Home > Libri > Novità in libreria: Uno sceriffo qualunque di Andrea Rezzonico, Watson Edizioni

Novità in libreria: Uno sceriffo qualunque di Andrea Rezzonico, Watson Edizioni

scritto da: Alessia Mocci | segnala un abuso

Novità in libreria: Uno sceriffo qualunque di Andrea Rezzonico, Watson Edizioni


 La Watson Edizioni, casa editrice romana, ha il piacere di presentarvi una nuova pubblicazione dal titolo “Uno sceriffo qualunque”.

Un thriller ambientato nella metà del XIX secolo in un piccolo villaggio nel cuore degli Stati Uniti.

 

L’autore, Andrea Rezzonico, è nato a Latina il 19 settembre 1984. Dopo il diploma, ha frequentato  la facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi “Roma Tre”. Finalista in alcuni premi letterari, esordisce nel 2009 con la sua prima raccolta di racconti umoristici, “Non è vita da timidi”, edito da Iacobelli, che ottiene un buon riscontro a livello di pubblico e di critica (segnalato, fra gli altri, da Il Messaggero ed Ulisse). Di lui hanno detto: “L’ironia è la migliore amica della sua vita”.

 

In “Uno sceriffo qualunque” viene narrata la curiosa avventura di Harold Zapruder, giovane praticante di uno studio legale del Massachusetts, che arriva in uno sperduto e decadente paesino per raccogliere l’eredità di uno zio che non ha mai conosciuto; qui, però, scopre di essere stato ingannato: dopo un veloce colloquio con un bolso e ottuso vicesceriffo – l’ultima autorità rimasta in un villaggio in cui tutti sembrano darsi alla fuga – il ragazzo scopre non solo che lo zio è vivo e vegeto, ma che è altresì bisognoso di un cospicuo aiuto economico.

 

Pare infatti che lo zio, l’anziano medico del paese, abbia contratto numerosi debiti e perciò, per evitare di essere condannato a passare gli ultimi anni di vita in prigione, abbia inscenato la sua morte per attirare a sé il nipote, sperando di poter ricevere da lui un qualche aiuto.

 

Harold, ovviamente, non intende affatto farsi carico dei problemi dello zio e così decide di ripartire; poiché la partenza non è possibile prima di una settimana, è costretto suo malgrado a soggiornare presso il saloon, dove conosce la bella e affascinante proprietaria del locale, Kate, che per il momento rappresenta la sua principale fonte di informazioni sul villaggio e sui suoi abitanti.

 

Lo stile de “Uno sceriffo qualunque” è ironico e volutamente lineare, allo scopo di non rendere ostica la lettura e di intrattenere piacevolmente il lettore.

 

Il titolo dell’opera allude al modo in cui il protagonista viene nominato sceriffo: dato che quest’incarico viene assegnato solo per la totale mancanza di altri candidati e non per qualche caratteristica peculiare dello stesso, Harold può benissimo essere definito come “uno sceriffo qualunque”.

 

Vi lascio il sito della casa editrice per ordinare il libro e riceverlo direttamente a casa:

http://www.watsonedizioni.it/

ISBN 9788890444425

 

Alessia Mocci

Responsabile dell’Ufficio Stampa Watson Edizioni

 


Fonte notizia: http://oubliettemagazine.com/2012/01/04/novita-in-libreria-uno-sceriffo-qualunque-di-andrea-rezzonico-watson-edizioni/


andrea rezzonico | watson edizioni | libri watson edizioni | uno sceriffo qualunque |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Intervista di Alessia Mocci a Beppe Quintini ed al suo Voci soffocate, Watson Edizioni


IBM e Ricoh trasformano i meeting aziendali grazie a lavagne interattive che integrano le tecnologie cognitive Watson


A Cinecittà World si realizza il desiderio del piccolo Vittorio con Make-A-Wish® Italia


NAPOLI CITTÀ DELLA CONVERSAZIONE


Arredamenti su misura Venezia- Falegnameria realizza di qualità


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

La letteralità e altri saggi sull’arte di François Zourabichvili: la presentazione di Cristina Zaltieri

La letteralità e altri saggi sull’arte di François Zourabichvili: la presentazione di Cristina Zaltieri
“La letteralità e altri saggi sull’arte” è uscito in Francia nel 2011 curato dalla filosofa francese specializzata nelle opere di Gilles Deleuze, Anne Sauvagnargues e pubblicato cinque anni dopo la morte del filosofo francese di origini armene François Zourabichvili (28 agosto 1965 – 19 aprile 2006) che, a soli 41 anni, ha deciso di interrompere la sua vita proprio come aveva fatto dieci anni prima Gilles Deleuze. È in uscita, nel 2022, per la casa editrice mantovana Negretto Editore, la traduzione di questa raccolta di saggi che raccoglie conferenze ed articoli selezionati da due amici di Zourabichvili, Philippe Simay e Kader Mokkaden. La quasi totalità dei saggi presenti nella pubblicazione sono inediti nei quali il tema centrale è l’arte. “[…] in molti di questi testi l’arte assume una centralità che si evidenzia in differenti modalità, sia divenendo oggetto di lettura filosofica in quanto considerata più capace della filosofia di essere all’altezza dell’evento reagendo ad esso in modo affettivo, immediato e non cognitivo; ma anche in quanto essa è una pratica di esperienza e di sperimentazione (le due stanno sempre intrecciate) a (continua)

Brain Friday di Giulio Marchetti: una provocazione per il Black Friday

Brain Friday di Giulio Marchetti: una provocazione per il Black Friday
“Brain Friday”, così come le altre opere di Marchetti, colpisce con ironia ma esilia il sorriso in uno stato di profonda inquietudine. Mentre la maggioranza della popolazione aspetta una giornata di sconti per acquistare prodotti che il più delle volte sono inutili – semplici accessori il cui scopo pare sia colmare il vuoto che si sente nel profondo – l’artista, nel suo angolo di mondo, rimugina e crea, guarda il presente con occhio lucido e traccia in modo preciso ciò che accade: il cervello che si acquista con i saldi nella giornata del venerdì nero. “Tu sei il consumista perfetto. Il sogno di ogni gerarca o funzionario della presente dittatura, che per tenere in piedi le sue mura deliranti ha bisogno che ognuno bruci più di quanto lo scalda, mangi più di quanto lo nutre, illumini più di quanto può vedere, fumi più di quanto può fumare, compri più di quanto lo soddisfa.” – Michele SerraLo scrittore e giornalista romano Michele Serra nel su (continua)

Nel magico mondo di nonna Amelia di Giovanna Fracassi: il booktrailer diretto da Cristina Del Torchio

Nel magico mondo di nonna Amelia di Giovanna Fracassi: il booktrailer diretto da Cristina Del Torchio
Un occhio che si espande mostra un antico tavolo in legno, una candela accesa e tre ampolle con all’interno del liquido blu, rosso e giallo arancio. In mezzo alla scena un quaderno rilegato a mano con l’immagine in intaglio di un sole.  “La nonna, la sera, dopo cena, ci leggeva una delle sue filastrocche buffe, che lei chiamava “filastrocche sbarazzine”, per farci ridere e dimenticare gli screzi della giornata. Poi ci narrava una delle sue storie.” – dalla prefazione dell’autriceIl booktrailer del libro di favole e filastrocche “Nel magico mondo di nonna Amelia” di Giovanna Fracassi, edito da Rupe Mutevole Edizioni nel (continua)

In libreria: Nel magico mondo di nonna Amelia di Giovanna Fracassi edito da Rupe Mutevole Edizioni nonna Amelia di Giovanna Fracassi edito da Rupe Mutevole Edizioni

In libreria: Nel magico mondo di nonna Amelia di Giovanna Fracassi edito da Rupe Mutevole Edizioni nonna Amelia di Giovanna Fracassi edito da Rupe Mutevole Edizioni
“Nel mondo magico di Nonna Amelia” consta di 160 pagine ed è impreziosito dalle incantevoli immagini dell’artista Patricia Tessaro, che ha curato anche la copertina, e da un Audiobook con una selezione di fiabe recitate dall’attrice Eva Immediato con le musiche originali di Mark Drusco. “Qualcuno potrebbe pensare che in un giardino accadano ben poche cose, a parte il succedersi regolare delle stagioni, con lo sbocciare dei fiori, il rinverdire degli alberi, il cadere delle foglie e il lento trascolorare delle giornate nel grigiore dell’inverno. In realtà basta assumere il punto di vista di un cane o di un gatto per scoprire un mondo insospettato di vita e di avventure.” – “L (continua)

In libreria: La brace dei ricordi di Giovanna Fracassi edito da Rupe Mutevole Edizioni

In libreria: La brace dei ricordi di Giovanna Fracassi edito da Rupe Mutevole Edizioni
“La brace dei ricordi” è la nuova raccolta poetica di Giovanna Fracassi recentemente pubblicata per la casa editrice Rupe Mutevole Edizioni. La copertina e le immagini dei quadri presenti all’interno del libro sono opere di Nico Daniele, in arte NicDan. “[…] Volute di fumo/ saliranno dai prati:/ il respiro dell’estate/ a confondersi con il mio/ e sarò acqua nella pioggia/ nuvola nel vento/ erba nella terra/ fuoco nelle viscere dell’universo.” – dalla lirica “Volute di fumo”“La brace dei ricordi” è la nuova raccolta poetica di Giovanna Fracassi recentemente pubblicata per la casa editrice Rupe Mutevole Edizioni. La copertina e le immagini dei (continua)