Home > Ambiente e salute > FASE POST PANDEMICA, IL SEGRETARIO GENERALE DELLA UILP SICILIA ANTONINO TOSCANO: “RIVEDERE IL SISTEMA DELLA SANITÀ REGIONALE”

FASE POST PANDEMICA, IL SEGRETARIO GENERALE DELLA UILP SICILIA ANTONINO TOSCANO: “RIVEDERE IL SISTEMA DELLA SANITÀ REGIONALE”

scritto da: Marianna La Barbera | segnala un abuso

 FASE POST PANDEMICA,  IL SEGRETARIO GENERALE DELLA UILP SICILIA ANTONINO TOSCANO:  “RIVEDERE IL SISTEMA DELLA SANITÀ REGIONALE”

Toscano punta il dito contro “la politica siciliana, che ha concesso un potere eccessivo alla sanità privata, che sceglie il tipo di prestazioni da erogare in funzione dei ritorni economici che ne derivano”.


“L’esperienza pandemica ha dimostrato, laddove ve ne fosse bisogno, che nei territori in cui la politica regionale ha investito nella sanità pubblica, l’emergenza è stata gestita più efficacemente, come nel caso del Veneto” : ad affermarlo è Antonino Toscano, segretario generale della Uil Pensionati Sicilia, che sottolinea la necessità di potenziare la medicina del territorio e l’assistenza domiciliare integrata.

“In Sicilia – spiega l’esponente sindacale – l’emergenza legata alla diffusione del Coronavirus ha messo in evidenza le carenze del sistema sanitario dell’isola, benché fortunatamente i contagi siano stati meno rilevanti rispetto ad altre regioni quali la Lombardia e lo stesso Veneto”.

  “Se, da un lato, occorre dare atto al governo Musumeci di avere adottato misure efficaci – sottolinea Toscano   –  dall’altro non si può non sottolineare come la Sicilia paghi il prezzo altissimo del piano di rientro per contrastare gli sprechi nel settore della sanità con la legge regionale 5 del 2009, concretizzatosi con il taglio dei posti letto e delle risorse umane”.

  A tutto ciò si aggiunge, secondo il segretario, il mancato decollo della medicina territoriale, che ha comportato liste di attesa interminabili, pronto soccorso sovraffollati e costi molto elevati di tickets e supertickets: la conseguenza più grave è stata la rinuncia a curarsi da parte dei soggetti più poveri e fragili.

 Toscano, inoltre, punta il dito contro “la politica siciliana, che ha concesso un potere eccessivo alla sanità privata, che sceglie il tipo di prestazioni da erogare in funzione dei ritorni economici che ne derivano”.

Si attende ora un confronto con l’assessore alla Salute Ruggero Razza per la firma sul protocollo già convenuto: “si spera – aggiunge Toscano – che le risorse destinate alla sanità in Sicilia vengano spese, anche passando attraverso un decreto applicativo, individuando gli enti gestori e dando tempi concreti”.

 “Nel caso in cui non dovessero arrivare risposte serie alla collettività – precisa – occorrerà predisporre una grande vertenza poiché è inaccettabile che in un Paese civile la sanità non sia funzionale, efficiente e a misura dei più deboli”.

 “Tante sono le istanze dei pensionati che occorre affrontare – conclude – riprendendo la piattaforma rivendicativa nel più breve tempo possibile perché tra povertà e disoccupazione crescenti, la Sicilia non potrà certo reggere a lungo”.

    Il segretario sottolinea inoltre la necessità di inserire tra i temi cogenti dell’agenda politica anche l’invecchiamento attivo e una legge dedicata alla non autosufficienza.

 

 

 

 

 

Antonino Toscano | Ruggero Razza | Salute | Sanità | Uilp | Sicilia | medicina |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

DOPO LA PANDEMIA I MASSIMI ESPERTI DELLA SANITÀ STILANO IL DECALOGO POST COVID19


Il consorzio universitario per la ricerca economica applicata in sanita’ affida a Mediaticamente l’edizione del Rapporto Sanita’


Mandrarossa Vineyard Tour 2017


I disinnamorati, il nuovo romanzo di Frank Iodice


Matteo Del Fante: Sviluppo sostenibile, accordo tra Regione Sicilia e Terna


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

MAREDOLCE, AL VIA L’ATTIVITÀ DEGLI ANZIANI PRESSO IL CAMPO DI BOCCE DI BRANCACCIO A PALERMO

MAREDOLCE,  AL VIA L’ATTIVITÀ DEGLI ANZIANI  PRESSO IL CAMPO DI BOCCE DI BRANCACCIO A PALERMO
L’avvio delle iniziative di aggregazione sociale ha visto la presenza dell’Associazione Nazionale di volontariato di Protezione Civile, “San Marco” che ha monitorato lo svolgimento delle attività Promuovere l‘invecchiamento attivo, l’attività fisica, la socialità e lo scambio intergenerazionale.  È all’insegna di questi obiettivi che è stato realizzato il campo da bocce all’interno degli spazi del Castello di Maredolce a Palermo, in vicolo del Castellaccio nell’area di Brancaccio, dove gli anziani hanno iniziato – nel pieno rispetto delle indicazioni di protezione individual (continua)

MANIFESTO CONTRO PIZZO E USURA, ANCHE LA CIDEC SICILIA TRA LE ASSOCIAZIONI FIRMATARIE

 MANIFESTO CONTRO PIZZO E USURA, ANCHE LA CIDEC SICILIA TRA LE ASSOCIAZIONI FIRMATARIE
Lo rende noto il presidente regionale Salvatore Bivona “A Palermo come nel resto della Sicilia, anche la CIDEC è in prima linea nel contrasto a qualsiasi forma di illegalità e ripudia il pizzo e l’usura, nella piena convinzione che le attività mafiose rendano asfittica l’economia, privando della dignità commercianti e imprenditori”: con queste parole, il presidente della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti Sicilia Salvatore Bivona prec (continua)

Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati : "Le esigenze legate alla sicurezza continuino a rappresentare la priorità"

Crisi degli studi legali, Cgil Fp e Uilpa rispondono alle proteste degli avvocati :
Le due sigle sindacali, rappresentate a Palermo da Anna Maria Tirreno e Alfonso Farruggia, chiedono tuttavia soluzioni che tengano anche in considerazione le esigenze dei professionisti “L’attuale condizione di disagio economico e professionale dell’avvocatura palermitana e , più in generale, siciliana, non ci lascia di certo indifferenti, tuttavia riteniamo che pure in questa fase di progressivo allentamento del lockdown la sicurezza debba continuare a rappresentare la priorità assoluta, anche negli ambienti giudiziari”: con queste parole, Anna Maria Tirreno, componente della se (continua)

L' AUTRICE PALERMITANA GIOVANNA GEBBIA INCONTRA I LETTORI PER LA FIRMA DELLE COPIE DEL LIBRO “SULLE TRACCE DEL PASSATO”

L' AUTRICE PALERMITANA GIOVANNA GEBBIA INCONTRA I LETTORI PER LA FIRMA DELLE COPIE DEL LIBRO “SULLE TRACCE DEL PASSATO”
La protagonista, Leda, conduce il lettore attraverso luoghi quali Tusa, Castel di Lucio, San Mauro Castelverde, Petralia Soprana, Alimena, Vizzini, Palma di Montechiaro, Sant’Angelo Muxaro, Vicari, Santa Margherita Belice, Marsala e Ustica Tredici tappe che raccontano un viaggio articolato in altrettanti luoghi del cuore in una Sicilia per molti versi sconosciuta : l'autrice palermitana Giovanna Gebbia ha scelto di omaggiare la bellezza dell'isola per il suo debutto letterario con il libro “Sulle tracce del passato”,  pubblicato dalla casa editrice Intrecci di Roma. Al centro della narrazione, le emozioni di un passat (continua)

LA UILPA SICILIA REPLICA AL PROFESSORE PIETRO ICHINO : "SMART WORKING UNA VACANZA? NON È VERO, FUNZIONA"

LA UILPA SICILIA REPLICA AL PROFESSORE PIETRO ICHINO :
Il segretario generale Alfonso Farruggia: "I dipendenti hanno garantito tutti i servizi" "Una valutazione ingenerosa e superficiale, dalla quale  non possiamo che prendere le distanze, smentendola con i fatti" : con queste parole il segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione Sicilia Alfonso Farruggia commenta le esternazioni del giuslavorista Pietro Ichino in materia di smart working. L’ex parlamentare ha definito "una vacanza pressoché totale, retribuita al 1 (continua)