Home > Cultura > Andrea Mascetti: “La cultura ha bisogno di un’idea forte di comunità”

Andrea Mascetti: “La cultura ha bisogno di un’idea forte di comunità”

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

Andrea Mascetti, avvocato e Coordinatore di Fondazione Cariplo, analizza il ruolo dell’identità e della cultura ai tempi del Coronavirus


Originario di Varese, Andrea Mascetti è fondatore e titolare dello Studio Legale omonimo: da giugno 2019 è in Fondazione Cariplo come Coordinatore della Commissione Arte e Cultura.

Andrea mascetti

Andrea Mascetti, le radici storiche come "rifugio"

La pandemia da Covid-19 ha cambiato e cambierà radicalmente l'idea di società: il pensiero comune è quello di evidenziare in particolar modo il primato delle nuove tecnologie e delle sempre più innovative modalità di comunicazione e fruizione dei servizi. Andrea Mascetti ritiene invece che la situazione attuale possa essere uno stimolo ad un ritorno alle radici e al ruolo ormai dimenticato delle comunità. Intervistato da TicinoLive, quotidiano indipendente svizzero, l'avvocato sottolinea la propensione dell'essere umano a riscoprire la propria identità storica in periodi di crisi come quello che il mondo sta vivendo in queste settimane. Un'identità che risulta imprescindibile dal concetto di comunità: secondo il Coordinatore di Cariplo infatti quest'ultime torneranno ad essere "luoghi di rifugio oltre che di estremo piacere". Anche per questo, grazie alle attività della Fondazione, Andrea Mascetti si impegna nella valorizzazione della storia identitaria di regioni come l'Insubria.

Andrea Mascetti, la differenza tra "téchne" e cultura

Con lo sviluppo dell'epoca digitale è diventato alquanto semplice e istantaneo l'accesso ai contenuti più disparati, dall'intrattenimento ai testi delle biblioteche sparse nel globo. Nel corso dell'intervista, Andrea Mascetti mette in guardia su questa "falsa" disponibilità. Avere a portata di click le informazioni non significa necessariamente creare cultura. Da sola, infatti, la "téchne" moderna è semplicemente uno strumento, un bacino infinito di servizi. La cultura nel senso originario del termine ha bisogno di "comunità, essenze vibranti, scontri e incontri anche fisici". Caratteristiche che nelle community virtuali sono impossibili o comunque decisamente limitate. L'auspicio è che l'emergenza sanitaria attuale possa avere quantomeno un risvolto positivo sotto questo punto di vista. Per Andrea Mascetti i legittimi sentimenti di pericolo e di imprevedibilità, che stanno coinvolgendo l'intera umanità, potrebbero essere l'inizio di una riscoperta di quella cultura comunitaria lasciata indietro dal Moderno.


Fonte notizia: https://www.andreamascetti.it/


Avvocato Andrea Mascetti | Studio Legale Mascetti |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Tra Wikipedia e cellulari: l’emergenza lettura nell’intervista ad Andrea Mascetti (Cariplo)


Ambiti di competenza dell’avvocato Andrea Mascetti, titolare dell’omonimo Studio Legale


Fondazione Cariplo: Andrea Mascetti guida la Commissione arte e cultura


Italgas rinnova gli organi sociali: Andrea Mascetti tra i candidati al CdA


L’avvocato Marta Cipriani (Studio Legale Andrea Mascetti) si occupa della Legge Gelli - Bianco


Andrea Mascetti: l’analisi sugli obblighi dichiarativi in sede di gara


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

I requisiti della rivalutazione dei beni d’impresa illustrati da Massimo Rizza

I requisiti della rivalutazione dei beni d’impresa illustrati da Massimo Rizza
Il Decreto Legge n. 104 concede la rivalutazione di alcuni beni d’impresa: Massimo Rizza spiega nel dettaglio i requisiti del Decreto Legge n. 104 La misura introdotta dal Governo offre la possibilità di rivalutare determinati beni d'impresa. Massimo Rizza illustra nel dettaglio i requisiti stabiliti dal Decreto Legge n. 104Il Decreto Legge 104 spiegato da Massimo RizzaTra le diverse misure introdotte dal Governo a supporto di imprese e lavoratori per far fronte all'emergenza sanitaria, la rivalutazione dei beni d'impresa (Decreto (continua)

Pietro Vignali: nuove politiche a supporto di città, famiglie e donne

Pietro Vignali: nuove politiche a supporto di città, famiglie e donne
Piano casa, politiche familiari e di incentivazione per le donne: Pietro Vignali illustra le priorità per la ripartenza post Covid-19 Pietro Vignali spiega la necessità di introdurre nuove politiche a sostegno di famiglie e città per affrontare i cambiamenti causati dalla pandemia.La famiglia, Pietro Vignali: "Baluardo capace di opporsi alla pandemia"Come già sottolineato da Pietro Vignali, per reagire ai cambiamenti generati dalla pandemia è necessario attuare importanti interventi nelle città italiane. Una rigenerazi (continua)

Il team di Antonio Franchi al lavoro per la rivalorizzazione di Palazzo Ravasio

Il team di Antonio Franchi al lavoro per la rivalorizzazione di Palazzo Ravasio
Antonio Franchi è a capo della società che sta trasformando Palazzo Ravasio in un complesso sostenibile, innovativo e moderno The Residenze, società guidata da Antonio Franchi e specializzata nel settore immobiliare residenziale di alta gamma, è all'opera su un progetto il cui obiettivo è l'antico edificio veronese di Palazzo Ravasio.La storia di Palazzo Ravasio, edificio rivalorizzato dal team di Antonio FranchiLa società guidata da Antonio Franchi, The Residenze, ha preso in carico diversi progetti di ri (continua)

Italchimica chiude il 2020 con un incremento del fatturato del 50%

Italchimica chiude il 2020 con un incremento del fatturato del 50%
Italchimica ha superato brillantemente l’anno della pandemia, incrementando il proprio fatturato. L’obiettivo ora è far diventare la società a impatto zero Italchimica è tra le poche realtà italiane ad aver concluso l'anno della pandemia con un grosso incremento del fatturato, parte di questo sarà investito in innovazione di prodotto.L'anno della pandemia in ItalchimicaSe per la maggior parte delle realtà italiane il 2020 ha rappresentato un periodo poco felice dal punto di vista dei guadagni, per Italchimica l'anno della pandemia ha p (continua)

Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico

Gruppo Riva: sostenibilità ed economia circolare nel settore siderurgico
Materiali di scarto come scorie e polimeri per produrre l’acciaio in modo sostenibile: il modello di Gruppo Riva, leader europeo nel comparto siderurgico L'impiego di scorie nere, scorie bianche, polveri di acciaieria e polimeri consente a Gruppo Riva di ottenere una produzione siderurgica ispirata ai principi dell'economia circolare.Gruppo Riva: l'utilizzo delle scorie e delle polveri nella produzione circolareRidurre al minimo gli sprechi è uno degli elementi alla base dell'economia circolare. Nello specifico del settore siderurgico, ci (continua)