Home > News > Fabrizio Palermo ad Ancona: i dettagli della cooperazione CDP-Regione Marche

Fabrizio Palermo ad Ancona: i dettagli della cooperazione CDP-Regione Marche

scritto da: Fpnewofficeweb | segnala un abuso


Il rilancio del territorio al centro del protocollo di cooperazione siglato dal Gruppo CDP con Regione Marche: l'AD e DG Fabrizio Palermo sottolinea il valore dell'iniziativa.

Fabrizio Palermo

Ancona: l'AD e DG Fabrizio Palermo sottoscrive accordo con Regione Marche

Palazzo Raffaello, sede della Regione Marche, ha fatto da cornice lo scorso 16 gennaio alla presentazione del protocollo di cooperazione sottoscritto dall'Amministratore Delegato di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo con il Presidente Luca Ceriscioli. L'obiettivo è la realizzazione di una serie di progetti di potenziamento del sistema infrastrutturale, funzionali al rilancio socioeconomico del territorio in un'ottica di sostenibilità ambientale, di lotta al degrado e di rivitalizzazione delle diverse aree della Regione. Interventi post sisma, riduzione del dissesto idrogeologico, sviluppo di nuove ciclovie ed edilizia sanitaria: CDP supporterà la Regione, sia dal punto di vista amministrativo che tecnico, nelle varie fasi di sviluppo delle iniziative impegnandosi in attività di project management, indirizzo e assistenza nelle procedure di appalto, revisione generale delle indicazioni, valutazioni e supporto di coordinamento nel lavoro da svolgere finalizzato alla loro realizzazione. Parlando della collaborazione con Regione Marche, Fabrizio Palermo ha annunciato inoltre l'apertura di una sede del Gruppo ad Ancona nel secondo semestre del 2020.

Fabrizio Palermo: CDP sostiene il territorio, nel 2020 l'apertura di una neve sede ad Ancona

"L'accordo con la Regione ci consente di realizzare in maniera concreta il patto di collaborazione con il territorio marchigiano" ha esordito l'AD Fabrizio Palermo, commentando la collaborazione avviata da CDP con Regione Marche. Un ulteriore passo nel più ampio percorso intrapreso dal Gruppo nel supportare lo sviluppo sostenibile dei territori contribuendo direttamente alla crescita di enti e imprese locali. Sedi territoriali come quella che aprirà ad Ancona si configurano infatti non più come uffici di rappresentanza ma punti di riferimento operativi, dove professionisti qualificati possono dare risposte alle necessità di imprese e pubbliche amministrazioni avvalendosi dell'intera gamma di prodotti del Gruppo CDP: finanziamenti, garanzie, venture capital e private equity, nonché attività di consulenza finanziaria e tecnica. Come ha sottolineato l'AD Fabrizio Palermo a Palazzo Raffaello, l'accordo con la Regione rappresenta infatti "un'occasione per CDP di fare sistema avviando un modello operativo di coesione con le Pubbliche amministrazioni, le imprese e le comunità locali per la crescita e lo sviluppo sostenibile dei territori".


Fonte notizia: http://www.ansa.it/sito/photogallery/people/2019/11/18/fabrizio-palermo-ad-di-cassa-depositi-e-prestiti_92c7c609-fcbb-46a1-b278-9dc2e6d04f77.html


Fabrizio Palermo | Gruppo CDP |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

CDP, le testimonianze di Fabrizio Palermo e Giovanni Gorno Tempini nel libro di Paolo Bricco


Cdp: l’AD Fabrizio Palermo parla del piano in corso e degli eccellenti risultati del 2019


Fabrizio Palermo: Renovit, CDP e Snam puntano sull’efficienza energetica


CDP, partnership con Terna, Eni, Fincantieri: il commento dell’AD Fabrizio Palermo


Fondo Nazionale Innovazione, Fabrizio Palermo: “Venture capital sarà asse per lo sviluppo”


Brambles tra i sei leader globali nella lotta alla deforestazione lungo la supply chain


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

CDP, le testimonianze di Fabrizio Palermo e Giovanni Gorno Tempini nel libro di Paolo Bricco

Nel suo libro, il giornalista Paolo Bricco descrive il ruolo di Cassa Depositi e Prestiti nello sviluppo dell’economia italiana. Fabrizio Palermo: “Cdp per lungo tempo sotto traccia”. Giovanni Gorno Tempini: “Polmone di un grande organismo”.CDP capitale dinamico e paziente:il pensiero di Fabrizio Palermo e Giovanni Gorno TempiniInvitato del “Sole 24 Ore” e specialista in economia e politica indust (continua)

Meeting&Partners News: l’intervista all’AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo

Meeting&Partners News: l’intervista all’AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo
L’Italia dopo la pandemia: lo sguardo sul domani di Fabrizio Palermo, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Cassa Depositi e Prestiti, nell’intervista a “Meeting&Partners News”, il magazine del Meeting di Rimini.Imprese tra pandemia e ripresa economica: l’apporto di CDP nelle parole dell’AD Fabrizio PalermoDa 170 anni Cassa Depositi e Prestiti investe nel domani dell’Italia, oggi più (continua)

Fabrizio Palermo: Renovit, CDP e Snam puntano sull’efficienza energetica

Efficienza energetica, Cassa Depositi e Prestiti e Snam danno vita a Renovit. L’AD e DG Fabrizio Palermo: “Un ulteriore passo nell’attuazione del Piano Industriale di CDP, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e dal Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima”.Renovit, collaborazione tra CDP e Snam per promuovere l’efficienza energet (continua)

Cassa Depositi e Prestiti: 70 milioni per contrastare il climate change, focus sull’iniziativa

Cassa Depositi e Prestiti  investe nel più grande fondo al mondo dedicato ai green bond: 70 milioni di euro in EGO per promuovere progetti di contrasto al cambiamento climatico.Cassa Depositi e Prestiti punta su EGO: 70 milioni di euro nel più grande fondo al mondo dedicato ai green bond70 milioni di euro nella promozione di progetti per contrastare il climate change. L’impegno di Cassa Depos (continua)

Turismo, CDP lancia nuovo Fondo Nazionale: l’intervento di Fabrizio Palermo

Fabrizio Palermo, in occasione del lancio del Fondo Nazionale per il Turismo: "Sostegno alle strutture storiche".Fabrizio Palermo: "Inviate proposte a strutture importanti"Quest'anno il settore turistico italiano ha dovuto fare i conti con l'emergenza sanitaria: il risultato è che la stagione estiva appena conclusa è stata caratterizzata da un calo di introiti da visitatori esteri stimato in 24 mi (continua)