Home > Pubblica amministrazione > - Italia: La “Legge 150” compie 20 anni. Un ricordo da Brusciano. (Scritto da Antonio Castaldo)

- Italia: La “Legge 150” compie 20 anni. Un ricordo da Brusciano. (Scritto da Antonio Castaldo)

scritto da: TonySpeaker | segnala un abuso

- Italia: La “Legge 150” compie 20 anni. Un ricordo da Brusciano. (Scritto da Antonio Castaldo)


Italia: La “Legge 150” compie 20 anni. Un ricordo da Brusciano. (Scritto da Antonio Castaldo)

Venti anni fa, il Parlamento Italiano varava la Legge n. 150 del 7 giugno 2000 dedicata alla “Disciplina delle attività di informazione e di comunicazione delle pubbliche amministrazioni”, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 136 del 13 giugno 2000. Nelle amministrazioni pubbliche si avviava l’applicazione di strumenti validi e l’impiego di soggetti professionisti per la trasparenza e l’efficacia dell’azione amministrativa. In quella legge venivano indicate le figure professionali di tre differenti strutture operative: il Portavoce, figura fiduciaria dell’organo che egli rappresenta; l’Ufficio Stampa il cui personale deve essere iscritto all’Albo Nazionale dei Giornalisti e cura i rapporti fra l’Istituzione ed i mezzi di informazione di massa; l’URP, Ufficio Relazioni con il Pubblico, che garantisce il diritto di informazione e accesso sulle strutture e sui compiti della Pubblica Amministrazione. La collocazione ed i compiti dei giornalisti dell’Ufficio Stampa sono chiariti nel Regolamento DPR n. 422 del 2001.

Il sociologo e giornalista Antonio Castaldo di IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali, ricorda una delle prime iniziative in merito, in ambito regionale campano e nazionale, che si ebbe il 9 giugno 2004 a Brusciano con il convegno “La Comunicazione Pubblica e Istituzionale”  nella Sala Consiliare Comunale da lui stesso curato quale Responsabile come Responsabile Ufficio Stampa e Comunicazione del Comune di Brusciano in collaborazione con IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali e al contempo con la presentazione della pubblicazione “La Comunicazione di Interesse Generale”, di cui è autore, che avveniva in quella stessa data con il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Brusciano, della Provincia di Napoli e della Regione Campania.

A quel convegno prese parte  -ricorda Antonio Castaldo- l’allora Sottosegretario di Stato, Ministero della Pubblica Istruzione, Stefano Caldoro, lo stesso che aveva partecipato al precedente Convegno “Scuola e Società” del 18 dicembre 2003, sempre a Brusciano e con il quale facemmo insieme lui ed agli amministratori locali una visita commemorativa al Cimitero Comunale di Brusciano presso la tomba del primo Ministro alla Pubblica Istruzione alla caduta del fascismo in Italia, Guido De Ruggiero (1888-1948). A quest’ultimo convegno partecipò anche l’allora Rettore dell’Università del Sannio, Prof. Aniello Cimitile. Entrambe le iniziative vennero patrocinate dall’Amministrazione Comunale guidata dal Dott. Angelo Antonio Romano, svolte nell’ambito degli Assessorati, allo Sport e Spettacolo con Felice De Cicco e Politiche Sociali con Nicola Di Maio”. 

A livello nazionale è nel maggio 2005 che veniva data alle stampe e diffusa “la prima indagine a tutto campo sulle attività di informazione e comunicazione che le pubbliche amministrazioni italiane, centrali e territoriali, svolgono ai sensi della legge 150 del 2000” come affermava il Ministro della Funzione Pubblica, Mario Baccini, nella sua presentazione dell’indagine “Situazione e tendenze della comunicazione istituzionale in Italia (2000-2004)”, tradotta nel “Rapporto al ministro alla Funzione Pubblica” promosso dall’Università IULM di Milano e curato Stefano Rolando.

Ma torniamo ai nostri giorni, condividendo una strategia di Open Government cui hanno aderito 70 Stati- In Italia,  a venti anni dalla “150” e per inoltrarsi verso una “151”,  su iniziativa della Ministra alla PA, Fabiana Dadone, secondo la quale «le amministrazioni non potranno trasformarsi davvero in una casa di vetro se non si rilancia e si riconosce il lavoro dei professionisti e delle nuove figure della comunicazione pubblica», si comincia concretamente a lavorare per una riforma d’insieme della normativa e della contrattualistica inerenti la comunicazione delle pubbliche amministrazioni e contemporaneamente pervenire all’indicazione di indirizzi per una Social media policy nazionale. Per questo motivo il 9 gennaio 2020 presso il Ministero della Funzione Pubblica è stato aperto il “Tavolo di lavoro” composto da: DIE, Dipartimento per l’Informazione l’Editoria, Formez PA, Ordine dei Giornalisti, Fnsi, Ferpi, le Università, PaSocial, Agcom, Gus e Aicpi.

Il 6 maggio 2020, sempre la Ministra Dadone, dal sito istituzionale della Funzione Pubblica, ha comunicato l’avvenuto positivo incontro con Sergio Talamo, coordinatore del Gruppo di lavoro, da lei stessa istituito, sulla riforma della vecchia legge 150 del 2000: «La “persona al centro” del rapporto con la Pa: è l’obiettivo chiave del mio mandato, da raggiungere anche grazie al ruolo imprescindibile del digitale. La comunicazione pubblica gioca su questo terreno una partita fondamentale: l’importanza dei “new” e dei “social media” impone un profondo ripensamento delle norme di riferimento, che parta dal riconoscimento e dalla valorizzazione delle nuove professionalità in campo". Lo ha detto il ministro per la Pa Fabiana Dadone dopo aver incontrato. Sergio Talamo, coordinatore del Gruppo di lavoro sulla riforma della vecchia legge 150 del 2000. Gruppo di lavoro, aggiunge Dadone: "da me istituito per raccogliere i contributi di tutti gli stakeholder qualificati. I tavoli hanno condotto alla stesura di un documento di sintesi e di indirizzo per l’intervento normativo. Lo presenteremo nei prossimi giorni, - ha annunciato la Ministra Dadone - chiudendo così il primo importante step sul percorso che ci porterà finalmente a riconoscere il valore profondo dell’interazione, ormai immediata e continua, tra le amministrazioni e i cittadini».

I tempi sono quindi maturi per dare compiuto senso al lavoro innovativo dell’informazione e comunicazione nella P. A. italiana, nell’ottica del servizio al cittadino, anch’egli attore del processo informativo, e nella tempistica reale dove i giornalisti oltre che dediti alla scrittura di approfondimento siano novelli animatori dell’informazione che attraversa web e social. L’intenso “PA Social Day” dello scorso 20 maggio, visionabile su https://www.pasocial.info/pa-social-day-2020/ ha dato prova che in Italia l’atteso salto di qualità è possibile.

 

IESUS-Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali-Brusciano NA-IT-EU  

La Legge 150 compie 20 anni Un ricordo da Brusciano di Antonio Castaldo | IESUS Istituto Europeo di Scienze Umane e Sociali-Brusciano NA IT EU |



Commenta l'articolo

 

Potrebbe anche interessarti

Ciro Pompeo mi arrampico senza vedere. Solo Exhibition


Ristopiù Lombardia Al TuttoFood 2013 con Ursa Major Group Parola d’ordine: novità


Il Villaggio di Babbo Natale: la magia della condivisione di momenti lieti


DIMENSIONE BENESSERE IN EDICOLA: ALESSANDRO CECCHI PAONE AFFRONTA IL TEMA DEI VACCINI


Brusciano grida “No alla camorra!”. Consiglio Comunale Straordinario, Sindaco Montanile, Istituzioni, Stato, Chiesa e Cittadini in unità di intenti. (Scritto da Antonio Castaldo)


Brusciano riassapora la serenità della vita sociale in vari eventi del fine settimana del 18-20 maggio con grande partecipazione politica, culturale e religiosa. (Scritto da Antonio Castaldo)


 

Se ritieni meritevole il nostro lavoro fai una donazione


Recenti

Stesso autore

- Mariglianella Rifacimento Strade Comunali con fondi della Città Metropolitana di Napoli.

- Mariglianella Rifacimento Strade Comunali con fondi della Città Metropolitana di Napoli.
Mariglianella Rifacimento Strade Comunali con fondi della Città Metropolitana di Napoli.L’Amministrazione Comunale di Mariglianella, guidata dal Sindaco, Felice Di Maiolo, avente come Assessore al Bilancio e Lavori Pubblici, il Dott. Arcangelo Russo, Assessore all’Urbanistica, nonché Vice Sindaco, Felice Porcaro, sta procedendo nel positivo impiego dei fondi della Città Metropolitana di Napo (continua)

-Brusciano Comunità e mondo dei pizzaioli piangono la prematura morte di Lucio Locuoco. (Scritto da Antonio Castaldo)

-Brusciano Comunità e mondo dei pizzaioli piangono la prematura morte di Lucio Locuoco. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano Comunità e mondo dei pizzaioli piangono la prematura morte di Lucio Locuoco. (Scritto da Antonio Castaldo)  La Comunità di Brusciano e il mondo dei pizzaioli piangono la morte prematura di Lucio Locuoco avvenuta all’età di 58 anni il 15 giugno 2020 come annunciato nel manifesto funebre dai suoi familiari. La centralissima Via Semmola ha visto aprire e fatta prosperare nei (continua)

- Brusciano Celebrazione di S. Antonio di Padova in tempo di Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)

- Brusciano Celebrazione di S. Antonio di Padova in tempo di Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo)
Brusciano Celebrazione di S. Antonio di Padova in tempo di Covid-19. (Scritto da Antonio Castaldo) Come ogni anno a Brusciano il 13 giugno c’è stata la celebrazione di Sant’Antonio di Padova. Ma quest’anno non si è tenuta la Processione per le strade cittadine e le stesse messe in programma sono state rigorosamente svolte con posti assegnati e distanziati, i fedeli in mascherina e nessun (continua)

- Mariglianella Agevolazioni nel pagamento prima rata IMU 2020 per i contribuenti in difficoltà economiche.

- Mariglianella Agevolazioni nel pagamento prima rata IMU 2020 per i contribuenti in difficoltà economiche.
Mariglianella Agevolazioni nel pagamento prima rata IMU 2020 per i contribuenti in difficoltà economiche.  L’Amministrazione Comunale di Mariglianella, guidata dal Sindaco, Felice Di Maiolo, avente come Assessore al Bilancio il Dott. Arcangelo Russo, in seguito al rischio sanitario dovuto alla pandemia Cocid-19, al dichiarato stato di emergenza, fino al 31 luglio 2020, come fissato n (continua)

- Pomigliano D’Arco 'E Zezi A. De Falco e S. Ciccarelli intervistati da E. Miglino per TV7 RAI Uno del 12 giugno. (Scritto da Antonio Castaldo)

- Pomigliano D’Arco 'E Zezi A. De Falco e S. Ciccarelli intervistati da E. Miglino per TV7 RAI Uno del 12 giugno. (Scritto da Antonio Castaldo)
Pomigliano D’Arco 'E Zezi A. De Falco e S. Ciccarelli intervistati da E. Miglino per TV7 RAI Uno del 12 giugno. (Scritto da Antonio Castaldo)Nella storia dei programmi della televisione italiana “TV7” è tra i rotocalchi più longevi ed innovativi, nato in casa Rai nel 1963 e volto alla trattazione di tematiche politiche, sociali e culturali, di cronaca e sport.Il debutto avvenne su Rai Un (continua)