Home > Ambiente e salute > La procedura di marcatura CE

La procedura di marcatura CE

scritto da: MarcaturaCEnet | segnala un abuso

La procedura di marcatura CE


 Vi ricordate che fin dalle elementari ci hanno insegnato che in una somma, invertendo l’ordine dei fattori il risultato non cambia?

Si chiama proprietà commutativa ed è sempre stata oggetto di curiosità, anche se poi alla fine a poco ci serviva.

Non gode della stessa proprietà la sottrazione, infatti se in una sottrazione si cambia l’ordine dei fattori il risultato cambia, eccome.

Perchè questa introduzione di sapore scolastico in un sito dedicato alla marcatura CE?

Perchè la marcatura CE è come la sottrazione, se si cambia l’ordine dei fattori il risultato cambia.

Faccio un esempio che ripeto spesso e chiedo scusa in anticipo per la citazione.

Se io ed il Sig. Cracco (cuoco stellato), andiamo allo stesso mercato ed acquistiamo gli stessi ingredienti e nella stessa quantità, pensate davvero che una volta in cucina otterremo lo stesso risultato?

Risposta semplice e scontata NO, NO e NO!

Allora per quale ragione se io, totalmente incapace di costruire alcunché e Voi che costruite ogni tipo di prodotto, disponessimo degli stessi componenti per realizzare il Vostro prodotto, tutti già marcati CE, dovremmo ottenere lo stesso risultato?

Pensate davvero di essere così incapaci, che la Vostra professionalità non conti nulla e che sia sufficiente mettere assieme dei prodotti marcati CE, per ottenere un prodotto già marcato CE, automaticamente, senza il Vostro intervento, progettuale e realizzativo, che quindi non serve a nulla?

Ovviamente non è così, non è sufficiente mettere insieme alla rinfusa, in qualsiasi modo o ordine dei componenti marcati CE, per ottenere un prodotto già marcato CE, perchè conta e conta molto, il come si mettono assieme quei componenti.

Quelli tra Voi e sono molti, che chiedono se basti usare tutti componenti marcati CE per ottenere un prodotto marcato CE, sottovalutano la loro capacità, la loro esperienza, le loro conoscenze, che fanno in modo che quei prodotti, già marcati CE, siano messi assieme in modo corretto e tale da rispettare le direttive e le norme che disciplinano quei prodotti.

La marcatura CE è contemporaneamente “il cosa” (i componenti) ed “il come” (la conoscenza) si realizza un prodotto.

Il “cosa” privato del “come” è solo un insieme di componenti, che per quanto conformi e marcati CE, non sono nulla, se non sono messi assieme in modo corretto e rispettoso della legge.

Quindi alla domanda: mettendo assieme dei componenti marcati CE, ottengo in automatico un prodotto marcato CE, la risposta è una e semplice: NO!

La nostra società può assistere gli operatori in tutto il percorso di marcatura CE e di conformità  alla direttiva sulla sicurezza, che parte dall’analisi dei rischi (sicurezza dei prodotti) e si conclude con il servizio post vendita ed in tutte le procedure previste dalle varie direttive che riguarda i prodotti.

Per ottenere informazioni ed eventuale consulenza contattateci, Vi risponderemo velocemente ed in ogni caso.

I nostri contatti sono: carraro@marchioce.net ,  049  8875489,  335 7815770 chiama, riceverai subito una risposta, oppure utilizza il modulo di contatto che trovi nella home page.


Fonte notizia: https://www.marcaturace.net/gli-aspetti-tecnici-del-marchio-della-marcatura-ce/invertendo-lordine-dei-fattori-non-si-marca-ce


procedure | certificazione | produttori | Importatori | europa | fabricanti | garanzia | impresedisuccesso | impreseitaliane | aziende | professionisti | dogana | tutelaconsumatori | mercatoitaliano |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Marcatura CE delle mascherine protettive


Marcatura CE persiane e scuri


La marcatura CE dei giocattoli


La marcatura CE dei prodotti in acciaio


Marcatura CE mascherine protettive


CHI DEVE EFFETTUARE LA MARCATURA CE DELLE APPARECCHIATURE RADIO?


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

2001/95/CE Una Direttiva dimenticata

2001/95/CE Una Direttiva dimenticata
Questa direttiva recepita in Italia con il D.Lgs. 172 del 21 Maggio 2004, rappresenta uno dei documenti più importanti per TUTTI i consumatori. L’argomento di cui si occupa è infatti la SICUREZZA DEI PRODOTTI, ma di TUTTI, PROPRIO TUTTI, I PRODOTTI immessi in commercio (la definizione corretta è immissione in libera pratica). 2001/95/CE Una Direttiva dimenticata2001/95/CEQuesta direttiva recepita in Italia con il D.Lgs. 172 del 21 Maggio 2004, rappresenta uno dei documenti più importanti per TUTTI i consumatori.L’argomento di cui si occupa è infatti la SICUREZZA DEI PRODOTTI, ma di TUTTI, PROPRIO TUTTI, I PRODOTTI immessi in commercio (la definizione corretta è immissione in libera pr (continua)

NORMA, DIRETTIVA, LEGGE, REGOLAMENTO.

NORMA, DIRETTIVA, LEGGE, REGOLAMENTO.
 La terminologia che si utilizza quotidianamente è spesso influenzata dalle abitudini, a volte fuorvianti. Ad esempio molti attribuiscono al termine “assolutamente” un significato negativo, come se dire assolutamente ed assolutamente no, fosse la stessa cosa. In realtà il termine è solo un rafforzativo di ciò che viene prima o dopo nel discorso. In am (continua)

A cosa serve il certificato?

A cosa serve il certificato?
 Cara Signora Maria, oggi le parlo del certificato. Noi normalmente, nella nostra attività,  ci rivolgiamo ai tecnici, alle autorità, ai fabbricanti, insomma agli “esperti”, quelli “che sanno”. Ci rivolgiamo normalmente a coloro a cui Lei, che citano come colei che va al mercato e null’altro sa, prepara da mangiare, lava, stira e molto altro. (continua)

Giustizialismo? Forse, ma ………

Giustizialismo? Forse, ma ………
 Quello che sta succedendo in Italia e nel mondo come effetto collaterale dell’epidemia di coronavirus è lo sciacallaggio, succede sempre, ritengo che non ce ne indigniamo mai a sufficienza e conseguentemente nessuno sente il dovere di intervenire. Ci sono dei baldi giovani che spacciandosi per medici si recano presso le abitazioni degli anziani, proponendo di fare i tamponi per (continua)

Marcatura CE delle mascherine protettive

Marcatura CE delle mascherine protettive
 Che la loro destinazioni d’uso sia come dispositivo medico o DPI, la marcatura CE delle mascherine protettive è obbligatoria.   Dispositivi medici o DPI, le mascherine protettive necessitano sempre di marcatura CE   Il coronavirus sta producendo anche fenomeni economici sui quali è opportuno riflettere. La domanda di mascherine protettiv (continua)