Home > Cultura > A Firenze “Gioventù per i Diritti Umani” celebra la Giornata Internazionale dei Diritti Umani al Parco San Donato

A Firenze “Gioventù per i Diritti Umani” celebra la Giornata Internazionale dei Diritti Umani al Parco San Donato

scritto da: Carletta | segnala un abuso

A Firenze “Gioventù per i Diritti Umani” celebra la Giornata Internazionale dei Diritti Umani al Parco San Donato


 Sabato 7 dicembre la campagna sociale Gioventù per i Diritti Umani, sarà presente al Parco San Donato per celebrare la giornata internazionale dei Diritti Umani. Fin dal primo pomeriggio, i volontari distribuiranno opuscoli informativi e altro materiale informativo dei Diritti Umani.

Il tavolo informativo con opuscoli e cartelline informative su cosa sono i Diritti Umani e sulla Dichiarazione internazionale degli stessi, sarà posizionato nei pressi della pista di pattinaggio che sarà inaugurata per i ragazzi.

Ad ognuno spettano determinati diritti, per il semplice fatto che è un essere umano. Essi sono “diritti” perché sono cose che è permesso essere, fare o avere. Questi diritti esistono per essere protetti da chi vorrebbe ferire o danneggiare altre persone. Questi diritti esistono anche per aiutarci a star bene gli uni con gli altri e a vivere in pace. La conoscenza generica dei diritti umani accomuna la grande maggioranza delle persone, che sanno di avere il diritto ad essere pagati per il loro lavoro e di avere il diritto di voto. Ma esistono molti altri diritti. La non conoscenza dei diritti umani ne favorisce gli abusi che ancora oggi, o forse ancora di più oggi, esistono: discriminazione, intolleranza, ingiustizia, oppressione e schiavitù. Nata in seguito alle atrocità ed alle enormi perdite di vite umane durante la seconda guerra mondiale, la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo fu creata dalle Nazioni Unite per fornire una conoscenza comune di quelli che sono i diritti di ognuno. Essa costituisce la base per un mondo costruito sulla libertà, la giustizia e la pace. Facendo seguito all’invito dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, che chiese a tutti i paesi membri “di adoperarsi affinché la Dichiarazione sia diffusa, esposta, letta e spiegata principalmente nelle scuole ed altre istituzioni educative”, Youth for Human Rights International si propone di educare i giovani ai diritti umani. Gli strumenti offerti includono opuscoli, dvd, conferenze introduttive, un corso in 10 lezioni sui diritti umani. La nostra conferenza introduttiva si basa sulla proiezione del film “United” e di alcuni spot che illustrano visivamente i singoli articoli della dichiarazione. Questo è seguito da un esercizio pratico adatto alla realtà dell’uditorio. Il risultato finale è la conoscenza della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo e della sua realtà nella vita di tutti i giorni. 

Questi i materiali e le informazioni che si potranno raccogliere gratuitamente sabato 9 dicembre presso il tavolo informativo della campagna sociale Gioventù per i Diritti Umani al Parco San Donato di Novoli.

Il Filosofo ed umanista L. Ron Hubbard afferma che “I Diritti Umani Devono Essere Resi Un Fatto Non Un Sogno Idealistico”


Fonte notizia: http://it.youthforhumanrights.org


diritti umani | dichiarazione universale |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Gioventù per i Diritti Umani al Carnevale Multiculturale di Pace di San Donato


“Che cosa sono i Diritti Umani ?”


“I Diritti Umani“ .....un sogno idealistico?


Celebrano attivamente la Giornata Mondiale per la Pace.


Alcuni importanti momenti del 70esimo Anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani


Diritti Umani: ricordare le vittime dell'olocausto


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Lucca: sostenere un'educazione efficace sulla droga

Lucca: sostenere un'educazione efficace sulla droga
Vari sistemi per contenere l'uso e lo spaccio di droga, come il proibirne l'uso, incarcerare gli spacciatori ed i trafficanti, aumentare le strutture di recupero, hanno fallito ampiamente, semplicemente perchè il proibire ed il comprendere non vanno di pari passo. L'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale è la droga; riferendosi all'impatto devastante della droga sulla società, possiamo senz'altro convalidare quanto già affermato dal filoso ed umanista L. Ron Hubbard quando afferma che le droghe possono ridurre le persone in condizioni che non solo solo proibitive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile vers (continua)

Droga: a proposito di alcool

Droga: a proposito di alcool
L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente. La droga fa parte della nostra cultura dalla metà del secolo scorso. Negli anni ’60 venne resa popolare dalla musica e dai mass media e oggi invade ogni aspetto della societàProbabilmente tutti noi conosciamo qualcuno che è stato influenzato dalla droga, direttamente o indirettamente, ma pochi di noi pensano che la droga che fa più vittime di tutte le altre sia l'alcoolÈ classificato come un sedat (continua)

La Verità sull'abuso di Farmaci Prescritti

La Verità sull'abuso di Farmaci Prescritti
La forza di alcune delle droghe sintetiche (create dall'uomo) disponibili come farmaci prescritti creano un alto rischio di overdose. C'è chi pensa che i farmaci, solo per il fatto che vengono prescritti dai medici, non rientrino nella categoria delle droghe, in effetti non è così, una delle cause maggiori di morte è sicuramente quella per overdose, e/o effetti collaterali di farmaci prescritti.L'abuso di farmaci prescritti può essere ancora più rischioso dell'abuso di droga illegale.La forza di alcune delle droghe sintetiche (c (continua)

L'ALCOOL È LA DROGA CHE UCCIDE DI PIÙ

L'ALCOOL È LA DROGA CHE UCCIDE DI PIÙ
L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente. La droga fa parte della nostra cultura dalla metà del secolo scorso. Negli anni ’60 venne resa popolare dalla musica e dai mass media e oggi invade ogni aspetto della societàProbabilmente tutti noi conosciamo qualcuno che è stato influenzato dalla droga, direttamente o indirettamente, ma pochi di noi pensano che la droga che fa più vittime di tutte le altre sia l'alcoolÈ classificato come un sedat (continua)

L'AIUTO DI SCIENTOLOGY ATTRAVERSO LE CAMPAGNE SOCIALI

L'AIUTO DI SCIENTOLOGY ATTRAVERSO LE CAMPAGNE SOCIALI
Per portare avanti questi programmi umanitari, la Chiesa di Scientology Internazionale ha istituito una considerevole infrastruttura che produce questi materiali educativi in milioni di copie e verifica globalmente l'attuazione dei programmi. “Un essere è di valore, solo nella misura in cui può aiutare”. E' con questo spirito, espresso dal Fondatore della religione di Scientology Ron Hubbard, che le chiese di Scientology e i loro parrocchiani, patrocinano massicci programmi umanitari internazionali.Tramite un'estesa e concreta partecipazione e un generoso supporto finanziario gli Scientologist donano il loro tempo e le proprie risorse (continua)