Home > Moda e fashion > Vendita dei diamanti usati

Vendita dei diamanti usati

scritto da: Claudia Bitti | segnala un abuso


I diamanti, da sempre le pietre più preziose e desiderate di tutte, non sono un semplice gioiello da indossare in poche occasioni speciali o da regalare a qualcuno di davvero importante, ma sono anche un ottimo investimento, un investimento che non perde mai valore e consistenza, nel caso si voglia vendere il diamante usato. La loro caratteristica principale infatti , oltre alla innestimabile bellezza, è l’eterna resistenza che garantisce l’industribilità di queste pietre, impedendogli di rovinarsi. Dall’acquisto di un diamante, quindi, si può essere sicuri di poter ricevere in futuro un tornaconto economico in caso non si voglia più tenere o ci si rende conto di non starlo utilizzando come si avrebbe voluto, infatti il mercato dei diamanti, oltre ad essere oligopolistico, ovvero soggetto a continue rivalutazioni, anche se le pietre sono usate, è anche indipendente da crisi economiche e politiche, che quindi non vanno ad influenzare le quotazioni. Sono inoltre un bene tangibile, toccabile con mano, il cui valore non è volatile come quello di altri investimenti, ad esempio le quotazioni; infine, il loro valore è universale, riconosciuto in tutto il mondo e quindi, vendibile in tutto il mondo.

Come vendere i diamanti usati e a chi

Quando c’è in ballo un valore economico così alto, è impensabile non documentarsi approfonditamente sui migliori metodi con cui vendere i diamanti e, soprattutto, a chi venderli per evitare di incorrere in fregature o illegalità. Ad oggi ci sono diversi modi tramite cui vendere i diamanti usati: o per mezzo di diritti di riacquisto e scambio, a commercianti professionali, o commercianti in conto vendita. La seconda opzione è quella che, solitamente, garantisce il maggior ritorno economico in quanto i commercianti e vinditori professionali sapranno dare una valutazione corretta della gemma, tenendo conto di tutte le varie certificazioni, del listino prezzi internazionale, della quota in borsa eccetera. Evitare i venditori uffiiali e negozianti che vogliono solo maneggiare contanti senza richiedere documenti, codice fiscale e pagamenti tramite bonifico bancario: obbligatorio per acquisti sopra i 999 Euro. Potreste anche incorrere in sanzioni pesanti.

Vendere diamanti usati in sicurezza


ma avere un diamante non è sufficiente a poter ottenere l’onesto tornaconto economico associato alla vendita. Ciò che infatti ne dimostra la purezza, la preziosità e quindi il valore, è la certificazione della valutazione legata alla pietra, possibilmente associata ad un istituto riconosciuto a livello internazionale, come il GIA o l’HRD, che vanno a riportare tutti i dati relativi al diamante come il peso, il taglio, il colore, la purezza, caratteristiche essenziali per determinarne il prezzo di vendita.  Inoltre è essenziale il controllo del Rapaport, ovvero il listino prezzi internazionale dei diamanti che è soggetto a periodiche variazioni: un giorno il vostro diamante può costare meno e quello dopo di più! Bisogna essere capaci di trovare il giorno adatto alla vendita.

È quindi molto importante informarsi approfonditamente su come vendere il nostro diamante usato e a chi venderlo, in modo tale da ottenere il massimo guadagno, senza rischiare sanzioni.

 

Vendita diamanti usati | diamanti usati | come vendere diamanti usati |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Anelli con Diamanti: Sceglierli


Gioielli con Diamanti: Come Sceglierli


Come e a Chi Vendere Diamanti Usati


Quali sono i diamanti più costosi mai venduti?


L’importanza di certificare i diamanti.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Come riconoscere bracciali con perle naturali

Scegliere tra un gioiello con perle e uno con diamanti è un’impresa veramente ardua. Scegliere tra un gioiello con perle e uno con diamanti è un’impresa veramente ardua. Come ci si può decidere tra anelli impreziositi da diamantiluccicanti e il candore e la purezza che solo i bracciali con perle sanno trasmettere?  Inoltre, in entrambi i casi si parla di materiali estremamente rari, preziosi e difficili da recuperare. Se infatti i diamanti devono essere estratti dalle m (continua)

I gioielli preferiti dagli uomini: le collane

Le collane da uomo stanno indubbiamente diventando uno tra gli accessori maschili maggiormente apprezzati e diffusi. Sempre più uomini stanno sfatando il taboo, tipico della società moderna, secondo il quale i gioielli rappresenterebbero un accessorio esclusivo del cosiddetto gentil sesso. In realtà, guardando al passato, possiamo notare che la storia dei gioielli da uomo  è molto più antica di quanto si potrebbe pensare. Dai ciondoli di denti e conchiglie dell’uomo di Neanderthal ai monili in oro (continua)

Perché dovresti acquistare un diamante?

Come mai il diamante è così amato e desiderato? Il diamante è una pietra preziosa ricca di storia, conosciuta e amata dall’antichità fino ai nostri giorni. La parola viene dal greco Adamas che in origine significava “ferro durissimo”. Poi acquisì il significato di “indomabile”, dal momento che nessun materiale poteva intaccare, lavorare o distruggere un diam (continua)

Il matrimonio perfetto con le fedi nuziali polello

Scegli le fedi nuziali polello per il tuo matrimonio Si sta finalmente avvicinando il grande giorno: il giorno del matrimonio. Nell'aria c’è un misto di agitazione e di felicità e ci sono veramente moltissime cose a cui pensare: il vestito, lo smoking, il ristorante, le bomboniere, gli invitati. Ci sono molte incertezze: “È la persona giusta? Saremo felici per sempre? E se dopo qualcosa va storto?”. Insomma, è un giorno (continua)

L'accessorio perfetto per risplendere: il bracciale tennis

Tutti i segreti del bracciale tennis: la sua storia, il suo design e i modi migliori per indossarlo e abbinarlo Non stiamo parlando di Wimbledon o del Roland Garros, ma di uno dei classici più amati della gioielleria: il bracciale tennis.In realtà il suo nome si deve proprio ad una giocatrice, Chris Evert, che negli anni ’70 e ’80 era solita giocare con questo accessorio al polso. Vi era così affezionata che durante una partita degli US Open, dopo aver perso il suo bracciale in campo, ha fatto sospendere il (continua)