Home > Cibo e Alimentazione > "Assuntì: scètate, scè!", 'A figlia d''o Marenaro diventa un fumetto per beneficenza

"Assuntì: scètate, scè!", 'A figlia d''o Marenaro diventa un fumetto per beneficenza

scritto da: Renail87 | segnala un abuso


 Comics, enogastronomia e beneficenza. Sono queste le parole chiave della serata di presentazione di "Assuntì: scètate, scè!", il primo fumetto dedicato alla vita dell'imprenditrice napoletana Assunta Pacifico, anima e volto del noto brand partenopeo 'A figlia d''o Marenaro, realizzato dalla Scuola Salernitana del Fumetto Comix Ars in occasione di questo Natale 2019


L'evento si terrà mercoledì 18 dicembre (dalle ore 19) presso l'Hotel Romeo di Napoli: dopo i calendari artistici realizzati per i Natale scorsi, quest'anno 'A figlia d''o Marenaro diventa un fumetto, sempre per beneficenza: la serata, condotta da Gianni Simioli, è organizzata con l'idea di raccogliere fondi da devolvere interamente a favore dei bambini dell'Ospedale Pausilipon di Napoli attraverso la Fondazione Santobono Pausilipon onlus.

Oltre l'amore per l'enogastronomia partenopea e la sua Napoli, l'imprenditrice napoletana Assunta Pacifico è impegnata nel sociale: la chef, conosciuta nel mondo per la zuppa di cozze, ha voluto mettere "nero su bianco" la storia della sua vita, partendo da un'infanzia non facile, piena di sacrifici, quelli che a sette anni la vedevano già ad aiutare la sua famiglia a pulire le cozze e a imparare il mestiere, fino a diventare una donna di successo.
 
 
 


Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano

Un quasi amore in quarantena nel primo libro di Davide Gambardella, giornalista napoletano
È già in libreria il racconto “Storia di un (quasi) amore in quarantena”, primo libro del giornalista napoletano Davide Gambardella, edito da Graus e scritto in piena quarantena, quasi un instant book si potrebbe dire. In molti hanno parlato di amori e storie in quarantena, persino di tradimenti, eppure la narrazione di Gambardella è abbastanza insolita e si distingue bene dalle altre pub (continua)

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD

ARTISTI DEL GUSTO, NASCE IN CAMPANIA LA SQUADRA DEL FOOD
Un progetto ambizioso nasce al Sud, in Campania, e si presenta, con autorevolezza, come un’iniziativa di cui molto probabilmente se ne avvertiva l’esigenza già da mesi, prima del difficile periodo collegato al lockdown. Nasce infatti Gruppo Artisti del Gusto, grazie ad un accentuato spirito di gruppo, ad una coesione tanto visionaria quanto forte tra una quindicina di professionisti, di varia (continua)

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli

Arte e dolci nel ricordo di Luciano De Crescenzo ai Quartieri Spagnoli di Napoli
A un anno dalla scomparsa di Luciano De Crescenzo i Quartieri Spagnoli di Napoli celebrano l’indimenticabile scrittore napoletano con un’iniziativa artistica a vico Tre Regine (angolo via De Deo): l’inaugurazione sabato 18 luglio alle 11.30 di un mural dal titolo “O pallone miez ‘e macchine”, opera di Michele Quercia e Francesca Avolio. Alla manifestazione, promossa dall’Associazione Quartier (continua)

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma

La proposta del Maestro Pasticcere Gennaro Volpe, la zeppola di San Giuseppe dolce per la festa della Mamma
La Festa della Mamma non ha un dolce simbolo, come il panettone a Natale o la colomba a Pasqua. Perciò Gennaro Volpe, pluripremiato Maestro della storica pasticceria "Volpe" ubicata ai Colli Aminei (Napoli), ha proposto la "Zeppola di San Giuseppe" - già dolce simbolo della Festa del Papà - anche come emblema dei festeggiamenti legati alla Festa della Mamma. Perchè un dolc (continua)

Sei torte dai nomi di madri famose nella cultura pop, l’idea della Pasticceria Seccia per la festa della mamma

Sei torte dai nomi di madri famose nella cultura pop, l’idea della Pasticceria Seccia per la festa della mamma
Il covid 19 avrà pure sacrificato la festa del papà e il consueto assaggio delle zeppole di San Giuseppe a marzo, ma non la festa della mamma in questa fase due appena iniziata in Italia. La tradizione vuole che la seconda domenica di maggio, mese mariano, si festeggino le mamme nel nostro paese e non può mancare perciò domenica 10 maggio una torta ad hoc, pensata per l’occasione. Seguendo se (continua)