Home > Economia e Finanza > Bollette: da marzo a maggio calo del 7,2% per la luce e del 10% per il gas

Bollette: da marzo a maggio calo del 7,2% per la luce e del 10% per il gas

scritto da: Ufficiostampa@facile.it | segnala un abuso

Bollette: da marzo a maggio calo del 7,2% per la luce e del 10% per il gas


Il lockdown ha influenzato la vita di molti italiani sotto diversi aspetti, ma ha avuto anche degli effetti, positivi, sulle loro spese. In particolare, la riduzione del costo della materia prima di luce e gas sta condizionando i prezzi del mercato libero e le relative tariffe offerte ai consumatori. Secondo una simulazione condotta a maggio 2020 da Facile.it su un panel di cinque compagnie e relative offerte, in appena due mesi i costi per gli utenti finali si sono ridotti del 7,2% per l’energia elettrica e del 10% per il gas.

Riduzione bollette Luce e Gas

Dalle simulazioni effettuate da Facile.it è emerso come, fra le tariffe applicate dalle aziende considerate, il costo della materia prima luce, sia variato tra il -14% e il +6%, determinando una riduzionemedia - da marzo a maggio 2020 - pari al 7,2%.

Per il gas, invece, in tutti e cinque i casi presi in esame è stata rilevata una diminuzione, con un range che varia tra il -18% e il -1%; il valore medio del calo è stato, quindi, sempre da marzo a maggio, addirittura superiore a quello dell’energia e pari al 10%.

L’analisi ha poi preso in considerazione la stima di spesa annuale per una famiglia media con consumo annuo di 2.700 kwh per l’energia e 1.400 smc per il gas; dai dati emerge come si siano ridotti i costi effettivi delle offerte: per la luce le variazioni registrate sono comprese tra il -5% e il +1%, determinando una riduzione media dei prezzi, questa volta su base annuale, pari al 2,3%, mentre peril gas i cali variano tra il -9% e il -1%, portando ad una diminuzione media del 4,2%.

Passaggio al mercato libero

Secondo Silvia Rossi, responsabile del settore Energia di Facile.it, «Guardando nel dettaglio, alcune compagnie hanno applicato riduzioni maggiori di altre e questo, ancora una volta, dimostra come adesso sia il momento ideale per guardarsi attorno e verificare le offerte presenti sul mercato anche perché, ai costi ridotti, si sommano invece consumi casalinghi in aumento rispetto a quanto non facessimo prima della quarantena quando le case erano vissute per un numero molto inferiore di ore».

Anche chi è ancora nel mercato tutelato potrebbe trarre vantaggio dal passaggio a mercato libero visto che, sempre secondo la stessa analisi, la miglior tariffa per l’energia sul mercato libero è inferiore del 7,8% rispetto a quella protetta, mentre per il gas è inferiore del 2%.

A brevissimo, non dimentichiamo, entreranno in funzione i condizionatori, elemento energivoro per antonomasia, e quindi l’opportunità di approfittare di un’offerta migliore è decisamente da cogliere al balzo.


Fonte notizia: https://www.facile.it/ufficio-stampa/comunicati/bollette-da-marzo-a-maggio-calo-del-72-per-la-luce-e-del-10-per-il-gas.html


Facile it | luce | gas | energia elettrica | bollette | consumi |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Riscaldamento Globale: gli impianti di riscaldamento sono i principali responsabili


Bolletta luce e gas: come risparmiare prima della stangata autunnale


Bye bye fornelli a gas, con il piano cottura a induzione si fa economia!


Coronavirus e bollette: costi in calo, ma non per tutti


Spese di casa: ecco i primi aumenti dopo un anno di pandemia


Bollette: senza oneri di sistema le famiglie risparmierebbero 10 euro al mese


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Bollette: con la manovra benefici di circa 28 euro a famiglia

Bollette: con la manovra benefici di circa 28 euro a famiglia
L’esecutivo guidato da Mario Draghi ha previsto l’istituzione di un fondo per contrastare l’aumento del costo dell’energia in bolletta, con uno stanziamento di circa 2 miliardi di euro per il 2022. Ma quale potrebbe essere il beneficio reale di tutto ciò per le famiglie italiane? Facile.it ha stimato* l’impatto dell’intervento su una famiglia media scoprendo che i fondi, se concentrati ne (continua)

Lavoro: fa tappa a Palermo l’Open Day di Facile.it Partner

Lavoro: fa tappa a Palermo l’Open Day di Facile.it Partner
Facile.it sceglie la città di Palermo per la nuova tappa del tour di Open Day realizzato per incontrare professionisti del settore assicurativo da inserire nella rete Facile.it Partner, la rete di intermediari indipendente più grande d’Italia che fa capo alla web company. L’iniziativa ha l’obiettivo di offrire ai professionisti del settore assicurativo in Sicilia la possibilità di conosc (continua)

Facile.it torna in TV con Luca si sente così

Facile.it torna in TV con Luca si sente così
Facile.it, il portale leader in Italia nel confronto delle tariffe, torna in tv con una nuova campagna televisiva intitolata Luca si sente così; ad essere protagonisti dello spot sono, ancora una volta, i prodotti Rc Auto. La creatività, in onda da domenica 10 ottobre, è firmata dall’agenzia Nadler Larimer & Martinelli con la regia di Alessandro De Leo e si avvale della produzione di The (continua)

Lavoro: fa tappa a Firenze l’Open Day di Facile.it Partner

Lavoro: fa tappa a Firenze l’Open Day di Facile.it Partner
Facile.it sceglie la città di Firenze per la nuova tappa del tour di Open Day realizzato per incontrare professionisti del settore assicurativo da inserire nella rete Facile.it Partner, la rete di intermediari indipendente più grande d’Italia che fa capo alla web company. L’iniziativa ha l’obiettivo di offrire ai professionisti del settore assicurativo della regione la possibilità di cono (continua)

Riforma catasto: più di 1 proprietario su 2 è favorevole

Riforma catasto: più di 1 proprietario su 2 è favorevole
Da giorni la riforma del catasto e le sue possibili conseguenze occupano il dibattito pubblico, ma cosa ne pensano gli italiani? Per rispondere alla domanda Facile.it ha commissionato un’indagine agli istituti di ricerca mUp Research e Norstat, realizzata su un campione rappresentativo della popolazione*, da cui è emerso che più di 1 proprietario su 2 (57%) è d’accordo con la riforma. Se (continua)