Home > Cultura > Amnesia, la nuova marijuana

Amnesia, la nuova marijuana

scritto da: Gtrambusti | segnala un abuso

Amnesia, la nuova marijuana

Una nuova incarnazione della marijuana, detta “Amnesia”, causa pericolosi problemi di memoria oltre a creare dipendenza e altri micidiali effetti collaterali.


Da sempre si beve alcool per “dimenticare” i problemi. Ecco che nuovo tipo di marijuana, detta “Amnesia”, causa vere e proprie amnesie oltre che problemi neurologici inaspettati per una varietà della cannabis. L’Amnesia viene infatti “potenziata” con aggiunta di metadone, eroina o altre sostanze chimiche di sintesi, e questo la rende assai più pericolosa.

Come per la maggior parte delle nuove droghe, il pericolo maggiore deriva dal fatto che non si può mai sapere che cosa ci mettono dentro. Ciò che è chiaro è che lo scopo di produttori, trafficanti e spacciatori è quello di creare nuovi clienti per le droghe che a loro piace davvero vendere: oppiacei, cocaina e sostanze sintetiche. Non si fanno molti soldi con la marijuana, la criminalità usa la marijuana solo come droga di passaggio a buon mercato per traghettare chi ne diventa dipendente verso sostanze molto più potenti, pericolose e redditizie.

È però da notare che la marijuana, anche quando assunta senza aggiunte di altre sostanze, può causare perdita di memoria. Questo è quanto risulta da nuovi studi pubblicati su JAMA (The Journal of the American Medical Association): persone di mezza età che hanno fumato marijuana ogni giorno per cinque anni o più, hanno avuto risultati peggiori in test di memoria sulle parole rispetto a coloro che non fumano spinelli. Più erba fumavano, più scarsa era la loro capacità di ricordare parole.

Molte persone fumano erba per rilassarsi e dimenticare i loro problemi, ma decine di studi dimostrano che chi fuma spesso sperimenta problemi di memoria a breve termine. La marijuana è particolarmente dannosa per le funzioni mnemoniche che vengono usate per la concentrazione e l'apprendimento. Si tratta della memoria che ci consente di ricordare un numero di telefono, eseguire l'aritmetica a mente o di tenere a mente una serie di indicazioni mentre stiamo viaggiando.

Come evitare che i nostri giovani cadano nell’errore di fidarsi dei media che promuovono la cannabis, dei siti internet che decantano le qualità della marijuana, degli spacciatori in cerca di nuovi clienti o persino dei loro amici più grandi che la sanno lunga?

“Un Mondo Libero dalla Droga” è un’associazione internazionale che si batte per ottenere una società nel quale la droga non costituisce più una piaga sociale. I volontari dell’associazione credono che un giovane informato sui pericoli degli stupefacenti possa decidere, pensando con la propria testa, di stare alla larga da qualsiasi ambiente dove si faccia uso di droga o se ne promuova l’uso. I giovani devono conoscere la dura verità: dove gira la droga, c’è spesso crimine e perversione sessuale.

Le attività di “Un Mondo Libero dalla Droga” consistono nell’andare nelle scuole e raccontare ai ragazzi la verità sulla droga: lezioni di due ore che includono video, dati scientifici, dati statistici e testimonianze. Un ragazzo informato sulla droga molto difficilmente ne diverrà schiavo. Anche da adulto, si rifiuterà di diventare un tossicodipendente di sostanze legali o illegali.

La Chiesa di Scientology sostiene la campagna di “Un Mondo libero dalla Droga” fin dalla sua fondazione. L’associazione organizza eventi pubblici e lezioni nelle scuole, per informare sugli effetti dannosi degli stupefacenti e degli psicofarmaci. A partire dal 2015 i volontari della campagna hanno tenuto lezioni a migliaia di ragazzi toscani delle scuole medie inferiori e superiori.

“L'arma più efficace nella guerra contro la droga è l'educazione.” L. Ron Hubbard


Fonte notizia: https://www.noalladroga.it/


Scientology | Droga | Un mondo libero dalla droga | L Ron Hubbard | marijuana | amnesia | memoria |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Il trinciato di canapa Skunk: le infiorescenze di marijuana light pronte per l’uso


Gli effetti fisici della marijuana


Non tutta la marijuana fa male: prova la nuova cannabis legale


Marijuana, una via verso l'abuso di droghe


Gli effetti collaterali della marijuana


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

Purple Drank: la coloratissima droga “fai da te” che uccise il rapper che la cantava

Purple Drank: la coloratissima droga “fai da te” che uccise il rapper che la cantava
Combinando sciroppo per la tosse con bibite e dolcetti si ottiene una droga di colore violaceo che è divetata molto popolare nonostante sia, come ogni droga, assai pericolosa. Perché andare dallo spacciatore se si può semplicemente far finta di avere la tosse e comprarla in farmacia? In alcuni sciroppi per la tosse, infatti, sono presenti sostanze stupefacenti come la codeina e altri derivati dell’oppio simili alla morfina. Se lo sciroppo viene assunto nelle quantità consigliate non ha particolari effetti stupefacenti, ma se si aumenta la dose e lo si combina la sp (continua)

Musica trap e droga

Musica trap e droga
Oscar Scali noto come “Oscaritoss Way”, “influencer” e cantante “Trap”, è stato arrestato in quanto coinvolto in giro di spaccio di droga a minorenni. Il noto “Fashion Blogger” e cantante di musica “Trap” (una variante del Rap) è stato arrestato insieme ai suoi due fratelli nell’ambito dell’inchiesta dei Carabinieri di Saronno. Il blitz dell’Arma ha portato al sequestro di marijuana, hashish e cocaina, rivelando una ben organizzata banda di spacciatori. La droga veniva spacciata anche a minorenni e in occasioni di eventi come i festival (continua)

In auto con 32kg di droga e due minorenni

In auto con 32kg di droga e due minorenni
Sembra incredibile ma un trafficante di droga trasportava 32 kg di sostanze stupefacenti (marijuana) insieme alla figlia e al suo fidanzato, entrambi minori. È del tutto evidente che chi sei dedica al traffico di droga ha completamente abbandonato la strada della responsabilità nei confronti degli altri, dato che sa benissimo di commerciare in veleno che danneggerà moltissime altre persone. Non deve quindi stupire più di tanto se l’irresponsabilità criminale si spinge al punto da coinvolgere nel traffico dei soggetti minori, in questo caso la figl (continua)

Gli Stati Uniti legalizzeranno sempre più droga nei prossimi anni

Gli Stati Uniti legalizzeranno sempre più droga nei prossimi anni
La spinta psichiatrica e mediatica per legalizzare le droghe è fortissima negli USA: dopo la marijuana, si tenta con tutti i mezzi di spacciare funghi allucinogeni e LSD come “curativi”. Lo schema per legalizzare una droga è ormai noto e ben sperimentato, funziona. Un tempo chi voleva legalizzare una droga affermava che era “leggera”, cioè che non faceva poi tanto male. Adesso la strategia è cambiata, si legalizzano le droghe dicendo che “fanno bene”, o che sono “curative”. Nel caso della marijuana il Colorado ha fatto da apripista: legalizzata nel 2000 per uso medico, leg (continua)

Un overdose di metadone stronca la vita di due adolescenti

Un overdose di metadone stronca la vita di due adolescenti
A Terni uno spacciatore tossicodipendente a venduto del metadone a due ragazzi di 15 e 16 anni, entrambi morti nel sonno. Il metadone è una droga sintetica che viene somministrata nei SerT (Servizi per le Tossicodipendenze) a chi è dipendente dall’eroina. Alcuni tossicodipendenti in “cura” al SerT, invece di assumere il metadone, lo rivendono sul mercato nero. Così si trasformano in spacciatori e si guadagnano un po’ di soldi per procurarsi l’eroina. Ecco che il cerchio si è chiuso: il SerT ha fallito, il drogat (continua)