Home > Pubblica amministrazione > UFFICI GIUDIZIARI, LA UILPA DI PALERMO FAVOREVOLE AL MANTENIMENTO DELLO SMART WORKING

UFFICI GIUDIZIARI, LA UILPA DI PALERMO FAVOREVOLE AL MANTENIMENTO DELLO SMART WORKING

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

UFFICI GIUDIZIARI, LA UILPA DI PALERMO  FAVOREVOLE AL MANTENIMENTO DELLO SMART WORKING

Il segretario generale Alfonso Farruggia: "La protesta degli avvocati è comprensibile, ma salute e sicurezza abbiano la priorità"


“Pur comprendendo le proteste degli avvocati e il rischio di stallo per l’attività di molti studi professionali, la Uil Pubblica Amministrazione ritiene che salute e sicurezza vadano anteposte a qualsiasi altra necessità, anche se si tratta di praticare scelte impopolari”: con queste parole il segretario generale Alfonso Farruggia commenta le iniziative che, negli ultimi giorni, hanno visto protagonisti i penalisti del Foro di Palermo, contrari alla riduzione delle attività in Tribunale.

“Il mantenimento dello smart working – spiega l’esponente sindacale – è una misura assolutamente necessaria, al netto di funzioni e ruoli indifferibili : è ben chiaro a tutti come il settore della giustizia sia in assoluto il motore democratico della vita del Paese ma la UILPA ribadisce con forza la propria posizione, ovvero la centralità del lavoratore che deve essere tutelato fino alla totale scomparsa dell’emergenza sanitaria in atto”.

“La piena ripresa dell’attività giudiziaria è al momento inconcepibile – afferma Farruggia – anche per via della mancanza di adeguati impianti di climatizzazione all’interno di alcuni uffici: se è vero, come paventato, che i flussi di aria possono veicolare il Coronavirus, ci si chiede come sia possibile affrontare la torrida estate cittadina in assenza di condizionatori; apparecchiature che, tra l’altro, necessiterebbero di un supplemento di sanificazione dei filtri proprio per evitare il fenomeno della trasmissione del virus, con una previsione di costi molto elevati”. 

Non è tutto: le preoccupazioni del sindacato, infatti, si concentrano anche attorno alla vicenda del Palazzo ex EAS, oggetto di una vertenza a firma della UILPA legata alle condizioni strutturali dell’immobile che, secondo alcune voci ancora non confermate, sarebbe già interessato dall’avvio dei primi interventi di sistemazione degli uffici, che un tempo  ospitavano l’esattoria.

La UILPA ha sempre sostenuto la necessità di non investire risorse economiche nella messa in sicurezza della struttura ormai vetusta e di trasferire il personale presso altre sedi; un’esigenza che oggi, alla luce di quanto sta accadendo, viene sostenuta anche dalla stessa amministrazione giudiziaria.

Ancora in merito allo stato di agitazione in corso, Farruggia manifesta contrarietà sul flusso di utenti, avvocati e dipendenti che si registrerebbe nel caso di piena ripresa delle attività presso tutti gli uffici del distretto. 

“In una fase così delicata, la cui durata è ancora imprevedibile  - aggiunge - sarebbe davvero rischioso per la salute pubblica creare assembramenti laddove il lavoro in remoto, come dimostrato in questa occasione, garantisce una buona resa dei servizi: occorre fare prevalere il senso della responsabilità e fissare regole chiare e precise dettate da una linea di coordinamento tra i vari uffici interessati”.

“La UILPA – conclude Farruggia – è vicina a tutti i lavoratori della giustizia, e li ringrazia per l’impegno profuso in questa circostanza del tutto inaspettata: grazie anche alla dirigenza che non ha mancato di manifestare attenzione e rigore nell’applicazione delle norme contenute nei vari D.P.C.M.  e nell’osservanza della circolare dell’INAIL”.

Venerdì 15 maggio è previsto un incontro tra le sigle del pubblico impiego, le r.s.u. e il presidente della Corte d’Appello Matteo Frasca, con l’obiettivo di affrontare il tema delle misure organizzative da adottare nella “Fase 2”.

L’iniziativa si terrà presso l’Aula Magna nel rispetto delle ragioni vigenti di distanziamento sociale. 


Fonte notizia: https://palermo.uilpa.it/


Palermo | UILPA | Alfonso Farruggia | Tribunale | protesta | salute | sicurezza | Fase 2 | Coronavirus | Corte d Appello |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Smart Working: formare i lavoratori per tutelarne salute e sicurezza


Stress tecnologico e smart working: come affrontare la tecnologia?


Sicurezza sul lavoro e tecnologia: EuTecno e smart working


Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati : "Le esigenze legate alla sicurezza continuino a rappresentare la priorità"


Mafia City H5: borders set by the mafia bosses that controlled the territory


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MAREDOLCE, AL VIA L’ATTIVITÀ DEGLI ANZIANI PRESSO IL CAMPO DI BOCCE DI BRANCACCIO A PALERMO

MAREDOLCE,  AL VIA L’ATTIVITÀ DEGLI ANZIANI  PRESSO IL CAMPO DI BOCCE DI BRANCACCIO A PALERMO
L’avvio delle iniziative di aggregazione sociale ha visto la presenza dell’Associazione Nazionale di volontariato di Protezione Civile, “San Marco” che ha monitorato lo svolgimento delle attività Promuovere l‘invecchiamento attivo, l’attività fisica, la socialità e lo scambio intergenerazionale.  È all’insegna di questi obiettivi che è stato realizzato il campo da bocce all’interno degli spazi del Castello di Maredolce a Palermo, in vicolo del Castellaccio nell’area di Brancaccio, dove gli anziani hanno iniziato – nel pieno rispetto delle indicazioni di protezione individual (continua)

MANIFESTO CONTRO PIZZO E USURA, ANCHE LA CIDEC SICILIA TRA LE ASSOCIAZIONI FIRMATARIE

 MANIFESTO CONTRO PIZZO E USURA, ANCHE LA CIDEC SICILIA TRA LE ASSOCIAZIONI FIRMATARIE
Lo rende noto il presidente regionale Salvatore Bivona “A Palermo come nel resto della Sicilia, anche la CIDEC è in prima linea nel contrasto a qualsiasi forma di illegalità e ripudia il pizzo e l’usura, nella piena convinzione che le attività mafiose rendano asfittica l’economia, privando della dignità commercianti e imprenditori”: con queste parole, il presidente della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti Sicilia Salvatore Bivona prec (continua)

Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati : "Le esigenze legate alla sicurezza continuino a rappresentare la priorità"

Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati :
Le due sigle sindacali, rappresentate a Palermo da Anna Maria Tirreno e Alfonso Farruggia, chiedono tuttavia soluzioni che tengano anche in considerazione le esigenze dei professionisti “L’attuale condizione di disagio economico e professionale dell’avvocatura palermitana e , più in generale, siciliana, non ci lascia di certo indifferenti, tuttavia riteniamo che pure in questa fase di progressivo allentamento del lockdown la sicurezza debba continuare a rappresentare la priorità assoluta, anche negli ambienti giudiziari”: con queste parole, Anna Maria Tirreno, componente della se (continua)

L' AUTRICE PALERMITANA GIOVANNA GEBBIA INCONTRA I LETTORI PER LA FIRMA DELLE COPIE DEL LIBRO “SULLE TRACCE DEL PASSATO”

L' AUTRICE PALERMITANA GIOVANNA GEBBIA INCONTRA I LETTORI PER LA FIRMA DELLE COPIE DEL LIBRO “SULLE TRACCE DEL PASSATO”
La protagonista, Leda, conduce il lettore attraverso luoghi quali Tusa, Castel di Lucio, San Mauro Castelverde, Petralia Soprana, Alimena, Vizzini, Palma di Montechiaro, Sant’Angelo Muxaro, Vicari, Santa Margherita Belice, Marsala e Ustica Tredici tappe che raccontano un viaggio articolato in altrettanti luoghi del cuore in una Sicilia per molti versi sconosciuta : l'autrice palermitana Giovanna Gebbia ha scelto di omaggiare la bellezza dell'isola per il suo debutto letterario con il libro “Sulle tracce del passato”,  pubblicato dalla casa editrice Intrecci di Roma. Al centro della narrazione, le emozioni di un passat (continua)

LA UILPA SICILIA REPLICA AL PROFESSORE PIETRO ICHINO : "SMART WORKING UNA VACANZA? NON È VERO, FUNZIONA"

LA UILPA SICILIA REPLICA AL PROFESSORE PIETRO ICHINO :
Il segretario generale Alfonso Farruggia: "I dipendenti hanno garantito tutti i servizi" "Una valutazione ingenerosa e superficiale, dalla quale  non possiamo che prendere le distanze, smentendola con i fatti" : con queste parole il segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia Alfonso Farruggia commenta le esternazioni del giuslavorista Pietro Ichino in materia di smart working. L’ex parlamentare ha definito "una vacanza pressoché totale, retribuita al 1 (continua)