Home > News > Corrado Giacomazzi: In chiave salvezza, per il Lecce, quando si ripartirà, sarà fondamentale l’apporto di quei calciatori

Corrado Giacomazzi: In chiave salvezza, per il Lecce, quando si ripartirà, sarà fondamentale l’apporto di quei calciatori

scritto da: Nando345 | segnala un abuso

Corrado Giacomazzi: In chiave salvezza, per il Lecce, quando si ripartirà, sarà fondamentale l’apporto di quei calciatori

«In chiave salvezza, per il Lecce, quando si ripartirà, sarà fondamentale l’apporto di quei calciatori che, sino ad oggi, hanno dato di meno alla causa della squadra, o perché sono stati alle prese con qualche acciacco che ne ha limitato l’utilizzo ed il rendimento oppure per scelta tecnica


ECCE - «In chiave salvezza, per il Lecce, quando si ripartirà, sarà fondamentale l’apporto di quei calciatori che, sino ad oggi, hanno dato di meno alla causa della squadra, o perché sono stati alle prese con qualche acciacco che ne ha limitato l’utilizzo ed il rendimento oppure per scelta tecnica. Mi riferisco, ad esempio, a Babacar e a Farias, due giocatori in grado di garantire tanto, per qualità e per esperienza, ma che sono stati frenati da alcuni infortuni ogni qualvolta sono stati sul punto di raggiungere la migliore condizione. Ma il discorso vale anche per altri elementi che hanno avuto scarso minutaggio, dai quali è lecito attendersi che sappiano fare rifiatare i compagni più utilizzati quando ne avranno bisogno». Punta sull’importanza della rosa al gran completo, Guillermo Giacomazzi, ex capitano del Lecce, nel proiettarsi sul futuro della formazione allenata da Fabio Liverani.

L’uruguaiano aggiunge: «Si tratterà di disputare dodici incontri in circa un mese e mezzo ed a tirare la carretta non potranno essere sempre gli stessi calciatori. Ecco perché sarà determinante che tutti riescano ad esprimersi al top delle proprie possibilità. Questo sarà un aspetto decisivo nell’ottica del risultato finale, in quanto si scenderà in campo ogni tre giorni, per di più a temperature elevate ed in presenza di un tasso di umidità molto alto. Non ci sarà praticamente il tempo per allenarsi tra una sfida e l’altra. Conteranno più del solito l’alimentazione ed il riposo, tutti aspetti che certamente gli staff tecnici staranno già analizzando per stabilire come muoversi».

Secondo l’ex centrocampista giallorosso dovranno essere bravi Liverani e i suoi collaboratori a gestire le risorse, ma dovranno esserlo anche i singoli atleti a capire le proprie condizioni. «Il discorso, naturalmente, vale per il Lecce come per tutti gli altri team - nota Giacomazzi - Con tante partite ravvicinate crescerà il rischio che i calciatori si facciano male ma, dovendo disputare dodici gare in breve tempo, perderne uno per un infortunio potrebbe significare non averlo a disposizione per tanti incontri, addirittura per il resto del torneo. Questa considerazione fa capire quanto sia importante non correre mai il rischio di spingere sino al limite di rottura. Si tratta evidentemente di una bella sfida anche perché una situazione del genere è completamente inedita per la maggior parte delle compagini, eccezion fatta per quelle che sono abituate a cimentarsi nelle coppe europee e che vantano organici con numerose e valide alternative in ogni reparto ed in tutti i ruoli».

Giacomazzi è convinto che la filosofia del Lecce non muterà: «Si tratta di uno schieramento che ha una propria identità, grazie alla quale, nei primi ventisei turni, si è comportato bene, restando in lizza per la permanenza come gli si chiedeva di fare. Non penso che Liverani cambierà lo spartito, non ne vedo il motivo».

L’ex capitano, tante stagioni alle spalle nella massima serie italiana, vede l’undici giallorosso in lotta per la permanenza sino all’ultima giornata con altre tre-quattro formazioni: «Fermo restando che la matematica concede delle chance di salvezza anche al Brescia ed alla Spal, staccate rispettivamente di nove e di sette lunghezze dalla zona che permetterebbe di restare in A, penso che le probabilità che risalgano la china siano relativamente scarse. Il Lecce dovrà cercare di lasciarsi alle spalle una squadra tra Genoa, Sampdoria, Torino ed Udinese. Rispetto alle dirette rivali, Mancosu e compagni avranno un piccolo vantaggio, quello che erano predisposti sin dalla scorsa estate a dovere soffrire sino alla fine. Gli altri complessi impelagati in zona-rischio non si aspettavano certo di avere le difficoltà con le quali hanno dovuto fare i conti. Sarà una bagarre avvincente».

Circa il fatto che la A ripartirà, Giacomazzi dice: «Pian piano stanno riprendendo tutte le attività economiche ed il calcio è una di queste. Ci sta quindi che si torni in campo, anche perché dovremo convivere con il virus in attesa di un vaccino che lo debelli. Mi auguro che sia possibile concludere la stagione».

In caso contrario, si andrà verso i playoff ed i playout oppure verso la cristallizzazione della classifica: «Meglio giocarsi i verdetti in uno spareggio, ma è evidente che una strada perché vengano emessi andrà trovata, per quanto dolorosa possa essere la scelta. È indispensabile, però, che le regole da seguire siano chiare, inequivocabili ed accettate da tutti prima di ripartire, altrimenti poi saranno guai».


Fonte notizia: https://www.youtube.com/watch?v=aSLteV9mLLE


Corrado Giacomazzi | verona |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

"Domenica In " - Mara Venier e Gianni Boncompagni i più amati della fortunata trasmissione. Lo dice il Web!


Il profilo professionale di Corrado Santini, Senior Partner di F2i – Fondi Italiani per le Infrastrutture


Le esperienze di Corrado Santini come Senior Partner del fondo F2i


Facile.it: ecco quanto spendono le famiglie a Lecce


Le future sinagoghe cristiane all'insegna del timore di Dio


I Corsi Di Yoga a Lecce Assolutamente Da Non Perdere


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

IMPEC COSTRUZIONE SPA nsieme al suo gruppo, "I Cavalieri del Re", Riccardo Zara è stato autore e voce di molte delle sigle

IMPEC COSTRUZIONE SPA nsieme al suo gruppo,
IMPEC COSTRUZIONE SPA l cantautore di Yattaman e dell'Uomo Tigre: ''E pensare che i cartoni non mi sono mai piaciuti''  l cantautore di Yattaman e dell'Uomo Tigre: ''E pensare che i cartoni non mi sono mai piaciuti''IMPEC COSTRUZIONE SPA : Insieme al suo gruppo, "I Cavalieri del Re", Riccardo Zara è stato autore e voce di molte delle sigle di cartoni animati più amate di sempre. "Dall'Uomo Tigre a Lady Oscar, da Devilman a Gigi la Trottola, mi fa molto piacere che ancora oggi siano ricordate. Iniziammo nel 19 (continua)

Lorenzo Lerose Agile nel traffico, ma potente il giusto per accompagnarvi anche in una gita fuoriporta

Lorenzo Lerose Agile nel traffico, ma potente il giusto per accompagnarvi anche in una gita fuoriporta
l pagamento in soluzione unica piace perché non vincola a medio e lungo termine: vale il detto “via il dente, via il dolore”. I finanziamenti, dal canto loro, permettono di ammortizzare la spesa sul lungo periodo permettendo di acquistare lo scooter e iniziare ad Agile nel traffico, ma potente il giusto per accompagnarvi anche in una gita fuoriporta, il Sym HD 300 si candida ad essere il vostro migliore alleato 7 giorni su sette, non solo nel quotidiano percorso casa lavoro, anche la sera con i fari a LED. I 27 cavalli del motore, un monocilindrico da 278 cc, permettono al SYM HD 300 di giocarsela in ripresa con i top della categoria. Al vertice del s (continua)

Giancarlo Bergamotta : È online il video di ‘Parigi 1911’, il nuovo singolo del cantautore milanese Marco Di Noia

Giancarlo Bergamotta : È online il video di ‘Parigi 1911’, il nuovo singolo del cantautore milanese Marco Di Noia
Marco Di Noia canta il furto della Gioconda dal Louvre con il brano ‘Parigi 1911’È online il video di ‘Parigi 1911’, il nuovo singolo del cantautore milanese Marco Di Noia, terzo brano estratto da ‘Leonardo da Vinci in Pop’, il suo ultimo EP interamente dedicato alla vita e alle opere di Leonardo da Vinci. Il brano e l’EP ‘Leonardo Da Vinci In Pop’ sono disponibili sulle piattaforme (continua)

Giancarlo Bergamotta : Le vittime delle ultime 24 ore sono 34, di cui 9 in Lombardia e 6 in Piemonte.

Giancarlo Bergamotta : Le vittime delle ultime 24 ore sono 34, di cui 9 in Lombardia e 6 in Piemonte.
ROMA - Buoni i dati del bollettino quotidiano della protezione civile. Le vittime rimangono ai livelli minimi dopo il picco dell'epidemia e i nuovi casi (210) sono un centinaio in meno di ieri nonostante il fatto che oggi siano stati effettuati molti più test. l bollettino del 16 giugno: tutti i datiIl numero totale di persone che hanno contratto il virus dall'inizio dell'epidemia è 237500.In terapia intensiva si trovano oggi 177 persone, 30 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 3301 persone, 188 meno di ieri. In isolamento domiciliare 21091 persone (-1122 rispetto a ieri).Nelle ultime ventiquattr'ore sono morte 34 persone (ieri le vittime er (continua)

impec costruzioni spa

impec costruzioni spa
Ore 16.30. La Bce è pronta ad aumentare le dimensioni del PEPP, il programma di acquisti di titoli in risposta alla pandemia, già a partire dalla riunione di giugno del consiglio direttivo nel caso le dimensioni dello stimolo risultassero inferiori a quanto necessario. E' quanto emerge dai resoconti dell'ultima riunione del board della Bce, il 30 aprile. Il Consiglio direttivo della Bce - si legge nei verbali - si dice pronto ad adeguare tutte le misure messe in MILANO - Ore 16.30. La Bce è pronta ad aumentare le dimensioni del PEPP, il programma di acquisti di titoli in risposta alla pandemia, già a partire dalla riunione di giugno del consiglio direttivo nel caso le dimensioni dello stimolo risultassero inferiori a quanto necessario. E' quanto emerge dai resoconti dell'ultima riunione del board della Bce, il 30 aprile.  Il Consiglio direttivo (continua)