Home > Cibo e Alimentazione > Livelli di sterilità pari a quelli di una sala operatoria per Serenissima Ristorazione

Livelli di sterilità pari a quelli di una sala operatoria per Serenissima Ristorazione

scritto da: Articolinews | segnala un abuso


Anche Serenissima Ristorazione è coinvolta nelle sfide imposte dal Covid-19, a tutela del lavoro e del servizio di mensa in ambiente sanitario. Grazie ai passati investimenti in ricerca e nuove tecnologie, le risposte sono molteplici e rapide.

Serenissima Ristorazione

Serenissima Ristorazione: l'intervento del direttore della divisione-sanità

Metodologie di cottura delle pietanze a salvaguardia della massima sicurezza sotto il profilo igienico-sanitario, una "camera bianca" con un livello di sterilità e profilassi pari a quelli di una stanza operatoria ospedaliera. E ancora, oltre a questo, uno stock di 100 mila pasti da poter garantire nel servizio nell'eventualità di black out totale fino a una durata di tre giorni, una cucina ospedaliera predisposta in poche ore e investimenti in espansione nel comparto in controtendenza data la diffusa situazione di incertezza economica. Anche la ristorazione in ambito sanitario fa i conti con la pandemia di Covid-19 e tra le realtà in questo senso più impegnate c'è Serenissima Ristorazione. La società è infatti in prima linea, a partire dal proprio centro produttivo, quello principale, di Boara Pisani (Padova). A tal proposito interviene Carlo Garbin, direttore della divisione-sanità di Serenissima Ristorazione, commentando così l'imponente sforzo messo in piedi per gestire questo imprevisto. "È inevitabile che Serenissima si adegui alle esigenze di questo periodo: basti pensare che seguiamo ben 250 strutture sanitarie e socio-assistenziali, tra cui 120 ospedali, e che abbiamo metà dei 9.500 dipendenti dedicati a questo settore. L'emergenza Coronavirus, che pur ci sta chiedendo un importante sforzo, non ci ha tuttavia trovati impreparati".

Serenissima Ristorazione: l'esempio di Boara Pisani nel contrasto al Covid-19

Nel corso di questi ultimi anni, Serenissima Ristorazione ha infatti investito in modo determinante su ricerca e nuove tecnologie, anche in ottica di prevenzione qualora fossero occorse situazioni emergenziali come questa. In tale direzione è stato predisposto l'affinamento di metodi di cottura che garantiscono il massimo livello di profilassi igienico-sanitaria. A Boara Pisani, impianto dove è lavorato oltre un terzo dei 90 mila pasti predisposti per le strutture ospedaliere, è operativa da un paio di anni una "camera bianca" di 600 metri quadri, ovvero un'area adibita alla manipolazione del cibo con la stessa classificazione ambientale, la settima, di una sala operatoria. Al proprio interno è impiegato personale formato, che può accedervi solo con determinati dispositivi protettivi e seguendo specifiche regole igieniche, che in queste settimane è presente nei Covid Hospital del Nord Italia. Carlo Garbin, direttore della divisione-sanità di Serenissima Ristorazione, specifica che "non è stata necessaria alcuna formazione: i nostri lavoratori erano già pronti a operare con qualità altissima e con necessità di protezione molto elevate". Pur tuttavia, a causa dell'imprevisto pandemico è stata ripensata l'intera attività negli ospedali, anche a fronte di un calo del 75% nelle mense ospedaliere e dell'avvio di nuove strutture, come i Covid Hospital, necessitanti di lavorazioni particolari. Oltre a ciò, la società guidata da Mario Putin ha pensato anche ai dipendenti, ora impossibilitati a fruire di spazi collettivi come appunto le mense: per loro, è attivo il recapito diretto delle pietanze in reparto, racchiuse in confezioni termo-sigillate oppure da riscaldare in microonde.


Fonte notizia: https://mattinopadova.gelocal.it/regione/2020/04/14/news/coronavirus-in-veneto-pasti-per-i-malati-e-i-medici-cotti-in-sala-operatoria-1.38717632


Serenissima Ristorazione | Mario Putin |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Serenissima Ristorazione, attiva nella distribuzione di pasti e nella fornitura di alimenti freschi


Serenissima Ristorazione ratifica l’esercizio del 2019


Mario Putin: il sostegno di Serenissima Ristorazione al plesso scolastico di Costabissara


Expo Salute 2015 ospita Serenissima Ristorazione, società del Presidente Mario Putin


Serenissima Ristorazione si aggiudica il 261esimo posto nelle 400 migliori aziende italiane in cui lavorare


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Lesegno simula la lavorazione dell’acciaio con Gleeble 3800. Gruppo Riva: l’unico in Italia

Lesegno simula la lavorazione dell’acciaio con Gleeble 3800. Gruppo Riva: l’unico in Italia
Gleeble 3800 è il simulatore sofisticato di Gruppo Riva che permette di ricreare le varie fasi di lavorazione dell’acciaio Nello stabilimento di Lesegno, cuore tecnologico di Gruppo Riva, il sofisticato Gleeble 3800 permette di simulare le diverse fasi di fabbricazione dell'acciaio. Le peculiarità e le collaborazioni del laboratorio.Gruppo Riva: il simulatore termomeccanico Gleeble 3800Fiore all'occhiello di Gruppo Riva, lo stabilimento di Lesegno (provincia di Cuneo) è l'unico laboratorio in Italia a vantar (continua)

Finanza: focus sul profilo di Davide D’Arcangelo, Founder di Next4 e investor relator

Finanza: focus sul profilo di Davide D’Arcangelo, Founder di Next4 e investor relator
Davide D’Arcangelo è un investor relator e Innovation Manager. Fondatore del club deal investor Next4, è anche punto di riferimento per le PA grazie alla sua lunga esperienza nell’ambito dell’assistenza tecnica Professionista poliedrico, Davide D'Arcangelo è un Innovation Manager e investor relator con competenze nell'ambito delle reti industriali e dei cluster tecnologici e una lunga esperienza nel fornire consulenza tecnica e digitale agli enti locali.Davide D'Arcangelo: gli incarichi attuali come investor relator e consulente delle PAEconomista dell'innovazione, Davide D'Arcangelo  (continua)

Pietro Vignali, per l’ex Sindaco di Parma un calvario giudiziario durato 10 anni

Pietro Vignali, per l’ex Sindaco di Parma un calvario giudiziario durato 10 anni
Dopo 10 anni di vicende giudiziarie, lo scorso inverno Pietro Vignali ha ottenuto la completa assoluzione dall’accusa di assunzioni clientelari durante il suo mandato come Sindaco di Parma Un'inchiesta partita nel 2011 e che si è conclusa solo nel 2020 con l'assoluzione e la riabilitazione. Per Pietro Vignali, ex primo cittadino di Parma, la battaglia non è ancora finita.Pietro Vignali: sul presunto caso 'dirigentopoli' accuse tanto infamanti quanto inconsistenti"A fine 2010 ero il quarto sindaco più amato d'Italia ed erano gli anni dei grandi progetti. Parma, inoltre, guidava (continua)

Alessandro Fioretto, AD di Italchimica, commenta il successo dell’attività

Alessandro Fioretto, AD di Italchimica, commenta il successo dell’attività
Alessandro Fioretto (Italchimica): “Tutti i prodotti sono stati adeguati in base alle informazioni fornite dagli enti competenti in materia di salute pubblica per il contenimento della pandemia” Italchimica al fianco di turismo e ristorazione, per la sicurezza di studenti e famiglie, come azienda leader in Italia nell'ambito della sanificazione e dei prodotti detergenti. L'AD Alessandro Fioretto spiega l'origine di questo successo e gli obiettivi per il futuro.Alessandro Fioretto: il successo di Italchimica"Con i nostri prodotti siamo in 18mila scuole. E se a settembre abbiamo lavora (continua)

Giampiero Catone: “Occorre riflessione seria sul lavoro, Rdc errore clamoroso”

Giampiero Catone: “Occorre riflessione seria sul lavoro, Rdc errore clamoroso”
Sul quotidiano “La Discussione” Giampiero Catone commenta i numeri del reddito di cittadinanza: “Sprecati 7,2 miliardi” Non ha dubbi Giampiero Catone: il Reddito di Cittadinanza è una misura fallimentare. In un articolo pubblicato sul quotidiano "La Discussione", il giornalista spinge per un utilizzo delle risorse mirato a politiche del lavoro e welfare.Giampiero Catone: "Ogni posto creato con il Rdc costa allo Stato 52mila euro"Sotto il punto di vista dell'occupazione, il sussidio introdotto dal Governo si è (continua)