Home > Cultura > -Mariglianella e Brusciano, Tracce di Memoria della tragedia di Balvano del 3 marzo 1944. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Mariglianella e Brusciano, Tracce di Memoria della tragedia di Balvano del 3 marzo 1944. (Scritto da Antonio Castaldo)

scritto da: TonySpeaker | segnala un abuso

-Mariglianella e Brusciano, Tracce di Memoria della tragedia di Balvano del 3 marzo 1944. (Scritto da Antonio Castaldo)


Mariglianella e Brusciano, Tracce di Memoria della tragedia di Balvano del 3 marzo 1944. (Scritto da Antonio Castaldo)

 

Domenica prossimo, 1° marzo 2020 a Balvano in provincia di Potenza, verrà ricordata la tragedia ferroviaria avvenuta nella “Galleria delle Armi”, tra le stazioni di Balvano-Ricigliano e Bella-Muro della linea Battipaglia-Potenza, il 3 marzo 1944.

In questo luttuoso evento, uno dei più tragici, gravi e misteriosi disastri mai registrati nella storia ferroviaria, perirono oltre 500 persone,  vittime registrate, ma si ritiene che il numero definitivo più attendibile sia di circa 600 morti.  La commemorativa giornata, è stata organizzata dall’Amministrazione Comunale di Balvano, con il Sindaco Dott. Costantino Di Carlo, perché «Il Comune di Balvano intende non dimenticare quanti morirono a causa dell’incidente e vuole celebrare l’Anniversario con le autorità dei comuni coinvolti. La presenza a Balvano del Presidente della regione Campania, On. Vincenzo De Luca, il giorno di domenica 1° marzo 2020, sarà l’occasione per ricordare quanto accadde 76 anni fa su questo territorio».

La manifestazione inizierà alle ore 10,30 presso il Municipio di Balvano, alle ore 11,00 al Cimitero di Balvano avverrà la “Preghiera alla Cappella delle Vittime del Treno 8017”; alle ore 11,30 verrà presentato insieme allo stesso autore, Gianluca Barneschi, il libro Balvano 1944 Indagine su un disastro rimosso”.

La cappella nel Cimitero di Balvano, a ricordo di tutte le vittime del disastro del 3 marzo 1944, venne costruita nell’anno1972 da Salvatore Avventurato di Torre del Greco, che in quella tragedia perse il padre Agostino di 49 anni ed il fratello Vincenzo di 17 anni.

«All’epoca, in piena Seconda Guerra Mondiale, -racconta il sociologo Antonio Castaldo- l’Italia era divisa in due parti. A Nord vi era la Repubblica Sociale di Mussolini. Il primo marzo del 1944 c’era stato lo Sciopero Generale nell’Italia occupata.  Da quelle parti gli occupanti tedeschi soffrivano la Resistenza dei Partigiani guidata dal Comitato Nazionale di Liberazione, nato il 9 settembre 1943 il giorno dopo l'avvenuto Armistizio, fino a 1947. A Sud usciva dalla Guerra l’Italia liberata dalle truppe angloamericane, Regno di Vittorio Emanuele III con a Capo del Governo il settantaduenne, Maresciallo d’Italia, Pietro Badoglio. La sede governativa era Salerno dall’11 febbraio 1944. La città di Napoli, con l’insurrezione popolare delle “Quattro Giornate”, dal 27 al 30 settembre 1943, si era liberata da sola dagli occupanti tedeschi. In questa parte d’Italia dunque non vi era più guerra, né alcun dittatore a comandare. Una sola sofferenza segnava le popolazioni, in particolare a Napoli e provincia: la fame. Il giorno due marzo alle ore 19.00 partiva da Napoli il “Treno Merci n. 8017”, con 47 vagoni e due locomotive, con la stragrande parte di viaggiatori in cerca di cibo verso la campagna di Potenza. Uomini, donne, ragazzi, per la maggior parte delle province di Napoli e Salerno andarono così incontro alla morte. Fra quelle vittime vi furono, Esposito Domenico di anni 28 e Antonio Ambrosino di anni 17, provenienti da Mariglianella e Romualdo Saggese, 33 anni, di San Giorgio a Cremano di cui una figlia, Colomba, vive a Brusciano da quando bambina orfana venne adottata dalla famiglia Romano-Di Napoli esercente il commercio dei beni alimentari. La Signora Colomba, coniugata con Lorenzo Esposito, originario di Scisciano, ha avuto quattro figli e vive serenamente a Brusciano».

IESUS-Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali.Brusciano NA-IT-EU

In Memoria delle Vittime di Balvano PZ 3 Marzo 1944-2020 | IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali - Brusciano NA IT EU |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Brusciano riassapora la serenità della vita sociale in vari eventi del fine settimana del 18-20 maggio con grande partecipazione politica, culturale e religiosa. (Scritto da Antonio Castaldo)


- Brusciano Auguri per la Festa dei Gigli dalla Giglio Society di East Harlem in New York USA. (scritto da Antonio Castaldo)


Brusciano Altro week end di impegno politico culturale civile e religioso. (Scritto da Antonio Castaldo)


- Brusciano Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova 144esima edizione nel segno della Fede e della Legalità. (Scritto da Antonio Castaldo)


-Brusciano: Antonio Castaldo incontra il trapper Alex Titas nella conclusa Festa dei Gigli. (Scritto da Antonio Castaldo)


-Brusciano: Da East Harlem New York gli Auguri per la Festa dei Gigli. (Scritto da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

- Mariglianella, Arcangelo Russo neoeletto Sindaco ringrazia gli elettori.

- Mariglianella, Arcangelo Russo neoeletto Sindaco ringrazia gli elettori.
Mariglianella, Arcangelo Russo neoeletto Sindaco ringrazia gli elettori.  A Mariglianella nelle Amministrative del 20 e 21 settembre 2020 la volontà popolare ha portato all’elezione a Sindaco di Arcangelo Russo.  Hanno votato in 5.019, il 78,75% dei 6.373 elettori i quali hanno espresso 3218 voti a favore della lista “Libero di Volare” di Arcangelo Russo e 1643 voti a favore d (continua)

- Mariglianella: Arcangelo Russo è Sindaco. Felice Di Maiolo eletto in Consiglio Regionale. (Scritto da Antonio Castaldo)

- Mariglianella: Arcangelo Russo è Sindaco. Felice Di Maiolo eletto in Consiglio Regionale. (Scritto da Antonio Castaldo)
Mariglianella: Arcangelo Russo è Sindaco. Felice Di Maiolo eletto in Consiglio Regionale. (Scritto da Antonio Castaldo)  A Mariglianella in provincia di Napoli, si è giocata la triplice partita elettorale, referendaria, regionale e comunale, in un crescente passionale ma sempre nel civile confronto con la serena partecipazione democratica. Arcangelo Russo con la lista “Libero di Vo (continua)

- Brusciano: Ritorna alla ribalta il Teatro Popolare Napoletano diretto da Antonio Giorgino . (Scritto da Antonio Castaldo)

- Brusciano: Ritorna alla ribalta il Teatro Popolare Napoletano diretto da Antonio Giorgino . (Scritto  da  Antonio  Castaldo)
Brusciano: Ritorna alla ribalta il Teatro Popolare Napoletano diretto da Antonio Giorgino . (Scritto  da  Antonio  Castaldo)  L’Associazione “Amici del Teatro-Teatro Popolare Napoletano” con sede in Brusciano, iscritta alla FITA Federazione Italiana Teatro Amatori della Campania, ha compiuto 25 anni di attività raccogliendo successi ed unanimi apprezzamenti sul te (continua)

-- - Brusciano L’ossimoro della 145^ Festa dei Gigli. (Scritto da Antonio Castaldo)

-- - Brusciano L’ossimoro della 145^ Festa dei Gigli. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano L’ossimoro della 145^ Festa dei Gigli. (Scritto da Antonio Castaldo) A Brusciano, da mercoledì 26 agosto a martedì 1 settembre 2020, si sarebbe dovuta svolgere la 145esima Festa dei Gigli in Onore di Sant’Antonio di Padova con la partecipazione di sei obelischi in partenza dalle loro postazioni in questo sorteggiato ordine: 1° Giglio del Parulano da Via Padula civ. 87-89; 2° Gigl (continua)

- Brusciano senza Festa dei Gigli 2020 attendendo tempi migliori ricorda il 2019. (Scritto da Antonio Castaldo)

- Brusciano senza Festa dei Gigli 2020 attendendo tempi migliori ricorda il 2019. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano senza Festa dei Gigli 2020 attendendo tempi migliori ricorda il 2019. (Scritto da Antonio Castaldo) La Festa Antoniana a Brusciano dal 21 al 27 agosto 2019 con la Ballata dei Gigli di domenica 25 per Sant’Antonio di Padova (Lisbona 1195-Padova 1231), riconosciuto Santo Taumaturgo, Dottore della Chiesa Cattolica, teologo, predicatore, che per i Bruscianesi è affettuosamente “O’ S (continua)