Home > Prodotti per la casa > Condensa sulle finestre di casa, come prevenire questo problema

Condensa sulle finestre di casa, come prevenire questo problema

scritto da: Ictadmin | segnala un abuso

Condensa sulle finestre di casa, come prevenire questo problema


Con il cambio di stagione e il freddo dell’inverno, il fenomeno della condensa sui nostri infissi e serramenti diventa sempre più frequente.

La sua comparsa può portare a problematiche quali muffa attorno ai bordi delle finestre, gocce d’acqua che possono rovinare i nostri pavimenti, soprattutto in presenza di parquet, i nostri mobili in legno e addirittura l’intonaco delle pareti.

Ma cosa produce questo fenomeno? Può dipendere da una scarsa qualità del serramento di casa?

Come si forma la condensa sui vetri delle finestre

La condensa si viene a creare quando, nella nostra casa, è presente un livello eccessivo di umidità, cosa che, è più facile che si verifichi durante i mesi invernali e in quelle stanze più caratterizzate dal fenomeno dell’umidità, come la cucina, il bagno, la lavanderia e la cantina.

L’aria interna della casa, più calda, si condensa sulle superfici dei vetri di porte e finestre e crea acqua.

Questa è la condensa interna, ed è la causa dei problemi di muffa o dei danni al nostro arredamento, mentre la condensa esterna, generata dalla rugiada che si deposita sull’infisso, è del tutto innocua.

La responsabilità dei serramenti nella formazione della condensa interna era più elevata qualche anno fa, a causa della posa di serramenti in alluminio a taglio freddo o privi di doppi vetri.

In questo caso l’infisso trasmette all’interno dell’abitazione il freddo dell’esterno e l’unica soluzione è la completa sostituzione con supporti più moderni e performanti.

Condensa in caso di serramenti a taglio termico o doppi vetri

L’evolversi della tecnologia del serramento ha permesso di diminuire i costi legati alla dispersione di calore, e alla manutenzione della nostra abitazione.

Tuttavia, fenomeni di condensa possono verificarsi anche in presenza di serramenti in alluminio a taglio termico, in pvc, con gasi argon, canalino termoisolante o con doppi vetri.

Questo può essere il sintomo che la posa del serramento può non essere avvenuta in maniera corretta, con non siano stati utilizzati materiali di qualità, oppure che, nel tempo, l’infisso richieda un certo livello di manutenzione o una sostituzione in caso di condizioni climatiche particolarmente rigide.

Ad esempio: nonostante l’acquisto di serramenti a taglio termico notiamo tracce di condensa?

In questo caso è possibile che il controtelaio sia in metallo, una condizione che rende inefficace la posa del serramento isolante.

Oppure: si forma acqua all’interno delle finestre a doppi vetri oppure attorno al serramento?

Può significare che il vetro non è più a tenuta stagna a causa di una falla all’interno dell’intercapedine.

Per risolvere questi problemi è sempre bene rivolgersi a professionisti nella posa dei serramenti.

Consigli per ridurre l’umidità

Un’altra causa della condensa in presenza di serramenti a taglio termico è d ricercarsi nelle condizioni ambientali come il tasso di umidità oppure a comportamenti e abitudini sbagliate.

Ecco alcuni consigli per ridurre l’umidità all’interno della nostra abitazione:

  • Non stendere la biancheria in casa e non lasciamo asciugare il bucato sui caloriferi;
  • Anche d’inverno arieggiamo sempre i locali lasciando aperte le finestre tutti i giorni;
  • Utilizziamo ventole per il bagno o cappe aspiranti per la cucina per evitare la dispersione dell’umidità;
  • Mantieni la casa ad una temperatura ragionevole, attorno ai 20°
  • Teniamo sotto controllo l’umidità della casa con un igrometro e attiviamo un deumidificatore se notiamo condensa eccessiva.

Fonte notizia: https://www.consonnifranco.com/infissi-alluminio-monza-e-brianza


serramenti | condensa | umidità | casa |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Inferriate di sicurezza: solidità e bellezza di grate per porte e finestre per sentirsi più sicuri.


Compressori aria: come rimuovere la condensa


Cocif, il leader nella produzione e vendita di porte e finestre di design da oltre 70 anni


Da oltre 70 anni Cocif si occupa di produzione di porte e finestre blindate, scorrevoli e molto altro


Costi di acquisto e di manutenzione di un compressore per officine - Romautomotive


Vendita compressori a Roma scegli la qualità da Romautomotive


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Classi di sicurezza: i miei serramenti sono a prova di ladro?

Classi di sicurezza: i miei serramenti sono a prova di ladro?
Una guida per districarsi tra le classi dei serramenti di sicurezza per orientarsi sulla migliore soluzione per la sicurezza di casa. Il lockdown per il Covid-19 ha praticamente azzerato le cifre di effrazioni e furti in casa, ma, con la Fase 2, queste classi di reati sono di nuovo in crescita, un fenomeno esponenziale che ci fa riflettere sulla sicurezza dei nostri serramenti.Furti in abitazione: un fenomeno di nuovo in crescitaLa cosa ancora più preoccupante è che gli aggressori si sono fatti più audaci: in anni recenti queste (continua)

Integrazione del DVR per l'emergenza COVID-19

Integrazione del DVR per l'emergenza COVID-19
Quali passi devono fare un'azienda e il medico competente per mettersi in pari con il documento di valutazione dei rischi per il covid-19. In questo articolo andremo a esaminare le integrazioni necessarie al Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) a seguito della diffusione del Covid-19 e quale ruolo ricopre in questo il medico competente.Il documento di Valutazione di Tutti i Rischi, noto anche come DVR o DVTR, è il documento che viene redatto in seguito alla valutazione di tutti i rischi presenti in azienda.DVR o Documento di val (continua)

L'acqua filtrata dei ristoranti è una scelta consigliata?

L'acqua filtrata dei ristoranti è una scelta consigliata?
Scopriamo la qualità dell'acqua filtrata che viene servita nei ristoranti italiani e se è una valida alternativa a quella in bottiglia. Sempre più ristoranti stanno facendo una scelta green e di salute, a partire dalla piccola trattoria fino al ristorante stellato: decidono di puntare sull'acqua del rubinetto, filtrata sostituendo così l'acqua minerale. Ma è una buona scelta?Il problema dell'acqua in bottiglia: pericolo plasticaQuello della qualità dell'acqua in bottiglia, dei problemi che causa e delle possibili alternative, sono (continua)

Coronavirus e acqua del rubinetto, smontiamo la bufala

Coronavirus e acqua del rubinetto, smontiamo la bufala
L’Italia e il mondo itero stanno vivendo, in questo periodo, un momento di altissimo ischio a causa del famigerato virus Covid-19 (anche conosciuto come Coronavirus).Da quando questa malattia è balzata agli onori della cronaca per la sua virulenza e il tasso di infettività, a diffondersi non è stato solo il virus ma anche il panico e, con esso, molte false voci e notizie finte.Coronavirus, prima d (continua)

Obbligo di aggiornamento del DVR e della formazione obbligatoria

Obbligo di aggiornamento del DVR e della formazione obbligatoria
Con l'attuale situazione di emergenza venutasi a creare con il virus CoVID-19, scopriamo, insieme all'esperto consulente in sicurezza sul lavoro Riccardo P. quali sono le mosse da adottare per redigere il documento di valutazione dei rischi (DVR).Devo aggiornare il DVR per il rischio da COVID-19?NO, la valutazione e la gestione di un rischio biologico generale che trascende la singola Azienda e ch (continua)