Home > Economia e Finanza > Borse Europee toniche, la settimana si chiude con un altro rialzo

Borse Europee toniche, la settimana si chiude con un altro rialzo

scritto da: Elleny | segnala un abuso


Le mosse dei governi e delle Banche centrali hanno dato un po' di respiro alle Borse europee, mentre Wall Street chiude con un bilancio pesante l'ultima seduta della settimana, complice il nuovo capitombolo del petrolio e le misure restrittive adottate a New York.

L'andamento delle Borse Europee

borse europeeL'Europa ha vissuto un venerdì all'insegna degli acquisti, grazie allo stimolo della Bce che ha varato un maxi piano da 750 miliardi di euro. Milano chiude positiva di quasi 2 punti percentuale, ma tra le Borse europee Parigi è la migliore con un progresso del 5%. Francoforte avanza del 3,70% mentre Londra è l'unica che guadagna poco (il Ftse 100 segna +0,76%), malgrado una partenza sprint in mattinata (+4%).

A Piazza Affari il FTSE MIB ha chiuso in rialzo di 1,71% a 15.731,85 punti, dove aver anche provato a riagganciare quota 16.000. Quota 15mila è considerata dagli analisti una soglia psicologica,. Una specie di spartiacque tra la speranza di un rimbalzo consistente e il ritorno ad una discesa fino ai 12mila punti. Molti dei migliori segnali di trading gratuiti puntano sul rialzo.

I titoli migliori e peggiori

Grande protagonista del giorno è stata Atlantia (+19,12%), ma sono andati benissimo anche Salvatore Ferragamo (+11,7%) e Bper Banca (+11,7%). Si sono distini i settori vendite al dettaglio (+11,07%), beni per la casa (+7,67%) e immobiliare (+7,40%). Forti ribassi si manifestano nei comparti alimentare (-5,31%) e sanitario (-1,88%). Le più forti vendite, invece, si manifestano su Prysmian, che prosegue le contrattazioni a -9,72%. Giornata particolarmente volatile per le azioni Diasorin (-2,45%), dopo che la società ottenuto dalle autorità sanitarie statunitensi il via libera alla commercializzazione del test per il Covid 19. Su questa azione si sono scatenati i segnali dagli indicatori scalping.

Dopo la chiusura delle Borse europee, è toccato a quelle degli USA. Lì il bilancio è stato negativo. Il Dow Jones perde il 4,62% a 19.159,53 punti, il Nasdaq cede il 3,79% a 6.879,31 punti mentre lo S&P 500 lascia sul terreno il 4,40% a 2.303,17 punti. Per l'indice più ampio della Borsa americana si chiude così la peggior settimana dal 2008, con un ribasso del 15 per cento. Continua intanto a crescere l'attesa per il maxi piano di stimoli promesso dall'amministrazione Trump. Un pacchetto che potrebbe anche superare i 1000 miliardi di dollari.

borse | europa | covid | segnali di trading | indicatori scalping |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Borse Da Lavoro , Come Trovare Quelle Migliori


Borse moto: da oggi è possibile acquistarle online su Motup.com


Mercati finanziari, le Borse chiudono bene la settimana


Borse Hello Kitty: ecco gli ultimi modelli!


Le 3 principali qualità da tenere in considerazione quando si sceglie il monitor Rialzo


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Prezzo del caffé, diversi fattori lo stanno spingendo sempre più in alto

I problemi produttivi e quelli della catena di approvvigionamento hanno colpito quasi tutti i settori produttivi. Non solo energia e metalli, ma anche il mondo del caffé, dove i prezzi sono in netta crescita e si avviano a raggiungere massimi pluriennali.Come si sta muovendo il prezzo del cafféI futures sul caffè Arabica hanno infatti esteso i guadagni a oltre $ 2,1 per libbra, avvicinandosi al ma (continua)

Mercati finanziari, in settimana rapporto sui nonfarm payroll e vertice OPEC+

I mercati finanziari guarderanno con attenzione soprattutto a due avvenimenti questa settimana. In ordine cronologico sono il vertice OPEC+ sul petrolio, e il rapporto sui nonfarm payroll negli USA. Ma in mezzo ci sono anche i meeting della Banca centrale d'Australia e quella neozelandese.Gli eventi clou per i mercati finanziariPartiamo dal petrolio. L'OPEC e i suoi alleati si incontreranno lunedì (continua)

Banca del Giappone senza sorprese: tassi fermi in terriotrio negativo

Con un voto favorevole di 8 membri contro 1 contrario, la Banca del Giappone ha lasciato invariato il tasso di interesse di riferimento a -0,1%, dove si trova dal 2016. La BoJ ha inoltre lasciato immutato il target di rendimento dei titoli di stato a 10 anni intorno allo 0%. La banca centrale ha anche affermato che inizierà a erogare prestiti per il cambiamento climatico a dicembre.Il meeting del (continua)

Banche centrali e riserve auree, gli Usa battono tutti ma l'Italia è terza

L'oro è da sempre un metallo importante non solo per i consumatori e gli investitori al dettaglio, ma anche per le banche centrali. I caveau sono pieni di riserve auree (per lo più in lingotti), che rappresentano una garanzia di rimborso per i depositanti, i detentori di banconote e gli operatori commerciali. Ma il ruolo di tali riserve è importane anche al fine di supportare il valore della valut (continua)

Mercato azionario tedesco, si avvicina la svolta: listino principale a 40 titoli

Deutsche Boerse dovrebbe annunciare i nuovi entranti nell'indice blue-chip venerdì, mentre la variazione diventerà pienamente operativa a partire dal 20 settembre Si avvicina sempre di più il momento della svolta epocale per il mercato azionario tedesco. L'indice principale, il DAX, infatti passerà dagli attuali 30 membri a 40. Questo renderà più “vivace” l'indice stesso, oltre a portare uan ventata di aria nuova sul listino.  Cosa succederà al mercato azionario tedesco Il cambiamento è (continua)