Home > News > Il futuro di Eni: il focus dell’AD Claudio Descalzi su piano 2020-2023 e Road Map al 2050

Il futuro di Eni: il focus dell’AD Claudio Descalzi su piano 2020-2023 e Road Map al 2050

scritto da: Pressreleasecd | segnala un abuso


La nuova Eni disegnata da Claudio Descalzi: l'AD, a partire dai risultati 2019, illustra il piano d'azione 2020-2023 e la strategia che porterà il Gruppo nel 2050 ad essere sempre più sostenibile.

Claudio Descalzi

Eni, i risultati 2019: il commento dell'AD Claudio Descalzi

"Nel 2019 abbiamo conseguito risultati eccellenti, nonostante lo scenario decisamente negativo, caratterizzato da discontinuità geopolitiche e da uno scenario prezzi certamente meno favorevole rispetto al 2018": nelle parole dell'AD di Eni Claudio Descalzi sono evidenti le difficoltà che il Gruppo ha dovuto affrontare lo scorso anno. Per quanto possano avere pesato in parte sui numeri registrati nel 2019, Eni, grazie "alla strategia perseguita negli ultimi anni che ci ha consentito di crescere e di rafforzare la nostra resilienza", può oggi confermare un cash flow che, al netto delle spese per la gestione degli asset, da qui al 2023 si attesterà sui 23 miliardi di euro. E non solo: al netto di una riconferma della politica di remunerazione degli azionisti, per quest'anno si prevede "un dividendo pari a 0,89 euro per azione in crescita del 3,5 per cento". Nel 2019 il Gruppo guidato da Claudio Descalzi ha visto inoltre la produzione segnare il record di 1,87 milioni di barili rimpiazzando il 117% delle riserve prodotte.

Claudio Descalzi: la strategia Eni al 2050 e il piano d'azione 2020-2023

Nel futuro di Eni sempre più gas e rinnovabili. Lo dice la Road Map al 2050 presentata il 28 febbraio insieme al piano di azione per il periodo 2020-2023 da Claudio Descalzi. "Un passo fondamentale" lo ha definito l'AD: "Abbiamo disegnato l'evoluzione di Eni nei prossimi 30 anni, coniugando gli obiettivi di continuo sviluppo in un mercato dell'energia in forte evoluzione con una significativa riduzione dell'impronta carbonica del portafoglio". Qualche numero: la progressiva riduzione dal 2025 della produzione incentrata sulla componente Oil, una crescita fino all'85% della componente gas, l'aumento degli interventi nella transizione e nella produzione di energie rinnovabili. E investimenti per 32 miliardi di euro nei prossimi quattro anni. "L'Eni del futuro sarà quindi ancor più sostenibile, sarà rinforzata nel suo ruolo di attore globale nel mondo dell'energia, arricchita da business quali le rinnovabili e l'economia circolare, oggi ai primi passi ma con uno sviluppo futuro di rilievo e altamente connesso ai business esistenti" ha sottolineato l'AD Claudio Descalzi aggiungendo come Eni sia la "prima industria" ad associare a questo "connubio giudicato da molti quasi impossibile" un "contenuto di business" che si fonda sulla "qualità dei nostri asset, delle nostre tecnologie e delle nostre competenze".


Fonte notizia: https://www.huffingtonpost.it/entry/eni-lad-descalzi-risultati-eccellenti-nonostante-lo-scenario-decisamente-negativo_it_5e58c6f7c5b60102210ed2e7


Claudio Descalzi | Eni |



 

Potrebbe anche interessarti

Claudio Descalzi dà inizio al suo terzo mandato alla guida di Eni


Claudio Descalzi: ridurre drasticamente l’impronta carbonica, la strategia di Eni


Eni, aggiudicato il 20% della Wind Farm più grande al mondo: il commento di Claudio Descalzi


Eni, l’AD Claudio Descalzi: l’impegno del Gruppo per la completa neutralità carbonica al 2050


Eni: assemblea degli azionisti, l’AD Claudio Descalzi: “2018, record della produzione”


Il mondo dopo il Coronavirus: a Sky Tg24 le riflessioni dell’AD di Eni Claudio Descalzi


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Claudio Descalzi: energia e pace, l’AD di Eni a Matera per la “Festa di Avvenire”

L'idea di Eni è quella di rinunciare a un po' di profitto per creare valore per la comunità: la vision del Gruppo nell'intervento dell'AD Claudio Descalzi."Festa di Avvenire": il messaggio dell'AD di Eni Claudio Descalzi sul valore dell'energia e della sostenibilitàL'energia dà vita al mondo: Claudio Descalzi lo ha sottolineato più volte lo scorso 28 giugno intervenendo alla "Festa di Avvenire" in (continua)

Claudio Descalzi: la presentazione del World Energy Transitions Outlook di IRENA

Il World Energy Transitions Outlook di IRENA ed Eni è dedicato alla transizione energetica: le considerazioni dell'AD Claudio Descalzi alla presentazione a Roma.Claudio Descalzi: IRENA World Energy Transitions Outlook 2022, il focus dell'AD di EniL'AD di Eni Claudio Descalzi è intervenuto lo scorso 9 giugno all'evento di presentazione del rapporto IRENA World Energy Transitions Outlook (WETO 2022) (continua)

Claudio Descalzi: l’intervento dell’AD di Eni, premiato dall’Atlantic Council

"Non c'è futuro economico sostenibile per l'industria senza la transizione": la soddisfazione dell'Amministratore Delegato Claudio Descalzi nel ricevere il prestigioso Distinguished Business Leadership Award dell'Atlantic Council.Claudio Descalzi: transizione energetica, fondamentale sfruttare tutte le tecnologie e soluzioni disponibiliLo scenario attuale ha posto un nuovo e drammatico accento sul (continua)

Claudio Descalzi premiato dall’Atlantic Council: focus sul riconoscimento

L'Amministratore Delegato Claudio Descalzi riceve il prestigioso Distinguished Business Leadership Award dell'Atlantic Council: "Voglio condividerlo con tutte le persone di Eni".Claudio Descalzi: il ruolo straordinario assunto nel settore energeticoL'Atlantic Council premia Claudio Descalzi: l'AD di Eni è il primo italiano ad essere insignito del prestigioso riconoscimento nell'ambito della catego (continua)

Claudio Descalzi: Eni in grado di rispondere alle sfide della contemporaneità, il Piano 2022-2025

Claudio Descalzi lancia il Piano Strategico 2022-2025: le nuove sfide e la risposta immediata di Eni alla crisi attuale innescata dalla guerra in Ucraina.Claudio Descalzi: garantire la sicurezza energetica senza abbandonare la transizione, Eni raccoglie la sfidaL'AD Claudio Descalzi lo ha spiegato chiaramente lo scorso 18 marzo presentando alla comunità finanziaria il nuovo Piano Strategico 2022-2 (continua)