Home > Cultura > La Via della Felicità per riabilitare il rispetto di sé

La Via della Felicità per riabilitare il rispetto di sé

scritto da: Carletta | segnala un abuso

La Via della Felicità per riabilitare il rispetto di sé

Perdere il rispetto di sé porta alla criminalità. La Via della Felicità è uno strumento per invertire quellaspirale e viene fornito a strutture penitenziarie di tutto il mondo


L. Ron Hubbard, autore del libro La Via della Felicità (TWTH), scoprì che “una carriera criminale comincia sempre nel momento in cui il futuro criminale perde il rispetto di sé”. Egli scrisse: “La riforma o il recupero dei criminali non dipende dalla punizione... ma dal ridare al criminale il rispetto di sé”.

Questo opuscolo, con i suoi 21 precetti, costituisce la soluzione comprovata per riabilitare il criminale. I 21 precetti si sono dimostrati uno strumento efficace nel dare ai detenuti una guida per condurre una vita etica, quindi felice e soddisfacente. Il detenuto non solo esce di prigione, ma avendo ripristinato il rispetto di sé, torna nella società come cittadino produttivo. Perciò la Fondazione della Via della Felicità ha compilato il Kit per il Ripristino del Rispetto di Sé, affinché venga usato nelle prigioni di tutto il mondo nell’attuazione del programma.

Lo stand della Via della Felicità è stato allestito presso il convegno dell’American Jail Association tenuto a Sacramento, in California. Qui i materiali sono stati offerti gratuitamente ai funzionari dei penitenziari, al personale del dipartimento dello sceriffo e allo staff amministrativo del dipartimento della correzione. Ogni persona che ha visitato lo stand durante il convegno se n’è andata con il piano di attuare il programma sia con il personale che con i detenuti della loro struttura. Tra queste, uno sceriffo che intende lanciare il programma per tutti i detenuti nella prigione della contea e il direttore dell’addestramento per il dipartimento di correzione di un intero stato, che l’ha richiesto per tutte le prigioni e per due funzionari del centro di correzione di tribù di nativi americani. Riguardo a La Via della Felicità: un funzionario dei centri di correzione del Minnesota ha detto: “Porta i detenuti a pensare in modo nuovo, sfida il loro modo errato di pensare e innesca un cambiamento. Ora si sentono interessati e comprendono che siamo tutti in relazione l’uno con l’altro e che le loro azioni influiscono su tutti noi”.

Un supervisore di gruppo di un carcere minorile ha detto: “Uno dei risultati straordinari di questo programma è stato che parecchi minorenni mi hanno confidato di provare rimorso per quello che avevano fatto in passato. Questo tipo di affermazione è estremamente inconsueto tra i criminali. Non abbiamo problemi di natura disciplinare con loro”.

Sei un insegnante? Un imprenditore? Uno sportivo? Vuoi migliorare il tuo quartiere?

Visita il sito, puoi ordinare i materiali che ritieni ti siano più utili.


Fonte notizia: http://www.laviadellafelicita.org/




Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

On Line il kit gratuito di La Via della Felicita


ANNO NUOVO, VIA NUOVA


INIZIARE IL NUOVO ANNO SULLA STRADA DELLA FELICITA’


La via della felicità al Carnevale di Cento


Valori morali e buon senso nella società


Fanno il "Tam tam" per aiutare i volontari de La Via della Felicità.


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

LA VERITÀ SUI “FARMACI PRESCRITTI” GLI OPUSCOLI CHE INFORMANO SUL LORO ABUSO

LA VERITÀ SUI “FARMACI PRESCRITTI” GLI OPUSCOLI CHE INFORMANO SUL LORO ABUSO
I danni, che questi farmaci hanno sulla popolazione, non riguardano solo chi li assume, ma anche chi, suo malgrado ne subisce l'effetto vivendo o avendo a che fare con persone che ne abusano. C'è chi pensa che i farmaci, solo per il fatto che vengono prescritti dai medici, non rientrino nella categoria delle droghe, in effetti non è così, una delle cause maggiori di morte è sicuramente quella per overdose, e/o effetti collaterali di farmaci prescritti.L'abuso di farmaci prescritti può essere ancora più rischioso dell'abuso di droga illegale.La forza di alcune delle droghe sintetiche (c (continua)

LE SCUOLE, DETERMINANTI NEL PREVENIRE L'ABUSO DI DROGA TRA I GIOVANI

LE SCUOLE, DETERMINANTI NEL PREVENIRE L'ABUSO DI DROGA TRA I GIOVANI
La Fondazione, dai suoi quartieri generali a Los Angeles, fornisce materiale didattico, consulenza e coordina il network internazionale per la prevenzione della droga. L'istruzione gioca un ruolo vitale nella prevenzione dell'abuso di droga. Ma la sfida che l'educatore deve affrontare è come parlare ai giovani riguardo alla droga e sapere che ascolteranno. La Fondazione per Un Mondo Libero dalla Droga fornisce gli strumenti che attirano l'attenzione dei giovani, smascherano i miti comuni e permettono loro di resistere alle pressioni dei propri coetanei ad usare (continua)

MA L'ALCOOL È UNA DROGA?

MA L'ALCOOL È UNA DROGA?
Se una persona consuma più di quello che il corpo può gestire, allora sente l'effetto depressivo dell'alcool, comincia a sentirsi “ stupido” e perde coordinazione e controllo. Ebbene si, l'alcool è a tutti gli effetti una droga; potremo dire che è una delle droghe legali e legalizzate come i farmaci, è comunque una droga.Nel mondo si muore più di e per l' alcool che per tutte le altre droghe messe insieme.L'alcool è classificato come un sedativo, che vuol dire che rallenta le funzioni vitali evidenziate dal farfugliare, movimenti instabili, percezioni disturbate ed u'in (continua)

Lucca: sostenere un'educazione efficace sulla droga

Lucca: sostenere un'educazione efficace sulla droga
Vari sistemi per contenere l'uso e lo spaccio di droga, come il proibirne l'uso, incarcerare gli spacciatori ed i trafficanti, aumentare le strutture di recupero, hanno fallito ampiamente, semplicemente perchè il proibire ed il comprendere non vanno di pari passo. L'elemento più distruttivo presente nella nostra cultura attuale è la droga; riferendosi all'impatto devastante della droga sulla società, possiamo senz'altro convalidare quanto già affermato dal filoso ed umanista L. Ron Hubbard quando afferma che le droghe possono ridurre le persone in condizioni che non solo solo proibitive per la salute, ma che sono tali da impedire ogni progresso stabile vers (continua)

Droga: a proposito di alcool

Droga: a proposito di alcool
L’overdose di alcol causa effetti sedativi ancora più seri (incapacità di provare dolore, intossicazione in cui il corpo vomita il veleno e alla fine l’incoscienza o, peggio, coma o decesso da grave overdose tossica). Queste reazioni dipendono da quanto se ne consuma e quanto velocemente. La droga fa parte della nostra cultura dalla metà del secolo scorso. Negli anni ’60 venne resa popolare dalla musica e dai mass media e oggi invade ogni aspetto della societàProbabilmente tutti noi conosciamo qualcuno che è stato influenzato dalla droga, direttamente o indirettamente, ma pochi di noi pensano che la droga che fa più vittime di tutte le altre sia l'alcoolÈ classificato come un sedat (continua)