Home > Altro > L'arena di Verona

L'arena di Verona

articolo pubblicato da: egolem | segnala un abuso

 L’Arena di Verona è un grandioso anfiteatro, il terzo per grandezza fra quelli a noi giunti ed il meglio conservato, nonostante nel 1183 un forte terremoto abbia distrutto il triplice ordine di arcate sovrapposte che lo circondavano interamente.

Oggi di quel paramento rimane solo uno scorcio, un’ala formata da quattro campate che permette di immaginare l’imponenza dell’aspetto originale. Perfettamente integro si presenta invece l’ordine interno, ininterrotta sequenza formata da 72 doppie arcate in pietra che creano un’ellisse larga centodieci metri e lunga centoquaranta.

Fu eretta nel I secolo d.C. con il marmo estratto da cave della provincia, ed era originariamente collocata all’esterno delle mura cittadine. Per necessità difensive, cagionate dalle continue scorribande barbariche, nell’anno 265 venne inglobata nel perimetro urbano con le possenti mura fatte edificare dall’imperatore Gallieno: le Mura di Gallieno, ancora oggi visibili nell’omonima piazzetta ad essa retrostante.

L’ovale interno ha un asse maggiore di circa settantaquattro metri e un asse minore di quarantacinque metri. La grande cavea è formata da quarantacinque gradini che hanno una altezza media di altrettanti centimetri.

Durante gli anni dell’impero accolse numerosi combattimenti di gladiatori, citati anche da Plinio il Giovane, e nel corso dei secoli ospitò spettacoli di ogni genere: tornei, giostre, balletti, circhi e rappresentazioni di prosa. Nell’ottocento qualche “luminare” pensò di utilizzarla anche per ascensioni di mongolfiere e persino corride, a cui nel 1805 assistette l’imperatore Napoleone Bonaparte.

Da oltre un secolo ospita una grandiosa stagione lirica, voluta dal tenore veronese Giovanni Zenatello per celebrare il centenario della nascita del compositore Giuseppe Verdi.

La prima opera ad essere rappresentata il 10 agosto 1913 fu Aida, la più spettacolare tra le opere verdiane e straordinariamente adatta alla grandiosità dell’anfiteatro, sostenuto da una acustica meravigliosa.

La rappresentazione di quella prima edizione areniana di Aida costitui uno dei più importanti avvenimenti internazionali del primo novecento. Accorsero a Verona migliaia di spettatori da ogni parte d’Italia e del mondo: americani, argentini, inglesi, francesi, russi, tedeschi, olandesi e spagnoli.

Alla prima assistettero musicisti e scrittori illustri fra cui Puccini, Mascagni, Pizzetti, Kafka e fu un successo trionfale.

Era nata la più grande stagione lirica all’aperto del mondo e da allora l’affluenza del pubblico ha sempre premiato i suoi inventori: ogni estate l’anfiteatro ospita 600mila spettatori ripartiti su una cinquantina di serate, con 5-6 produzioni che si alternano, a cui hanno partecipato tutti i più grandi interpreti lirici del mondo.

Chi assiste ad uno spettacolo in Arena rimane colpito dalla grandiosità scenografie, che cambiano veloci durante gli intervalli; dalle dimensioni del golfo mistico che accoglie 150 musicisti; dalle scene di massa durante le quali il palcoscenico contiene, oltre all’orchestra, anche 200 artisti del coro, 100 ballerini e 200 comparse. Rimane colpito dal calore del pubblico, che nei giochi di mille candeline, nei prolungati applausi e negli impietosi fischi è sicuramente la parte più bella dello spettacolo.

Padana Emmedue, lavanderia industriale Verona con oltre 50 anni di esperienza, è in grado di offrire un servizio puntuale, 7 giorni su 7, per le strutture alberghiere e i centri benessere delle province di Brescia, Verona, Bergamo, Milano e Mantova.



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La storia degli Hotel in Italia

 È molto difficile attribuire una data certa alla nascita dei primi hotel in Italia. Sappiamo attraverso scritti che delle prime strutture di accoglienza nacquero durante importanti manifestazioni sportive e religiose risalenti all'età classica.   Sono giunti a noi documenti più dettagliati e descrittivi dei primi "Hotel a Roma" sviluppati lungo le Vie co (continua)

A cosa servono le linee vita?

A cosa servono le linee vita?
Lo scopo di un sistema anticaduta é quello di consentire che il lavoro da svolgere ad alta quota sia eseguito in sicurezza. Nei lavori in quota, dove i lavoratori sono esposti a rischi particolarmente elevati per la loro salute e sicurezza, in particolare a rischi di caduta dall’alto, e quando il dislivello è maggiore di quello imposto dalla legislazione vigente (2 mt), devono (continua)

Storia del matrimonio

Storia del matrimonio
Sposarsi al giorno d'oggi non è una cosa facile. Spesso, nel rapporto matrimoniale, non è sufficiente l'amore reciproco ma assumono notevole importanza circostanze economiche, che, in ogni caso, costituiscono la base della pianificazione familiare.    Ma, per conoscere a fondo tutti gli aspetti del matrimonio può essere interessante andare indietro nel tempo e capi (continua)

Cosa è l’Attestazione SOA

Cosa è l’Attestazione SOA
 L’attestazione SOA è il documento, rilasciato dalle Società Organismi di Attestazione (SOA), che dimostra il possesso dei requisiti di cui all’art. 8 della Legge 11/02/1994, n. 109. Il possesso della qualificazione attestata dalla certificazione SOA è sufficiente ad assolvere ogni onere documentale circa la dimostrazione dell’esistenza dei requisi (continua)

Lavaggio biancheria per alberghi

Lavaggio biancheria per alberghi
 Sapere come trattare ogni tessuto è la prima regola per mirare ad un bucato perfetto e per garantire ai prodotti una lunga durata di vita. Poi entrano in gioco i detersivi giusti: prodotti ad alto rendimento e a basso impatto, proprio perché disponibili sempre nelle formulazioni più avanzate per poter essere usati nelle giuste dosi ad ogni carico di lavatrice. Le regol (continua)