Home > Cultura > Storia della città di Milano: le origini di Federico Motta Editore

Storia della città di Milano: le origini di Federico Motta Editore

scritto da: Articolinews | segnala un abuso

Nata alla fine degli anni ’20 del secolo scorso, Federico Motta Editore è una realtà che ha partecipato alla storia della città di Milano


Federico Motta Editore nasce nel 1929 con il nome di "Cliché Motta", azienda di riproduzione fotomeccanica che negli anni diventerà uno dei capisaldi dell'editoria italiana.

Federico motta editore

Federico Motta Editore: il tributo di "Italians"

Il 23 aprile scorso "Italians", blog del giornalista Beppe Severgnini sul portale del "Corriere della Sera", ha pubblicato nella sezione "Lettera" una poesia dedicata a Milano, scritta da alcuni cittadini che, durante il periodo di quarantena forzata, hanno voluto ricordare le personalità e i luoghi simbolo della città. Tra questi Federico Motta Editore, la nota Casa Editrice che dalla metà del secolo scorso ha aperto la sua sede in via Branda Castiglioni, nel quartiere di Villapizzone. Negli anni '30 l'azienda, che inizialmente si trovava in via Paolo Sarpi, era una delle prime realtà italiane a stampare a colori. Con il classico marchio raffigurante un torcoliere (utilizzato ancora oggi), la Casa Editrice aveva clienti del calibro di Albe Steiner, illustratore delle prime locandine per marchi come Leica e Agfacolor, oltre a pubblicare fumetti storici come Dick Fulmine. Con la Seconda Guerra Mondiale l'attività subisce uno stop: tuttavia subito dopo la fine del conflitto, Federico Motta Editore si trasferisce nella sua attuale sede, che permette l'introduzione di nuovi e più grandi macchinari tipografici.

Dall'enciclopedia a fascicoli alle collaborazioni con Umberto Eco: il contributo di Federico Motta Editore

È nel Dopoguerra che Federico Motta Editore comincia a essere conosciuta in tutta Italia: nel 1952 pubblica infatti la prima Enciclopedia a fascicoli, venduti settimanalmente nelle edicole. Un successo che chiarisce fin dal principio la mission dell'Editore: facilitare il più possibile la diffusione della cultura, anche nelle fasce meno abbienti della popolazione. Nel corso della sua attività, la Casa Editrice si è resa protagonista di diverse innovazioni: ha introdotto le Tavole Transvision, il Sonobox ed è stata pioniera del digitale con edizioni in floppy-disk e CD. Il lavoro dell'Editore è stato inoltre impreziosito grazie a numerose collaborazioni con intellettuali italiani riconosciuti a livello internazionale, tra questi Umberto Eco e Margherita Hack. Sono tanti infine i riconoscimenti ottenuti che ne testimoniano l'impegno culturale, tra i quali il Premio Cenacolo e l'Ambrogino d'Oro. Non sorprende dunque che la Casa Editrice venga ricordata ancora oggi dai cittadini di Milano: Federico Motta Editore da oltre 90 anni è un vero e proprio simbolo di cultura, qualità e passione.


Fonte notizia: https://www.originalcontents.eu/tag/federico-motta-editore/


Federico Motta Editore |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Federico Motta Editore: corsi di lingua inglese pensati per bambini


Federico Motta Editore: un racconto innovativo della storia


I volumi dei Decenni di Federico Motta Editore, tra storia e innovazione


L’offerta di Federico Motta Editore, dalla storia fino alla scienza


“Sviluppo e difese dell’organismo”: il saggio storico di Federico Motta Editore


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Andrea Mascetti: le Fondazioni saranno punto di riferimento culturale dopo l’emergenza sanitaria

Le Fondazioni hanno contribuito a contrastare l'emergenza con donazioni alla sanità, ma nel prossimo futuro devono continuare a sostenere anche le iniziative culturali: lo ha dichiarato Andrea Mascetti, avvocato e coordinatore della commissione Arte e Cultura di Fondazione Cariplo.Andrea Mascetti: le Fondazioni rimarranno al fianco della cultura"Le Fondazioni non hanno il compito di finanziar (continua)

F2i, insieme ad Ania, acquista Compagnia Ferroviaria Italiana. Il commento dell’AD Renato Ravanelli

Con l'acquisizione di Cfi, F2i entra in un settore essenziale per il sistema produttivo nazionale: l'AD del Fondo infrastrutturale, Renato Ravanelli, ha spiegato i vantaggi della recente operazione, la prima realizzata da Ania F2i.Renato Ravanelli: F2i nel mercato del trasporto merci"La filosofia di investimento di F2i è quella di creare un campione nazionale indipendente, efficiente e c (continua)

Andrea Mascetti: “La cultura ha bisogno di un’idea forte di comunità”

Andrea Mascetti, avvocato e Coordinatore di Fondazione Cariplo, analizza il ruolo dell’identità e della cultura ai tempi del Coronavirus Originario di Varese, Andrea Mascetti è fondatore e titolare dello Studio Legale omonimo: da giugno 2019 è in Fondazione Cariplo come Coordinatore della Commissione Arte e Cultura.Andrea Mascetti, le radici storiche come "rifugio"La pandemia da Covid-19 ha cambiato e cambierà radicalmente l'idea di società: il pensiero comune è quello di evidenziare in particolar modo il primato delle nu (continua)

Ipotesi Tlc unica, Vito Gamberale: “Indispensabile per il telelavoro”

Vito Gamberale è attualmente Presidente di ITEЯ Capital Partners, fondo per investitori istituzionali dedicato alle infrastrutture: il manager è noto per aver contribuito alla nascita di Tim.Vito Gamberale sulla connessione fibra: indispensabile una rete unicaUna laurea in Ingegneria meccanica e un curriculum che vanta esperienze gestionali in realtà del calibro di 21 Invest, Gruppo Aut (continua)

Livelli di sterilità pari a quelli di una sala operatoria per Serenissima Ristorazione

Anche Serenissima Ristorazione è coinvolta nelle sfide imposte dal Covid-19, a tutela del lavoro e del servizio di mensa in ambiente sanitario. Grazie ai passati investimenti in ricerca e nuove tecnologie, le risposte sono molteplici e rapide. Serenissima Ristorazione: l'intervento del direttore della divisione-sanità Metodologie di cottura delle pietanze a salvaguardia della mas (continua)