Home > News > ALL’OSPEDALE SAN GIOVANNI DI DIO DI FIRENZE IL PRIMO INTERVENTO CON LA MIXED REALITY

ALL’OSPEDALE SAN GIOVANNI DI DIO DI FIRENZE IL PRIMO INTERVENTO CON LA MIXED REALITY

scritto da: Cristina_Guerra | segnala un abuso

ALL’OSPEDALE SAN GIOVANNI DI DIO DI FIRENZE IL PRIMO INTERVENTO CON LA MIXED REALITY


 Un intervento realizzato con una modalità innovativa e che potrebbe cambiare le dinamiche della chirurgia a livello globale. È quanto avvenuto giovedì 5 dicembre presso l’ospedale San Giovanni di Dio di Firenze dove il dottor Ferdinando del Prete, direttore di ortopedia e traumatologia, ha realizzato la prima operazione in sala – nell’ambito della chirurgia ortopedica - con l’ausilio della Mixed Reality. Nello specifico il paziente, sottoposto ad un’operazione mini invasiva di protesi all’anca, ha subìto l’intervento con l'innovativo sistema che consente, attraverso speciali visori, la visualizzazione olografica della pianificazione tridimensionale dell'impianto protesico.

 
Il software è stato sviluppato da WITHECA, la divisione di Witapp - azienda fiorentina di ingegneria informatica - dedicata allo sviluppo di prodotti in Healthcare. Per l’azienda questo intervento rappresenta un grande traguardo, avendo implementato l’applicazione in ambito chirurgico con uno sviluppo unico al mondo.
 
Per l’occasione WITHECA ha sviluppato 4 ologrammi per le 4 fasi dell’intervento. Nella prima fase è stato realizzato l’ologramma dello stato attuale del paziente, con una ricostruzione 3D completa derivante dalla TAC, che mostra il quadro di partenza. Nella seconda fase, invece, l’ologramma del femore è quello resezionato ed ottenuto utilizzando un modello 3D esportato dal software di pianificazione per l'impianto di protesi. Questo ologramma, usato nella fase iniziale in cui sarà necessario andare a tagliare la testa del femore, mostrerà il femore con il taglio già visibile. Nella terza fase, il visore proietterà l’ologramma del bacino con tracciata la traiettoria e l'angolazione per l'inserimento della coppa della protesi. Nella quarta ed ultima fase verrà infine visualizzato l’ologramma di bacino e femore del quadro post-operatorio, così da avere il riferimento del quadro finale del paziente.
 
Luigi Fici, Presidente di Witapp, dichiara: “Stiamo lavorando già da tempo a questo sviluppo del software e l’intervento di oggi rappresenta un grande traguardo sia per la nostra realtà che per la chirurgia in generale. L’intervento di oggi potrà realmente rivoluzionare il mondo della chirurgia ortopedica”.
 
Giovanni Pugliese, Amministratore Delegato di Witapp: “Il nostro software rappresenta un prodotto rivoluzionario nel settore della sanità. Grazie a questa applicazione possiamo portare benefici e vantaggi sia ai medici che ai pazienti e l’intervento di oggi ne è la chiara dimostrazione. Siamo orgogliosi di aver sviluppato, grazie al nostro personale altamente qualificato, un software di valore così elevato”.

salute | sanità | innovazione | tecnologia |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

I nuovi timorati di Dio nelle nostre future sinagoghe


Le future sinagoghe cristiane all'insegna del timore di Dio


Entusiasmare i visitatori della fiera con la Mixed Reality


La gloria nel vangelo di Giovanni


Le montagne in Palestina


Mariglianella: Svolta la Via Crucis promossa dalla Comunità Parrocchiale guidata da Don Ginetto De Simone. La partecipazione del Sindaco Felice Di Maiolo e dell’Amministrazione Comunale.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Editoria, domani escono i libri di Donatella Bianchi e Valentina Bisti

Editoria, domani escono i libri di Donatella Bianchi e Valentina Bisti
Due novità in arrivo per Rai Libri, che da domani sarà nelle librerie e negli store digitali con “L’eredità del mare” e “Tutti i colori dell’Italia che vale”, rispettivamente di Donatella Bianchi e Valentina Bisti. Due volumi molto diversi fra loro, ma che testimoniano come il nostro Paese sia costituito da ricchezze di inestimabile valore, sia dal punto di vista naturalistico, sia da quello umano (continua)

Turismo: bus, il settore e’ in rivolta in arrivo lo sciopero fiscale

Turismo: bus, il settore e’ in rivolta in arrivo lo sciopero fiscale
Un provvedimento totalmente inadeguato, che dopo settimane di annunci mette il turismo alle corde, senza azioni concrete per salvare le aziende. L’allarme, relativamente al “Decreto Rilancio” del Governo, arriva dal Comitato Bus Turistici Italiani, realtà che rappresenta oltre seimila aziende, che nella stagione dei viaggi dà lavoro a 40mila famiglie, con un fatturato di quasi tre miliardi di euro (continua)

La replica della Direzione dell'Italpress alla capogruppo della Lega Nord Toscana, Montemagni

La replica della Direzione dell'Italpress alla capogruppo della Lega Nord Toscana, Montemagni
Prendiamo atto, con grande stupore, del comunicato del Capogruppo della Lega al Consiglio Regionale della Toscana, Elisa Montemagni, in merito alla nota diffusa ieri dalla redazione dell’agenzia Italpress Nella sua replica, infatti, il Consigliere Montemagni ci accusa testualmente di avere la coda di paglia. Ovviamente respingiamo fermamente al mittente queste ulteriori e gratuite accuse, (continua)

Attacco ignobile da consigliera leghista della Toscana al lavoro dei giornalisti dell'Agenzia di stampa Italpress

Attacco ignobile da consigliera leghista della Toscana al lavoro dei giornalisti  dell'Agenzia di stampa Italpress
 Un attacco ingiustificabile e ignobile. La redazione dell'agenzia di stampa Italpress è purtroppo costretta a denunciare l'attacco di stampo razzista di Elisa Montemagni, Capogruppo leghista in Consiglio regionale della Toscana che in una nota pubblicata su agenzie e siti internet scrive: “Abbiamo a più riprese sollevato la questione relativa alla totale mancanza di mater (continua)

I Bianchi di Santo Spirito donano gel monouso ai portalettere di Poste Italiane

I Bianchi di Santo Spirito donano gel monouso ai portalettere di Poste Italiane
 Diecimila confezioni di gel monouso per contribuire alla salute e alla sicurezza dei portalettere e agli operatori di Poste Italiane della Toscana. Un gesto di solidarietà e di vicinanza che i Bianchi di Santo Spirito hanno voluto rivolgere a una categoria di lavoratori in prima linea in questo periodo decisamente difficile. La donazione è stata possibile grazie alla collaboraz (continua)