Home > Turismo e Vacanze > Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma

Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma

scritto da: Studioagora | segnala un abuso

Nota dell'Unione Ristoranti Buon Ricordo  - Covid-19. Anche il Buon Ricordo si ferma


56 anni di storia. 103 professionisti che tengono alta l’immagine della cucina della tradizione italiana nel mondo.
Da oggi in Italia siamo ufficialmente chiusi da Decreto.
Nella nostra storia non era mai accaduto.


Anche il Buon Ricordo si ferma.
56 anni di storia alle spalle, siamo 103 professionisti che tengono alta l’immagine della cucina della tradizione italiana nel mondo.
Da oggi in Italia siamo ufficialmente chiusi da Decreto.

Non era mai capitato nella nostra storia. Anche se per la verità, la maggioranza di noi aveva già preso questa decisione individualmente da tempo. Inutile riportare le motivazioni. Social e Mass Media sono pieni di dibattiti. Anche troppi.
Noi affronteremo questo momento con lo stato d’animo di chi vede una propria creatura smettere di volare.

Siamo bottegai da una vita, con storie centenarie alle spalle.
Siamo un gruppo di amici, prima che colleghi.
In questi giorni, dal fatidico 23 febbraio 2020, ci siamo cercati, ci siamo confrontati, ci siamo fatti coraggio. Ci siamo sfogati come si fa tra amici.

Ora siamo alla finestra. Siamo preoccupati per noi, per le nostre famiglie, per i nostri collaboratori.
Senza aiuti seri e non pastrocchi rischieremo grosso.
La voglia di fare, di ripartire, appena tutto sarà finito (state certi che finirà) non manca.
Tutti mordiamo il freno come cavalli ai blocchi di partenza.
Abbiamo 56 anni di storia da difendere. La storia dell’Unione Ristoranti del Buon Ricordo. La difenderemo con i denti, come faremo per le nostre singole attività.
Lo dobbiamo per chi ci ha preceduto.

Da soli però non sappiamo se riusciremo di farlo.
Aspettiamo di capire come potremo essere aiutati.
Noi siamo parte dell’Italia che lavora e che non ha paura di tirarsi su le maniche.
La forza verrà da dentro noi stessi e dalle centinaia di migliaia di clienti che quando pensano a noi si portano almeno dentro un Buon Ricordo.
Noi ci crediamo: siamo il Buon Ricordo!

Il Presidente Cesare Carbone
Il Segretario Generale Operativo Luciano Spigaroli


www.buonricordo.com – info@buonricordo.com


Fonte notizia: http://www.buonricordo.com/


covid-19 | coronavirus | buon ricordo | ristoranti del buon ricordo | ristoranti |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Romantico San Valentino al Castello di Spessa Golf Wine Resort & SPA fra i declivi del Collio goriziano

Romantico San Valentino al Castello di Spessa Golf Wine Resort & SPA fra i declivi del Collio goriziano
Trascorrere la festa degli innamorati al Castello di Spessa di Capriva del Friuli (Go), nel silenzio della natura incontaminata del Collio goriziano Con le sua alta torre merlata, i saloni con marmi e specchi, il magnifico giardino all’italiana, la cucina gourmet e le coccole della Spa, nulla di più romantico del Castello di Spessa di Capriva del Friuli (Go) per trascorrere la festa degli innamorati, lontano da tutto e da tutti, nel silenzio della natura incontaminata del Collio goriziano. Romantica è l’essenza stessa del m (continua)

VINE MASTER PRUNERS Academy by SIMONIT&SIRCH – Nuovi corsi di potatura della vite VINE PRUNER ADVANCED

VINE MASTER PRUNERS Academy by SIMONIT&SIRCH – Nuovi corsi di potatura della vite VINE PRUNER ADVANCED
La prima piattaforma digitale al mondo dedicata alla formazione sulla potatura della vite e per la gente di vigna, lancia i nuovi corsi di potatura della vite VINE MASTER PRUNERS Academy by SIMONIT&SIRCH, la prima piattaforma digitale al mondo dedicata alla formazione sulla potatura della vite e per la gente di vigna, lancia i nuovi corsi di potatura della vite VINE PRUNER ADVANCEDAd un anno dalla nascita, VINE MASTER PRUNERS Academy by SIMONIT&SIRCH, la prima piattaforma digitale al mondo dedicata alla formazione sulla potat (continua)

Slow o adrenaliniche? Le esperienze sulla neve da vivere sulle montagne bresciane

Slow o adrenaliniche? Le esperienze sulla neve da vivere sulle montagne bresciane
300 km di piste, innumerevoli idee per vacanze nella natura incontaminata L'aria pura, i suoni attutiti, i panorami mozzafiato, l'accoglienza autentica, i sapori genuini sono gli ingredienti per una vacanza invernale senza pari sulle montagne bresciane, dove la neve è divertimento e relax in una cornice di natura incontaminata e di amplissimi spazi, mai troppo affollati. I 7 comprensori sciistici della provincia (Pontedilegno-Tonale, Maniva Ski, Borno Ski Area, Montecam (continua)

"Ugo Da Como e la Grande Guerra" – Nuova pubblicazione dell’Associazione Amici della Fondazione Ugo Da Como di Lonato del Garda


La nuova importante realizzazione editoriale dell’Associazione Amici della Fondazione Ugo Da Como sarà presentata sabato 18 dicembre alla Biblioteca Civica di Lonato del Garda. I volontari che affiancano la Fondazione Ugo Da Como, sostenendone le iniziative e garantendo l’apertura del complesso monumentale di Lonato del Garda, patrocinano anche una precisa attività editoriale: I Quaderni della Fondazione. Si tratta di una pubblicazione periodica con cadenza annuale, quasi un diario di ciò che accade all’interno della sede istituzionale della Casa Museo del Senatore (continua)

Alla Rocca di Lonato del Garda la mostra “Lo sguardo dell’Ingegnere: 1895-1933 la Valle di Scalve nelle fotografie e nei disegni di Giovanni Tagliaferri”

Alla Rocca di Lonato del Garda la mostra “Lo sguardo dell’Ingegnere: 1895-1933 la Valle di Scalve nelle fotografie e nei disegni di Giovanni Tagliaferri”
Nella Sala del Capitano dal 12 dicembre 2021 al 9 gennaio 2022 La mostra “Lo sguardo dell’Ingegnere: 1895-1933 la Valle di Scalve nelle fotografie e nei disegni di Giovanni Tagliaferri” intende rendere omaggio alla speciale passione per la fotografia dell’Ingegnere Giovanni Tagliaferri (1864-1936), generalmente più ricordato per il suo impegno professionale, condotto prima sotto la guida dello zio architetto Antonio Tagliaferri (1835-1909) e poi in piena auto (continua)