dell’Accademia Karate Casentino alla massima competizione nazionale degli Esordienti era presente anche Tommaso Mangione.

Le belle prove di Abenante e Bernacchi hanno permesso alla società casentinese di chiudere un 2019 storico che, la scorsa primavera, ha trovato il proprio apice con le due medaglie tricolori vinte da Liguri nei -80kg: l’oro ai Campionati Italiani Cadetti e il bronzo ai Campionati Italiani Juniores. Quest’ultima atleta, inoltre, ha recentemente confermato le sue qualità cogliendo il bronzo anche al prestigioso Open di Calabria a Cosenza, una gara valevole per il ranking nazionale dove ha trovato gloria anche un’altra ragazza casentinese: Michela Farsetti del 2005, infatti, ha conquistato l’argento nei -54kg dopo aver superato in semifinale la campionessa d’Italia. «Il 2019 ha superato ogni aspettativa - commenta il presidente Boldrini. - Abbiamo centrato quattro finali nelle diverse categorie dei campionati italiani, abbiamo festeggiato le convocazioni di molti ragazzi nei raduni della nazionale, abbiamo registrato uno sviluppo del nostro movimento che fa oggi affidamento su novantasei atleti e abbiamo combattuto nelle maggiori gare in Italia e all’estero, macinando migliaia di chilometri ma festeggiando grandi risultati. Questa crescita è frutto di una seria programmazione e di un tecnico giovane ma preparato come Oretti che è un punto di riferimento per tutti i nostri agonisti e che permette di sognare un roseo futuro per il karate casentinese».



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

L’Accademia Karate Casentino è la seconda miglior società della Toscana


Mi sono sentito un campione il giorno che vinsi una competizione di karate


La casentinese Elisa Liguri al seminario della nazionale giovanile di karate


La casentinese Liguri convocata al raduno della nazionale di karate


“Casentino Calling”, un manifesto per la vallata del futuro


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Alla scoperta di sé con il corso di formazione di Arezzo Psicosintesi

Alla scoperta di sé con il corso di formazione di Arezzo Psicosintesi
Un percorso per approfondire la conoscenza di sé stessi e per arrivare ad esprimere pienamente le proprie potenzialità. A proporlo è l’associazione Arezzo Psicosintesi che si appresta a dare il via al nuovo corso di formazione triennale che, rivolto a persone di ogni età, proporrà un viaggio alla scoperta del proprio mondo interiore e delle proprie funzioni psichiche. Gli incontri partiranno (continua)

Il servizio ABA dell’Istituto di Agazzi entra nelle scuole

Il servizio ABA dell’Istituto di Agazzi entra nelle scuole
Un supporto alle scuole per la crescita e per l’apprendimento dei bambini con disturbo dello spettro autistico e con disabilità intellettive. Il progetto è condotto dal personale di “Futurabile”, il centro specializzato sull’età evolutiva dell’Istituto di Agazzi, che porrà le proprie competenze a disposizione degli insegnanti di istituti di diverso grado per una formazione e un affiancamento (continua)

Tempo di bilanci per il consiglio di amministrazione della Casa Pia

Tempo di bilanci per il consiglio di amministrazione della Casa Pia
Tempo di bilanci per la Casa di Riposo “Fossombroni”. L’attuale consiglio di amministrazione della struttura, nota come Casa Pia, è entrato in carica nel gennaio del 2021 e a distanza di un anno ha promosso un momento di confronto e di verifica interna per valutare le attività svolte e i risultati raggiunti. L’insediamento di dodici mesi fa avvenne con pochi giorni di anticipo rispetto alla (continua)

Una gara di cucina tra studenti per premiare il miglior piatto con carni bianche

Una gara di cucina tra studenti per premiare il miglior piatto con carni bianche
Una gara di cucina per individuare e premiare il miglior piatto a base di carni bianche. La sfida ha coinvolto gli alunni dei due istituti alberghieri “Vegni-Capezzine” di Cortona e “Vasari” di Figline Valdarno che hanno partecipato al contest “#AtavolaconAlemas - Christmas Edition” e che hanno dato vita ad un’inedita competizione a distanza all’insegna dei sapori della tradizione. Questa ini (continua)

Una nuova sinergia artistica collega street art e teatro

Una nuova sinergia artistica collega street art e teatro
Una sinergia per collegare arte urbana e teatro. L’associazione Noidellescarpediverse e il produttore culturale Matteo Bidini hanno avviato una collaborazione volta a promuovere progetti congiunti per un’educazione e una formazione all’arte nelle sue diverse forme, prevedendo iniziative che spaziano dai laboratori nelle scuole allo sviluppo della street art. Questi due soggetti aretini hanno (continua)