Home > Primo Piano > L'inganno sulle mascherine - Basta un foulard

L'inganno sulle mascherine - Basta un foulard

scritto da: Claudio Raccagni | segnala un abuso

L'inganno sulle mascherine - Basta un foulard


 

 "Ogni qualvolta si esce di casa, vanno adottare tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sé stessi e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o qualunque altro indumento per coprire naso e bocca (sciarpe, foulard,…), oltre alla disinfezione delle mani. Va sempre mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro."

 

Questo è quello che hanno sempre detto i decreti o le ordinanze Nazionali o regionali, ma chi non può seguire sempre in diretta le continue conferenze degli addetti al lavoro, si affida alle notizie che sente attraverso i telegiornali o articoli di giornale o via web, dove la copertura del viso viene quasi totalmente descritta come necessaria attraverso la mascherina.
 
Ma scusate, se una sciarpa o un foulard di norma ce l'ha ogni cittadino a casa, perchè si è dovuto spingerli, con notizie allarmanti sulla mancanza di mascherine chirurgiche,  a comprare in farmacia le stesse mascherine?
 
Una mascherina chiururgica costava in media sui 2-3 euro, fino ad arrivare, nelle situazioni più allarmanti, sui 5-6 euro al pezzo. Questo per singola mascherina usa e getta, quindi se una persona deve comprare una mascherina al giorno per una settimana spende in media dai 14-21 euro. Se in casa sono in 2 spendono dai 28 ai 42 euro a settimana, il che mensilmente si traduce in una spesa di 112-168 euro per 2 persone.
 
Ma scusate, se basta la distanza di sicurezza e un foulard o una sciarpa per proteggersi dal Coronavirus, perchè non viene detto chiaramente, molto più spesso e sottolineandolo in televisione? Se il cittadino sa che basta un foulard a proteggerlo dal virus apre il cassetto ed è già in regola.
 
Perchè c'è la ricerca affannata di mascherine chirurgiche per il mondo, quando viene scritto che basta un foulard?
 
Per non parlare della succulenta occasione per chi vuole speculare sulla produzione abusiva di masherine.
 
Perchè si è spinti il cittadino a correre in farmacia a comprare mascherine chirurgiche,  o quelle più specifiche contro i virus, se doveva utilizzarle solo per le uscite di casa? 
Diciamo chiaramente:"Per tutelarsi la salute contro il covid-19, se si esce di casa è obbligatorio tenere la distanza di sicurezza, OBBLIGATORIO, e coprirsi il volto anche attraverso una sciarpa o un foulard.
 
Ora però il problema diventa molto più pesante e, forse, penalmente perseguibile.
 
Perchè se basta un foulard o una sciarpa a coprirsi il volto, si è proibito a molte ditte italiane di produrre macherine chirurgiche in cotone, o comunque idonee all'uso tipo foulard, perchè ritenute dal Governo non conformi a quelle chirurgiche o alle ffp2 o Ffp3?
 
Perchè si è ricorso invece all'acquisto all'estero, specialmente dalla Cina, di milioni di mascherine, se non sono obbligatorie? 
 
Ma come? Basta un foulard a tutelarsi dal virus (ed il metro di distanza fra le persone) ma lo Stato italiano spende milliardi per comprare mascherine? In più, se ci sono ditte italiane che vogliono produrne gratuitamente per i propri cittadini, o per la nazione intera, non viene a loro permesso di farlo, perchè non conformi alle mascherine chirurgiche. Però le importiamo dall'estero.
 
Che contratti commerciali abbiamo con la Cina per permettere questa assurdità?
 
Ma ricordiamolo ancora:"Perchè tutto il correre dietro alle mascherine ed al caos descritto precedentemente, se basta dire al cittadino:"Hai un foular, una sciarpa, un fazzoletto spesso in casa per coprirti il viso, facendoti tu una mascherina?"....."Si".....Problema risolto"
 
E tutti gli euro che si sono fatti spendere ai cittadini per le mascherine adesso chi glieli ritorna? Ah no scusate.....adesso ci saranno nuove tasse da pagare, per coprire il costo delle mascherine.

Fonte notizia: www.claudioraccagni.name


coronavirus | covid-19 | mascherine | caos | governo | new notizie | regioni | foulard | sciarpa |



Commenta l'articolo

 
 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Ganoona torna con "Bad Vibes"

Ganoona torna con
Le puntate della nota serie Black Mirror sono sempre ambientate in una inquietante e futuristica realtà distopica in cui la tecnologia ha plasmato in modo irreversibile i rapporti e le abitudini umane, cambiandoli per sempre. Ed è un po’ questa la realtà cantata da Ganoona nel suo ultimo singolo: un mondo di malinconie nascoste, lavori alienanti e divertimenti forzati, d (continua)

Coronavirus - Cassese, L'avv. Di Carlo e Sgarbi contro il Governo Conte

Coronavirus - Cassese,  L'avv. Di Carlo e Sgarbi contro  il Governo Conte
    Per l’esecuzione dei decreti legge del Governo, tra l’altro non ancora convertiti in legge, si è pronunciato l’avvocato Luca Di Carlo: “L’uso della forza come strumento di repressione delle libertà di un popolo non impedisce l’esercizio del diritto di autodifesa individuale e collettiva”.   “E’ un atto ingiu (continua)

Coronavirus. Cassese: “I Dpcm di Conte sono frutto di poteri illegittimi”. Avv. Di Carlo: “illegali sotto il profilo giuridico ed etico”

 Coronavirus. Cassese: “I Dpcm di Conte sono frutto di poteri illegittimi”. Avv. Di Carlo: “illegali sotto il profilo giuridico ed etico”
Sabino Cassese, ex membro della Corte costituzionale, afferma che i vari dpcm (decreti del presidente del consiglio dei ministri), con i quali Conte ha cercato di gestire la grave crisi sanitaria, economica e sociale indotta dal Coronavirus, sono un “golpe normativo”. “Il primo decreto era fuori legge. Poi è stato corretto il tiro con il secondo decreto legge, che smentiv (continua)

Pamela Andèrson e Luca Di Carlo si divertono nel web

Pamela Andèrson e Luca Di Carlo si divertono nel web
  In tempi di Coronavirus bisogna inventarsi qualsiasi cosa per non annoiarsi a casa e cosi l'attrice modella Pamela Andèrson e il celebre Avvocato del Diavolo Luca Di Carlo si sono divertiti ad inserirsi in un'applicazione web. La quarantena del Covid-19 non annoia chi si inventa sempre qualcosa da fare. Rispolverare tutta casa, preparare pranzi per un anno intero, correre attorno a (continua)

Il nuovo libro di Ilona Staller, "La mia vera vita"

Il nuovo libro di Ilona Staller,
  Cosa si nasconde dietro l'immagine pubblica di una pornostar? Quale è la vera vita una volta lontana dalle luci delle scene? E' solo sesso, porno o c'è dell'altro?   Esce sul mercato dell'editoria il libro più discusso “CICCIOLINA La mia vera storia” di Ilona Staller edito da Golena Edizioni. Ilona Staller svela i suoi segreti, ma c'è molt (continua)